Altro che Terra dei Fuochi! Franco Pepe e Rosanna Marziale con i produttori casertani di eccellenza

Letture: 174
Racconti di Terra, Manuel Lombardi, Manuela Piancastelli, Franco Pepe, Antonio Buono
Racconti di Terra, Manuel Lombardi, Manuela Piancastelli, Franco Pepe, Antonio Buono

di Alessandro Manna

Il giorno è di quelli speciali. Il cosmo ci regala la contemporaneità dell’equinozio di primavera, della luna al perigeo e di una eclissi di sole, e quasi in contemporanea, otto soggetti dell’enogastronomia dell’alto casertano si regalano(e regalano allo sviluppo economico e sociale del loro territorio) la consapevolezza e la necessità di fare sistema.

Racconti di terra è esattamente questo, un sistema integrato di comunicazione, di compresenza, di comarketing, di cooperazione di alcune delle eccellenze del distretto enogastronomico del caiatino.

Terre del Principe (i Pallagrello e il Casavecchia di Peppe Mancini e Manuela Piancastelli), Selvanova (i vini, gli oli e olive di Antonio Buono), Sanbartolomeo (la location extracittadina di Rosanna Marziale, all’interno di un oasi naturalistica gestita insieme ai fratelli), Pepe in grani (il celeberrimo tempio della pizza di Franco Pepe), il Casolare e la Baronia (la bontà tout cour della Mozzarella di Bufala DOP di Mimmo La Vecchia e dei Cutillo), Karma (la via casertana delle birre di prestigio, di Mario Cipriano) e Le Campestre (luogo cult del Conciato Romano delle famiglia Lombardi): questi gli otto attori di quella che vuole essere una nuova partitura corale.

Racconti di Terra, Rosanna Marziale - Manuel Lombardi
Racconti di Terra, Rosanna Marziale – Manuel Lombardi

 

Racconti di Terra, Mimmo La Vecchia
Racconti di Terra, Mimmo La Vecchia

 

Racconti di Terra
Racconti di Terra

Comunicare il bello e il buono del proprio territorio: il focus centrale è questo. E, come illustra nell’introduzione Manuela Piancastelli, farlo in gruppo è ben più efficace che farlo singolarmente. “È piu facile – prosegue la Piancastelli – farlo in un gruppo in cui si condividono valori importanti, come quello della riscoperta dei prodotti agroalimentari del territorio, come quello dell’etica applicata al lavoro, alla famiglia, all’ambiente e al consumatore/cliente e in cui i soggetti sono uniti, già da prima di questo progetto, da un sincero rapporto di amicizia”.

Racconti di Terra, Manuel Lombardi, Manuela Piancastelli, Franco Pepe
Racconti di Terra, Manuel Lombardi, Manuela Piancastelli, Franco Pepe

 

Racconti di Terra
Racconti di Terra

E il segreto sta tutto lì: condivisione di intenti e di ideali e leali rapporti di amicizia. La signora del vino prosegue elencando cifre interessanti sulle realtà turistiche ed economiche della provincia, come i 282 milioni di euro del comparto Mozzarella di Bufala Campana DOP, i più di 10 milioni di euro del vino caiatino, i circa 250 del comparto olio e lattiero-caseario, e i 450.000 visitatori della Reggia borbonica, che comunque sono un segmento da considerare. Anche se “Questo spicchio del Casertano rappresenta per motivi ambientali, paesaggistici, storici ed enogastronomici una meta che, come si suol dire, vale il viaggio.” e prosegue illustrando come la propensione alla spesa dei turisti appassionati di enogastronomia sia superiore alla media e permetta più facilmente sbocchi internazionali.

Tutti gli altri protagonisti di Racconti di terra intervenendo sottolineano la assoluta sintonia, la condivisione orgogliosa dell’appartenenza geografica, le capacità di impegno e di applicazione, la volontà di impegno comune, la consapevolezza che “Piccolo è bello, ma insieme è meglio”.

Racconti di Terra, Manuel Lombardi, Manuela Piancastelli, Franco Pepe
Racconti di Terra, Manuel Lombardi, Manuela Piancastelli, Franco Pepe

Tra le strade intraprese c’è anche la collaborazione con Nartea (rappresentata da Mariano Penza), associazione culturale napoletana, per realizzare tour alla scoperta dell’enogastronomia caiatina.

Significativi tra gli interventi quello di Antonio Lucisano (Direttore del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana DOP) sinceramente ammirato della capacità propositiva e dell’amicizia tra colleghi in quanto “Parlare male di quelli che fanno lo stesso prodotto è, sempre, parlare male del prodotto.”

Racconti di Terra, Antonio Lucisano
Racconti di Terra, Antonio Lucisano
Racconti di Terra
Racconti di Terra

Rosario Mattera, fondatore della rassegna enogastronomica Malazè, ha prima parlato della sua sorpresa a scoprire la bellezza della valle tra Caiazzo e il Volturno, e poi elogiato l’idea di fare un racconto del bello e del buono “unendosi in gruppo dei produttori, con una valenza, un significato e una capacità di agire, persino superiore della nostra nei Campi Flegrei.”

Racconti di Terra, Rosario Mattera
Racconti di Terra, Rosario Mattera

Dopo l’eclissi, insomma, una nuova partenza: “Racconti di terra”, racconti di artigiani del gusto, racconti di bontà.