Romeo Chef and Baker a Roma, alta cucina di servizio con Cristina Bowerman

Letture: 187
Romeo Chef and Baker, spaghetti con seppioline di Anzio e olio di trombolotto, arancia e nero di seppia
Romeo Chef and Baker, spaghetti con seppioline di Anzio e olio di trombolotto, arancia e nero di seppia

di Barbara Guerra

Un posto che mi è piaciuto sin dalla prima visita. Entrando in questo ambiente ampio e moderno nel quartiere Prati a Roma, si viene subito colpiti dall’intenso profumo di pane, pizza, dolci. Ricordo più di un anno fa l’interminabile e golosa mangiata di chiacchiere di carnevale in compagnia della chef Cristina Bowerman e di Fabio Spada. Sono loro le anime di questo locale oltre che del ristorante Glass a Trastevere, tra le punte d’eccellenza della ristorazione d’autore della capitale. Lungimiranti e visionari, fini imprenditori curano con attenzione le mille sfaccettature di questo scrigno di buoni sapori.

Locale aperto da mattina a sera che si presta a molte esigenze. Tanti i prodotti in vendita o da mangiare sul posto, una proposta gastronomica ampia che va da un semplice trancio di pizza bianca che si potrà farcire a piacere, ad uno dei panini ideati da Cristina, accompagnandolo magari da un cocktail ben preparato.

Romeo Chef and Baker, aperitivo analcolico
Romeo Chef and Baker, aperitivo analcolico

Salumi, formaggi, salmone affumicato, i prodotti del forno, pasta di Gragnano e conserve, tutto disponibile per l’acquisto o da consumare comodi anche abbinando una delle tante belle etichette presenti in carta. Un parte dedicata a ristorante completa l’offerta, qui la possibilità di godere appieno dei piatti di Cristina Bowerman.

Romeo Chef and Baker, crudo e salmone
Romeo Chef and Baker, crudo e salmone

 

Romeo Chef and Baker, il pane appena sfornato
Romeo Chef and Baker, il pane appena sfornato

 

Romeo Chef and Baker, il prosciutto crudo
Romeo Chef and Baker, il prosciutto crudo

 

Romeo Chef and Baker, il prosciutto
Romeo Chef and Baker, il prosciutto

 

Romeo Chef and Baker, pane e focaccia
Romeo Chef and Baker, pane e focaccia

 

Romeo Chef and Baker, verdure sott'olio
Romeo Chef and Baker, verdure sott’olio

Gli spaghetti dei Campi con seppioline di Anzio, olio al trombolotto, arancia e nero di seppia, sono esempio di equilibrio e golosità, un piatto che cattura l’attenzione della testa e della pancia.

Buono il vitello, la vignarola protagonista del piatto con i suoi toni profondi, dolci e vegetali, geniale l’abbinamento con gli agretti che danno velocità al piatto.

Romeo Chef and Baker, il vitello panato con vignarola e agretti
Romeo Chef and Baker, il vitello panato con vignarola e agretti

 

Romeo Chef and Baker, la focaccia
Romeo Chef and Baker, la focaccia

Bella la cottura dello sgombro che resta umido dei suoi succhi simpaticamente abbinato con cous cous di mais alla cacio e pepe e caponata di verdure, da scegliere anche come piatto unico.

Romeo Chef and Baker, maccarello con cous cous cacio e pepe caponata e yogurt
Romeo Chef and Baker, maccarello con cous cous cacio e pepe caponata e yogurt

Una linea ovviamente più semplice di quella del Glass, che cambia di frequente secondo la spesa del giorno e le stagioni, piatti sempre dai sapori precisi e leggibili in cui la tecnica serve per esaltare i sapori degli ingredienti in maniera netta e gli abbinamenti pensati per non stancare mai.

 

Romeo Chef and Baker
Via Silla, 26/a
00192 Roma
Tel. 06.32110120
www.romeo.roma.it

Un commento

  • Gianbattista

    (4 maggio 2015 - 16:06)

    Un bellissimo locale, un’ottima cucina ma un’acustica pessima. La sera è impossibile fare conversazione. peccato perché il locale si presterebbe molto ma quando inizia a riempirsi c’è un frastuono infernale.

I commenti sono chiusi.