E’ Salvatore Salerno il Miglior Sommelier d’Italia ASPI 2014

Letture: 210
Salvatore Salerno tra Daniele Arcangeli (a destra) e Marco Grassi – immagine tratta da http://www.civiltadelbere.com

E’ Salvatore Salerno, Sommelier presso il ristorante Joel Robuchon ** Michelin, dell’Hotel Metropole di Monte-carlo, a vincere il prestigioso titolo di Miglior Sommelier d’Italia ASPI 2014.
La finale, svoltasi a Roncegno Terme, presso l’Istituto di Alta Formazione Professionale, ha visto protagonisti, insieme a Salvatore, Daniele Arcangeli (a destra di Salvatore Salerno), secondo classificato, e Marco Grassi (a sinistra), medaglia di bronzo.

All’interno del Concorso ha trovato spazio anche il prestigioso Premio Birra Moretti “per l’Abbinamento Creativo con la birra”, alla sua prima edizione, che ha visto trionfare il Sommelier Daniele Arcangeli (nella foto viene premiato da Piero Sattanino alla presenza di Giorgio Grai e del dirigente scolastico Federico Samaden). Per conquistarsi questo Premio, i candidati hanno dovuto affrontare prove diverse sia in semifinale che nella finale di domenica. In semifinale, a tutti i concorrenti é stato sottoposto un test sulla birra, con successiva degustazione di due referenze della gamma Birra Moretti e, per ognuna, é stato chiesto ai Sommelier di suggerire i migliori abbinamenti. In fase finale, invece, i candidati si sono ritrovati a dover affrontare una prova a sorpresa, il servizio di una Birra Moretti Grand Cru, simulando la situazione al ristorante, con i commensali al tavolo.
Questo Premio é la dimostrazione di come la figura del Sommelier sia in evoluzione, quindi non più soltanto una figura addetta ai vini ma un professionista a tutto tondo, in grado di spaziare nel vasto mondo delle bevande. Birra Moretti, azienda con oltre 150 anni di storia, ha sposato questa linea, condividendola e valorizzandola, per dare il giusto risalto ad un prodotto, come la birra, sempre più presente ed apprezzato sia in abbinamento che nelle preparazioni.
Daniele Arcangeli, viareggino di nascita, si presenta con un curriculum con importanti esperienze in Italia e all’estero, dal Principe Forte dei Marmi (5 stelle L), al Badrutt’s Palace di St. Moritz (5 stelle L) passando per il Lido Palace di Riva de Garda (5 stelle L), per citare le più recenti. Attualmente é Sommelier consulente per diversi ristoranti in Toscana.
Marco Grassi, terzo classificato, é Sommelier presso Metro Italia. Il 2014 é un anno importante per Marco in quanto, a febbraio ha sostenuto e superato brillantemente l’Esame Internazionale A.S.I. per il riconoscimento di Sommelier in tutti li Stati membri dell’Association de la Sommellerie Internationale di cui ASPI é, in Italia, l’unico membro e quindi l’unica Associazione ad essere riconosciuta a livello internazionale.
La Giuria di questa edizione del Concorso, ancora una volta era di altissimo profilo: Marco Larentis, Presidente di Giuria, Piero Sattanino, Miglior Sommelier del Mondo (1971), Giorgio Grai, enologo di fama internazionale, Ivan Persolja, Presidente dell’Associazione dei Sommelier slovena con un membro del direttivo Davorin Skarabot, Claudia Moriondo, esperta di alimentazione ed enogastronomia, Giovanni Profumo, Direttore Confcommercio Trentino, Loredana Camin, assessore provinciale all’istruzione e formazione, Federico Samaden, dirigente degli Istituti di Rovereto e di Levico Terme, Massimiliano Peterlana, ristoratore e Presidente Fiepet, Giorgio Colli, giornalista specializzato in enogastronomia, Nino Pappalettera, responsabile dei Coordinatori locali ASPI e Niccolò Silini, ristoratore di Milano.
Un ringraziamento speciale va indirizzato agli studenti e ai docenti dell’Istituto Alberghiero e di Alta Formazione di Roncegno Terme per la il grande impegno e l’alta livello di professionalità dimostrato.