Serata dedicata al maiale alla Pignata di Bracigliano

Letture: 106
uno dei piatti de La Pignata, fritto di maiale con patate e papacelle

di Nunzia Gargano

Grande successo per la due giorni dedicata alla degustazione del maiale. Lunedì e martedì scorso Mafalda Amabile e Gerardo Figliolia, rispettivamente moglie e marito, braccio e mente dell’osteria “La Pignata” di Bracigliano, hanno organizzato delle serate coi fiocchi per i propri appassionati clienti.

Come al solito, l’alta qualità ha rappresentato il vero ingrediente delle ricette.

Eh, già! Queste due splendide persone, sebbene ancora giovani, sono insieme da venticinque anni e interpretano la cucina come sinonimo di armonia familiare.

Da un certo punto di vista, sono anche dei privilegiati perché vivono e operano in un paese che è riuscito a conservare le proprie tradizioni, nonostante il progresso.

Infatti, buona parte delle materie prime che diventano protagoniste dei piatti provengono direttamente dall’orto di famiglia.

Lo stesso discorso vale anche per l’allevamento dei maiali.

Ogni anno si dedicano a tre capi curati direttamente dal papà di Mafalda, attento selezionatore del cibo che viene poi somministrato ai suini.

Solo in questo modo può spiegarsi l’eccellente sapore delle carni degustate il 15 e il 16 dicembre scorsi.

Come al solito, la famiglia Figliolia adora fare le cose per bene e ha allestito un menu di tutto rispetto.

Si è partiti con un antipasto composto da tagliere misto di salumi, suffritta su pane duro, ricottina al miele, melanzane sott’olio, polpette di carne di maiale, mallone, pane con cigoli.

La Pignata, minestra maritata

Dopo si è proseguiti con fusilli al ragù di cotica e tracchie, fritto di maiale con patate e papaccelle, fegato con cipolle. Infine, le caldarroste e il tris di dolci (mostaccioli, pizza di gallette, mousse di ricotta).

La Pignata, fusilli al ragù di tracchie e cotica

 

La Pignata, fegato con cipolle

Ad accompagnare le pietanze vino rosso della casa o delle migliori etichette regionali.

La Pignata, il vino

Come al solito, vale la pena ritornare!!!