Terza Edizione Premio “I Profumi della Terra” a Montesano sulla Marcellana

Letture: 234
Da sx Enzo Crivella, Alfonso Pepe e Pietro Macellaro

di Enrico Malgi

Si è svolta nella chiesa del Sacro Cuore di Montesano Scalo, frazione del Comune di Montesano sulla Marcellana famosa per la grande disponibilità di acque nel proprio territorio e collocata ai margini meridionali del confine con la Basilicata, la cerimonia di premiazione della Terza Edizione del Premio “I Profumi della Terra”. La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Montesano sotto l’egida dell’Assessorato al Turismo il cui titolare è il sig. Michele D’Alvano, in collaborazione col parroco della chiesa del Sacro Cuore di Montesano ScaIo Don Maurizio Esposito, la BBC di Buonabitacolo e con la fattiva e significativa partecipazione del famoso pasticciere e ideatore dell’evento Giuseppe Manilia, titolare della pasticceria Orchidea. Alla celebrazione ha presenziato anche il vescovo di Teggiano-Policastro monsignor Antonio De Luca.

I Profumi della Terra, tavolo delle autorità

 

Giuseppe Manilia

 

Chiesa del Sacro Cuore Montesano Scalo e il Vescovo di Teggiano – Policastro

I prestigiosi riconoscimenti sono stati assegnati ad alcuni Maestri Pasticcieri italiani, quasi tutti membri dell’AMPI, che si sono particolarmente distinti nella loro attività, ad aziende leader del settore agro-alimentare nazionale e a giornalisti enogastronomici.

I Profumi della Terra, pasticcieri e pubblico in sala

Tra gli altri sono stati premiati dal Direttore della BBC di Buonabitacolo Angelo De Luca i famosi pasticcieri salernitani Sal De Riso, Alfonso Pepe e Pietro Macellaro, il giornalista della RAI Enrico Deuringer, Luciano Pignataro de Il Mattino di Napoli e Livia Chiriotti, direttrice della rivista Pasticceria Internazionale. Ha presentato magistralmente l’happening il giornalista Lorenzo Peluso.

Sal De Riso appena ricevuto il premio

 

Alfonso Pepe mentre riceve il premio

 

Pietro Macellaro mentre riceve il premio

 

Enrico Deuringer mentre riceve il premio

I premiati hanno trascorso due intense giornate di svago nella ridente cittadina valdiese, potendo gustare gli eccellenti prodotti locali ed apprezzando le magnificenze ambientali-paesaggistiche. Tra l’altro hanno visitato il Museo della Civiltà Contadina, il Convento dei Cappuccini, l’azienda di acque minerali S.Stefano, la sede comunale ed il centro storico. Inoltre hanno partecipato al pranzo conviviale che si è tenuto presso l’Agriturismo Il Poggio di Valle Lunga, ad oltre mille metri di altezza, apprezzando i magnifici piatti della sana e tradizionale cucina locale.

 

Foto di Enrico Malgi