Vino Exoterico: Albarino, la Spagna nel bicchiere

Letture: 440
l'Albarino
l’Albarino

di Antonella Amodio

Se andate al nord della Spagna al confine con il Portogallo, nella regione della Galizia, tra una camminata per raggiungere Santiago de Compostela, tra una cattedrale Templare, un’insenatura ed un panorama di scogliere e fari, non fatevi mancare un sorso di Albarino.

In questa lussureggiante e sempre verde regione, dalle tradizioni celtiche più che latine, l’oceano Atlantico porta correnti fredde su paesaggi spettacolari in cui il tempo sembra essersi fermato. La’ tra sentieri sterrati saresti rapiti con lo sguardo da distese di vigne di Albarino, meraviglioso vitigno a bacca bianca, vanto dell’enologia spagnola.

la Galizia
la Galizia

E’ un vitigno aromatico con buccia spessa, ha elevata tolleranza al freddo e all’umidità di climi marittimi. La caratteristica principale e’ la spiccata acidità, che ben si abbina alla cucina locale fatta di Pulpo alla Gallega, baccala’ e Pimientos de Padron. E’ allevato con sistema emparrado – un allevamento che ricorda il nostro tendone sorretto da strutture in pietra galiziana – ed e’ quasi sempre vinificato in purezza con la denominazione principale DO (Denominacion de Origin) Rias Baixas, che prende il nome dalle insenature della costa Atlantica (rias, appunto). La denominazione -molto dinamica – é cresciuta in maniera vertiginosa negli ultimi 20 anni, passando dai 237 ettari con 14 bodegas ( cantine) a 181 bodegas e 3969 ettari vitati. L’ altra denominazione anch’essa importante e’ Ribeira Sacra e comprende territori interni della Galizia dove il vitigno si coltiva con il sistema a candelabro ( le gemme si sviluppano solo da un lato del ramo) con qualche raro! esempio di spalliera e pergolato. In questo territorio predominano sopratutto i vitigni a bacca rossa, tra i quali spicca Mencia, autentica pietra miliare della viticultura della Ribeira Sacra.

un piatto di pesce della cucina locale
un piatto di pesce della cucina locale

L’Albarino si mostra con grande personalità, ha note olfattive spiccate, e’ notevolmente sapido. Attendere qualche anno la sosta in cantina comportera’ lo sviluppo di profumi agrumati, di fieno e tracce iodate; insomma niente da invidiare ai giovani Riesling. All’assaggio la sensazione di sale che si avverte nei vini giovani vira col tempo su sensazioni salmastre, ricordando appunto la vicinanza dell’oceano; poi frutta matura e fiori come il gelsomino. L’ acidità – sua prima caratteristica – risalta come freschezza e denota lunga vita. E’ un vino fitto, intenso e profuma di mare. Un bicchiere di Albarino e’ un sorso di territorio e della sua gente, i ricordi di profumi e sapori si intrecciano con l’eco delle gelide onde atlantiche che si infrangono sulle spiagge bianche e deserte cosparse di conchiglie che lungo il cammino il pellegrino diretto a Fenesterre – punta estrema della Costa nord – raccoglie a prova dell’avvenuto pellegrinaggio.

 

Mar de Frades 2013 DO Rias Baixas

Mar de Frades DO Rias Baixas
Mar de Frades DO Rias Baixas

Albarino 100%

Vino dal colore giallo paglierino scarico . Molto semplice nei profumi: ricorda fiori bianchi ed erbe aromatiche. Leggermente mentolato, nota che si riscontra piacevolmente anche all’assaggio.

Costo: 11,00 euro

 

Paco & Lola 2013 DO Rias Baixas

Paco & Lola DO Rias Baixas
Paco & Lola DO Rias Baixas

Albarino 100%

Bellissimo il colore giallo compatto, il naso e’ in perpetua evoluzione, passa dal floreale di ginestre alla mela verde. Pompelmo e salvia e poi ancora, foglia verde di pomodoro e miele. Ha acidità e chiude lasciando il palato lievemente iodato. La cantina e’ stata fondata da un gruppo di viticoltori nel 2006 ed e’ ubicata nella Val fare Salnés. Ottanta ettari in modalità agricoltura sostenibile.

Costo: 9,00 euro

 

Santiago Ruiz 2013 DO Rias Baixas

Santiago Ruiz DO Rias Baixas
Santiago Ruiz DO Rias Baixas

Albarino 70% Loureiro 10% Treixadura 20%

Il vino e’ un’uvaggio di tre vitigni bianchi autorizzati per la denominazione, coltivati in una piccola sottozona dal nome O Rosal. L’etichetta rappresenta la mappa disegnata nel 1978 per gli ospiti del matrimonio della figlia di Ruiz ,per raggiungere la casa familiare all’interno della Tenuta. E’ una bodegas storica fondata nel 1898 e la cantina ha sede in una struttura del XVII *secolo. Il colore del vino e’ giallo paglierino con riflessi verdi, al naso ha profumi freschi di mela verde, eucalipto e menta. All’assaggio ha corpo, e’ fresco ( acidità ) emerge la sensazione di leggera balsamicita’ e chiude con una punta di grafite.

Costo: 12,00 euro

 

Martin Codax 2013 DO Rias Baixas

Martin Codax DO Rias Baixas
Martin Codax DO Rias Baixas

Albarino 100%

L’azienda e’ all’avanguardia sulle sperimentazioni del vitigno Albarino, effettua micro vinificazioni su uva proveniente da diversi suoli per poi assemblarne e ricavarne un’unica massa. Il risultato e’ strepitoso. Il colore e’ giallo chiaro, incredibili sono i profumi chiari e netti di mela, mandorla, pesca gialla e gelsomino. In bocca e’ fresco, molto minerale -quasi salato- pepe bianco e sulla chiusura si percepisce un’elegante nota di menta. Esempio di acidità e freschezza senza tempo. Questo vino e’ la versione più semplice di Albarino che l’azienda produce, l’etichetta Gallaecia ad esempio e’ frutto di vendemmia tardiva ( vendemmiato a Dicembre) con presenza di botrytis, e prodotto in pochissime bottiglie.

Costo: 9,00 euro

 

Adegas Terra Santa 2012 DO Rias Baixas

Adegas Terra Santa DO Rias Baixas
Adegas Terra Santa DO Rias Baixas

Albarino100%

Questo Albarino ha profumi diversi rispetto a gli altri vini degustati. Innanzitutto il colore e’ oro, il naso e’ orientato quasi esclusivamente su profumi di frutta come pesca e albicocca. L’unica nota differente e’ di iodio. In bocca esplode l’acidità che non e’ invadente ma bilancia la ricca nota di frutta e lascia intuire evoluzione nel tempo. E’ estremamente intrigante e piacevole. Ha bisogno di affinamento.

Costo : 9,50 euro

 

Peita’n 2013 DO Rias Baixas

Peita'n DO Rias Baixas
Peita’n DO Rias Baixas

Albarino 100%

Se cercato un Albarino negli USA sicuramente troverete questa etichetta ,spopola in America. Il packaging non rende merito a questo vino che invece è molto interessante. Le note aromatiche sono tante : basilico, menta e salvia. L’agrumato e’ presente con ricordi di arance e pompelmi, poi foglia di pomodoro e menta piperita. All’assaggio ha nuoce di frutta bianca come pera e mela, in seconda battuta emerge la salinità supportata dall’ottima acidità . Lungo e piacevole. Da provare con le sardine sott’olio.

Costo: 9,00 euro

 

Nora 2013 Rias Baixas

Nora Rias Baixas
Nora Rias Baixas

Albarino 100%

Wine Entusiast ha assegnato 90 punti a questo vino. Albarigno dal colore giallo paglierino, molto limpido. I profumi sono di mela verde, melone e ananas. Dopo qualche minuti nel bicchiere emergono sentori vegetali di peperone verde e salvia. All’assaggio e’ morbido, manca la spinta acida ma risulta comunque fresco, il pepe bianco e il pompelmo sono molto evidenti.

Costo: 10,00 euro

peperoni verdi
peperoni verdi

 

Terras Gauda 2013 Riax Baixas

Terras Gauda Riax Baixas
Terras Gauda Riax Baixas

Albarino 70% Loureiro 20% Caino10%

Frutto di selezione di tre vitigni bianchi coltivati nella sotto zona O Rosal sulle rive del fiume Mino. I profumi sono di agrumi freschi, mela verde, pera e qualche accenno di note tropicali. In bocca colpisce per la presenza di cera d’api, segno rivelatore di ardesia nei terreni ( ricorda il terreno dei Reisling) in seguito si riconoscono fiori bianchi come camomilla e erbe aromatiche. Evolve in continuazione nel bicchiere ed è una gioia per i sensi . Ha un’ottima struttura e l’acidità e’ ben mitigata.

Costo: 10,00 euro

Un commento

  • Severino

    (10 marzo 2015 - 09:28)

    Ho avuto il piacere di bere in loco alcune etichette di Albarino tra quelle presentate da Antonella, che mi ha riportato il pensiero nostalgico della Galizia, percorsa – zaino in spalla e chilometri nelle scarpe – per raggiungere Santiago de Compostela e poi l’Atlantico di Finisterre e Muxia, attraverso i paesaggi che lei descrive.
    Nel pellegrinaggio, l’Albarino è stato una scoperta e una compagnia, sempre disponibile ad offrire ristoro al corpo e all’anima, come ogni buon vino “giusto” sa fare.
    Non perderò certo l’occasione per rinnovare quel piacere….
    Grazie Antonella!!

I commenti sono chiusi.