Marigliano (Na), ‘O scialatiello. La novitá? Tutto è più buono e c’è la pizza di Carmine Granato

Letture: 370
‘O Scialatiello Carmine Granato con la pizza romana

Via P. Pio, 55/57
Tel. 081.8855193 – 3394514078 – 3466805250
www.oscialatiello.it
aperto sempre, chiuso il mercoledì
Sui 30 euro

di Tommaso Esposito

È sempre piacevole ritornare qui, in questa accogliente rustica trattoria posta a confine tra Brusciano e Marigliano.
E subito noti che qualcosa è cambiato. In meglio.
La collezione di moto e di auto d’epoca si è ingrandita e fa bella mostra di sé lungo il porticato di ingresso.
Come un piccolo museo,ormai, da consigliare agli appassionati e a tutti i curiosi.

‘O Scialatiello la collezione di auto e moto d’epoca
‘O Scialatiello la collezione di auto e moto d’epoca
‘O Scialatiello la collezione di auto e moto d’epoca

Poi c’è Salvatore Granato che lasciate le redini, ma non il comando, della cucina a suo figlio Vincenzo, oramai si dedica all’accoglienza e governo della sala. Il mestiere più bello, egli dice, perché devi capire, condurre e soddisfare i desideri di chi ama il buon mangiare.

‘O Scialatiello Salvatore Granato il patron

E poi c’è Carmine, 25 anni il più giovane dei Granato, che cominciando sedicenne, ora è un pizzaiuolo provetto. Gavetta e grande passione. Con qualche idolo a cui ispirarsi: uno per tutti Ciro Salvo. E allora bella tecnica d’impasto, farine Caputo, poco lievito, poco sale, molta acqua, lenta lievitazione, lunga maturazione, materie prime selezionate personalmente e tutte di pregio.  Risultato, nonostante un forno beante, nato più per focacce e pane e che sarà a breve (promessa di don Salvatore) cambiato?

‘O Scialatiello Carmine Granato il pizzaiolo

Eccoli. Una pizza taglia L  con cornicione non pronunciato in eccesso ma ben aerato, cottura perfetta, boccone scioglievole e fragrante, gradevolissimo nella margherita per il fiordilatte di Agerola, il pomodoro San Marzano, l’ olio evo del Cilento e il basilico dell’orto.

‘O Scialatiello la margherita
‘O Scialatiello la margherita

Un boccone profumato, saporito, goloso nella cosiddetta pizza alla Romana che poi è invece tutto anziché papalina, con le alici caietane, aglio dell’ Ufita, pomodoro San Marzano, alici di Cetara, origano cilentano,  olio di Paestum.

‘O Scialatiello Carmine Granato la pizza romana
‘O Scialatiello Carmine Granato la pizza romana
‘O Scialatiello Carmine Granato la pizza romana

Intanto a tavola sempre più buoni giungono i must dei Granato.

‘O Scialatiello il menu

Che piacciono ai clienti più affezionati e ai nuovi.

‘O Scialatiello il dehors

E che incuriosiscono anche una Maria Cacialli, sempre in giro quando al Presisente si è di riposo, per conoscere e apprezzare il lavoro dei suoi colleghi.

‘O Scialatiello Salvatore Granato e Maria Cacialli

Il pesce fresco e i frutti di mare non mancano mai. Profumate di mare e freschissime sono queste vongole veraci di Sardegna al sautè.

‘O Scialatiello il saute di vongole veraci
‘O Scialatiello il saute di vongole veraci

Questa è terra di baccalà e stocco. Siamo a un tiro di schioppo da Somma Vesuviana. Qui si può gustare il miglior trancio di mussillo alla brace. Morbido e umoroso. Indimenticabile.

‘O Scialatiello il mussillo alla brace

Anche il coroniello lesso con olive bianche tonde di Spagna e pomodorino fresco, profumato per l’olio evo e il limone è goloso nella sua semplicitá.

‘O Scialatiello curuniello all’insalata

Vabbè, vi dico solo che è imperdibile il baccalà fritto, niente tempura infarinato e fritto, adagiato sulla salzulella di pomodorini di Pollena.

‘O Scialatiello mussillo fritto
‘O Scialatiello mussillo fritto

Il trionfo della paranza, anche questa fritta, esalta i profumi del mare  e la freschezza di gamberi, merluzzetti e triglie.

‘O Scialatiello frittura di paranza
‘O Scialatiello frittura di paranza

Infine è il tempo dei melloni, con due ll, quelli cosiddetti di pane. I gialli  freschi più che mai perché appena appena bagnati con qualche goccia di limone preso or ora dal giardino. Tanto per far ricordare, a chi come me ha avuto la fortuna di assaggiarli un tempo, i dimenticati melloni capuanielli, quelli verdi dalla buccia rigata, e i rugnusielli dalla buccia  bernoccoluta, arricciata, verdognoli. Ma questa è un’altra storia che Salvatore Granato non dispera prima o poi di riportare nella dispensa e a tavola. Per il piacere di tutti!

‘O Scialatiello il melone al limone
‘O Scialatiello il melone al limone