Grayasusi Etichetta argento 2007 rosato Val di Neto igt

Letture: 37

CERAUDO
Uva: gaglioppo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione  e maturazione: acciaio e legno

Non amo le affermazioni apodittiche, ma credo che il Grayasusi 2007 è destinato a diventare uno dei protagonisti dell’anno. Nasce a Strongoli, fra Cirò e Crotone, in un luogo magico, l’azienda agrituristica di Roberto Ceraudo, il sogno di una vita iniziato nel 1973 e di cui abbiamo già parlato inserendolo fra le prime cose degne di essere vissute quando è iniziata l’avventura di questo sito. Da allora ha aperto un grande ristorante, completato il progetto, ma avremo modo di scriverne. Sicuramente questo rosato è uno degli incontri più belli che abbiamo fatto nella nostra lunga trasferta calabrese perché riesce a mettere insieme la freschezza della tipologia, ossia l’intensità e la persistenza del frutto, con la complessità della barrique salvaguardando una freschezza tonica, esuberante, stravolgente. Il metodo è quello dell’elevamento in barrique per circa sei mesi, ma il tocco magico è l’inserimento di una parte di rosato ottenuto per salasso che gli consente di avere un carattere allegro e stoppa sul nasce la bevuta greve. Per cui, più che un rosso leggero, somiglia sicuramente di più ad un rosato pieno e ricco di frutta croccante. Entusiasmante. Una bottiglia di questo genere trova sicuramente il consenso di tutti, gli appassionati e gli intenditori si troveranno di fronte ad una piacevole complessità, immediata e non cerebrale, quelli che bevono poco e persino gli astemi, invece, non potranno ritrarsi di fronte alla piacevolezza della beva. Un bel prodotto, insomma, in cui si manifestano, se ancora ce ne fosse bisogno, le enormi potenzialità della Calabria che avrebbe potuto essere una sorta di Florida italiana. Lo beviamo sulle insalate di mare estive, sulle carni bianche e le paste con le verdure dell’orto.

Sede a Marina di Strongoli, Contrada Dattilo. Tel. e fax 0962.865613. www.dattilo.it. Enologo: Fabrizio Ciufoli. Ettari: 20 di proprietà. Bottiglie prodotte: 70.000. Vitigni: gaglioppo, magliocco, cabernet sauvignon, chardonnay, greco, pecorella.