Greco di Tufo 2003 docg

Letture: 41

VADIAPERTI
Uva: greco di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Chi mi conosce sa che sui vini di Vadiaperti sono sempre un po’ emozionato per via del legame politico e umano con Antonio Troisi, padre di Raffaele, uno dei primi ad imbottigliare ed etichettare il Fiano e il Greco oltre Mastroberardino in Irpinia alla fine degli anni ’80. Stavolta l’occasione per berlo è stata un po’ speciale: si festeggiavano i 60 anni di Antonio Tubelli, il più grande degli chef napoletani, memoria vivente degli ultimi tre secoli di storia della cucina partenopea, affabulatore e incantatore. Un vero maestro. C’è stato un confronto di magnum toscane e campane tra le quali, per la cronaca, ha vinto il Naima 2000 di De Conciliis portato da Giancarlo Capacchione, al secolo il fiduciario Slow Food del Cilento. La mia vocazione bianchista si è confermata, però, nell’apprezzamento di una biancolella base di Andrea D’Ambra e di questo Greco di Tufo di Vadiaperti. Cosa in particolare? Il Greco è un rosso travestito, gli estratti arrivano facilmente a quota 22-24, regala struttura ai blend e in purezza ha una personalità sicuramente esuberante. Questo 2003 non faceva eccezione, ma ci è piaciuto sostanzialmente il naso molto ricco e complesso, variabile dalla ginestra alla pesca bianca, sino alle note di miele, sentori intensi e persistenti. In bocca la solita conferma: un sorso molto lungo, fresco, abbastanza morbido, da abbinare a piatti di carne non speziata più che ai frutti di mare perché questa annata è sicuramente meno segnata dalle note minerali e dalla freschezza che caratterizzano invece i bianchi irpini facendone bicchieri marinari. Tubelli ci ha parlato del perché la cucina napoletana sia terragna piuttosto che di mare, si sono ricordati insieme al fratello Lucio i mitici anni d’oro del Pozzo a Chjaia e ci siamo scoperti tutti quanti ancora con la mente molto fresca e con tanta voglia di fare: anche per ricordare chi, come Antonio Troisi, pur non essendoci più è stato capace di festeggiare i 60 anni del grande chef nel bicchiere.

Sede a Montefredane
Tel. e fax 0825.607270
Sito: http://www.vadiaperti.it
Email: info@vadiaperti
Enologo: Raffaele Troisi
Bottiglie prodotte: 80.000
Ettari: 7,5 in fitto
Vitigni: fiano, greco, aglianico