Greco di Tufo 2006 docg Bambinuto

Letture: 41

Uva: greco di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La famiglia di Raffaele Aufiero ha sempre curato con passione la vigna nel cuore della docg del Greco conferendo le uve sino alla vendemmia 2006 quando si è deciso di vinificare e imbottigliare direttamente per far fronte al continuo abbassamento dei prezzi. I vigneti sono a 400 metri di altezza su terreno argilloso sulla collina del Cutizzi: davvero un piccolo gioiellino, la cantina è stata sistemata con una saletta di degustazione. Una citazione la merita Bambinuto, la traslitterazione di Benvenuto, così come fu chiamata in paese la famiglia della moglie, i Cecere, quando rientrarono dal Venezuela. Nel Mezzogiorno , infatti, lo scagnanome spesso si riferisce all’intero nucleo familiare e non solo alla persona. In questo caso la simpatica usanza ha dato il nome a una nuova cantina. Il vino di punta dell’azienda su cui è stata costruita alla cantina è ovviamente il Greco di Tufo. Mineralità, sapidità, struttura: un bel bianco tipico espressione del territorio, per nulla ruffiano. La frutta ben trattata trova la sua migliore esaltazione proprio nella esecuzione semplice e classica: mineralità, sapidità, struttura: un bel bianco tipico espressione del territorio, per nulla ruffiano. La frutta ben trattata trova la sua migliore esaltazione proprio nella esecuzione plastica: grande struttura, ottima freschezza, decisamente ruspante nonostante sia passato un anno dalla vendemmia. Lo abbiniamo al tortino di scarola e colatura di alici del San Pietro di Cetara.

Sede a Santa Paolina, via Cerro, 18
Tel. 0825.964634
Email: cantinabambinuto@libero.it
Enologo: Antonio Pesce
Bottiglie prodotte: 10.000
Ettari: 4 di proprietà
Vitigni: greco, fiano, falanghina, aglianico