Greco di Tufo Docg 2014 D’Aione

Letture: 215
Greco di Tufo Docg 2014 Terre D'Aione
Greco di Tufo Docg 2014 Terre D’Aione

Società Agricola Terre D’Aione
Uva: greco
Fascia di prezzo: 15,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 27/30 – Palato 27/30 – Non omologazione 30/35

Amo svisceratamente il Fiano di Avellino e/o il Fiano che si produce nel Cilento naturalmente, che ormai ha poco da invidiare al suo omologo irpino. Ma forse è il Greco di Tufo la vera e assoluta tipicità irpina inimitabile. Lo vedo come un buon padre di famiglia: rassicurante, protettivo, affidabile e generoso. Sai che puoi contare sempre su di lui in ogni circostanza, perché non delude e non tradisce mai le attese.

Alle degustazioni alla cieca a Radici del Sud il Greco di Tufo ha sempre riscosso unanimi consensi ed approvazioni da parte dei giurati, spuntando spesso punteggi molto alti. Ed anche all’ultima edizione del 2015 non si è certo smentito, ottenendo lusinghieri risultati.

Come per esempio il Greco di Tufo Docg della Società Agricola Terre d’Aione dei tre soci Angelo Carpenito, Giustino Marino e Raffaele Izzo che nelle sue apparizioni a Radici ha sempre fatto bella figura. Nel 2013 il millesimo 2012 ha conseguito il primo posto assoluto da parte della giuria nazionale e la seconda posizione da parte dei giudici internazionali. L’annata 2014 nel 2015 si è piazzata in seconda posizione, così come decretato dalla giuria internazionale.

Controetichetta Greco di Tufo Docg 2014 Terre D'Aione
Controetichetta Greco di Tufo Docg 2014 Terre D’Aione

Il vino trascorre sei mesi in acciaio e tre mesi in vetro per la maturazione. Tredici i gradi di alcolicità.

Colore giallo paglierino, con guizzi verdolini sull’unghia. Al naso sentori di pesca, di pera, di albicocca e di agrumi e poi anche gelsomino, sensazioni erbacee e sbuffi sulfurei e minerali. Impatto del sorso sulla lingua bello teso e sferzante, c’è davvero tanta freschezza.

E poi ammaliante sapidità, grip reattivo e dinamico, sviluppo palatale aggraziato e succoso, piglio vibrante e scattante, timbro elegante e seducente. Ancora ricordi fruttati e floreali nell’appagante finale. Prezzo ottimo. Abbinamento classico campano: spaghetti alle vongole, frittura di pesce e mozzarella di bufala. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Tufo (Av) – Via San Paolo, 23
Tel. e Fax 0825 998353 – Cell. 338 41066333
info@terredaione.itwww.terredaione.it
Enologo: Angelo Valentino
Ettarti vitati di proprietà: 8 – Bottiglie prodotte: 85.000
Vitigni: aglianico, greco, fiano e falanghina