Grotte 2008 Greco di Tufo docg

Letture: 115
Greco di Tufo

COLLI DI CASTELFRANCI

Uva: greco di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Questo bianco gentile è come quei guidatori che devono immettersi nel flusso di traffico di una strada principale da una traversa e mai si decidono a muoversi facendo fare una fila di jastemme dietro. Da giorni e giorni aveva la freccia accesa ma non si muoveva per la mole di post e pezzi che viaggiavano a velocità sostenuta.

Vabbé, volevo anzitutto dirvi che l’ho bevuto all’Acquapazza di Cetara, ché Gennaro Castello è un affezionato della prima ora di questa azienda costruita sui freddi, freddissimi, crinali di una collina a Castelfranci, dove il vino esce sempre elegante e fresco. Proprio con i bianchi sono partiti nel 2002, non certo un anno da incorniciare né dal punto di vista climatico e tantomeno da quello commerciale visto l’assalto alle Twin Tozers con tutte le conseguenze sull’economia mondiale.
Quest’aurea bianchista si è conservata con decisione perché l’enologo ha questa vocazione ovunque si esprime e i due Fiano e il Greco continuano ad essere bottiglie molto interessanti per gli appassionati.
La 2008 si conferma annata interessante, ricca, con acidità tagliente e assolutamente preminente: il naso non è esaltante perché greco, ma in bocca il bianco c’è tutto: pieno, fresco, lungo, sottile ma solido, assolutamente dinamico.
Sullo spaghetto ai ricci di mare, intenso e selvaggio, è stato davvero il degno abbinamento, per non parlare poi con quello, altrettanto robusto e intenso, con le alici, piatto terragno da osteria di mare di una volta.
Il Greco si conferma dunque grande bianco operaio a tavola, magari non da meditazione, certo non emozionante come i Fiano, ma non meno prezioso e fondamentale. Del resto se si vende tanto un motivo c’è. Quello semplice, banale, scontato, a cui nessuno pensa: l’utilità.
Un vino, come un sito, deve essere anzitutto utile. Per questo da ieri possiamo vedere l’asticella a quota 4000 con 8500 visualizzazioni di pagina, 1650 titoli aperti. Soddisfacente Godwin.
Siamo come un bicchiere di Greco, poco show ma tanta, tanta sostanza.

Sede a Castelfranci, Contrada Braudiano. Tel e faxi 0827.72392. Sito: www.collidicastelfranci.com cantina@collidicastelfranci.com Enologo: Alessandro Mancini. Ettari: 25. Bottiglie prodotte: 150.000. Vitigni: fiano, greco, aglianico.