Guida Osterie d’Italia 2016: tutte le chiocciole italiane Slow Food

Letture: 971
Osteria d'Italia La festa delle Chiocciole
Osteria d’Italia La festa delle Chiocciole

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

Guida Osterie d'Italia 2016
Guida Osterie d’Italia 2016

 

6 commenti

  • Fabian

    (21 settembre 2015 - 18:25)

    Da segnalare l’assenza della Gasthaus Rott-im-Kuhl di Telves vicino a Vipiteno. Ci vuole piu’ lavoro per identificare le piccole realta’ provinciali.

  • Giustino Catalano

    (21 settembre 2015 - 20:20)

    @Fabian: simpatica la GastHaus (l’H è grande essendo un nome composto) che frequenti. Salvatore Gatta in questo momento è a Cheese 2015 osannato dal Gotha dell’Associazione…starà in provincia ma lo conosce il mondo…

  • Francesco Sansone

    (21 settembre 2015 - 23:48)

    Il Piemonte svetta in tutte le classifiche. Migliori osterie, migliori formaggi, migliori vini. Vado da Eataly e vedo che il mangiare italiano è rappresentato soprattutto da prodotti piemontesi. Ma siamo sicuri? Qualcuno me lo spiega perchè in Puglia e in Sicilia si mangerebbe peggio che in Piemonte?

  • Genny

    (22 settembre 2015 - 06:16)

    A me pare strano: chiocciola per il Basilisco a Treviso, ma non per I Du Negher di Merlengo.

  • M.Grazia

    (22 settembre 2015 - 13:23)

    A Verona soltanto il Bersagliere, (abbonato alla Chiocciola da anni) ? Mah.

  • valerio

    (26 novembre 2015 - 17:38)

    Purtroppo, e parlo per la provincia di varese, sono fossilizzati come lo sono i responsabili del territorio che non seguono l’evoluzione del territorio.

I commenti sono chiusi.