Guida | Cetara: i quattro ristoranti, la colatura e la cucina d’autore low cost

Letture: 1994
Cetara, la baia

A Cetara siamo legati da sempre. Adesso di più, e non perchè ne siamo cittadini onorari grazie ad un voto unanime su proposta del sindaco Secondo Squizzato, ma piuttosto perchè è un simbolo di come al Sud le cose possano cambiare.
Da paese sconosciuto, grazi alla colatura di alici e alla bravura dei suoi ristoratori, è ormai un nome che tutti in  Italia possono pronunciare con gusto.
Una cucina antica e moderna, semplice ed essenziale. Una parabola incredibile di come le cose di cui si vergognava, la colatura appunto, diventa un biglietto da visita nella cucina del futuro.

Acquapazza

Gennaro Castiello e Gennaro Marciante nel corso di un evento

Al Convento

Pasquale Torrente

 

La Cianciola

Vincenzo Giorgio

 

San Pietro

Francesco Tammaro

 

Dove dormire

Hotel Cetus, una sala – foto tratta da amalfi-coast.com

Hotel Cetus

Via Str.St. 163 Amalfitana

Cetara

Tel. 089.261388

www.hotelcetus.com

 

Che cos’è la colatura

Acquapazza, colatura di alici

3 commenti

  • Immacolata Parisi

    (15 agosto 2015 - 10:18)

    È’ veramente un angolo di costiera inimmaginabile, dove ancora la gente accoglie per conoscere e farsi conoscere con discrezione e anche una certa “ruvidità” fuori dalle dimensioni “turistiche”

  • Beppe

    (12 dicembre 2015 - 14:34)

    Mi sono fatto arrivare la colatura per corriere e sono sicuro che non potrò più farne a meno. È una cosa unica al mondo.

  • marco

    (2 dicembre 2016 - 19:06)

    sottolineo purtroppo…la “ruvidità” ..!!:)
    quello che invece non capisco ….è il titolo… low cost? un paio di elementi “in gara” mi sembrano proprio non appartenere a questa caratteristica .. mahh

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>