Vinitaly 2016: undici aziende da visitare ma si accettano consigli

Letture: 191
Vinitaly
Vinitaly

di Fabio Panci*

Guida Vinitaly a Verona. Siamo arrivati anche quest’anno alle porte della più importante manifestazione nazionale, e non solo, dedicata al mondo del vino. Con le sue 50 edizioni Vinitaly rappresenta un appuntamento imprescindibile in primis per gli addetti ai lavori, senza dimenticare però la grossa fetta di wine-lovers che affolleranno (forse in misura minore considerando la nuova politica di pricing scelta dall’organizzazione) i padiglioni della fiera scaligera.

Personalmente mi accingo ad affrontare la nona edizione consecutiva, come sempre mosso da grande entusiasmo e curiosità nel tornare a degustare “i miei vini preferiti”, cercando al contempo di ampliare il mio bagaglio di conoscenze “esplorando” zone vitivinicole meno note ma pur sempre di indubbia qualità di cui è ricchissima la nostra penisola.

Vinitaly, una delle scorse edizioni
Vinitaly, una delle scorse edizioni

Ecco perché le mie giornate veronesi saranno equamente divise a metà: da una lato “le conferme”, dall’altro “le scoperte”. Nella prima categoria vi elenco di seguito alcune (scusandomi sin d’ora con chi non ho inserito nel sottostante elenco, ma cercherò in ogni caso di andare ad incontrare) tappe imprescindibili del mio personale tour enologico:

Azienda Agricola Marco Capra – Piemonte – Pad.10 H2

Santa Maria La Nave – Sicilia – Pad. 2 Stand. 91F (all’interno dello stand Benanti)

Cantine Barbera – Sicilia – Pad. 8 Stand. B8/E9

Corte Fusia – Lombardia –  Pad. 8 Stand. B8/E9

Azienda Agricola La Distesa – Marche – Pad. 8 Stand F8-H10-58

Baglio del Cristo di Campobello di Licata – Sicilia – Pad. 2 Stand 27/B

Azienda Agricola Graci – Sicilia – Pad. 2 Stand 105G

Cantine Marisa Cuomo – Campania – Pad. 3 Stand C6

Azienda Agraria Le Chiuse – Toscana – Pad. 9 Stand B4-B8

Azienda Agricola Monteraponi – Toscana – Pad.9 Stand C16

Azienda Agricola G.D. Vajra – Piemonte – Pad. 10  Stand M4

 

Guida Vinitaly a Verona. Per quanto riguarda invece la seconda categoria il motto sarà “si accettano consigli”, sperando di coinvolgere proprio i lettori di questo blog, aprendomi ai loro suggerimenti e indicazioni in merito ad alcune vini/vitigni a cui vorrei dedicare maggiore attenzione. Tra di essi sicuramente Lambrusco, Barbera, Verdicchio solo per citarne alcuni, senza dimenticare il mondo delle “bollicine” (metodi classici, charmat, ancestrali, ecc).

Aspettando ansioso le vostre proposte, auguro sin d’ora a tutti un buon Vinitaly!

 

*Giornalista-pubblicista
Sommelier Ais

Immagini tratte da www.vinitaly.com