I Banchi a Ragusa Ibla: il pret a manger di Ciccio Sultano che ci fa impazzire

Letture: 240
I Banchi, stile e design anche a tavola
I Banchi, stile e design anche a tavola

di Marina Betto

A giugno scorso si è inaugurato I BANCHI a Ragusa Ibla nei bassi di palazzo Diquattro. In cucina c’è Giuseppe Canistrà uno dei due secondi chef del “Duomo” e il cibo “sultaneggia”. La firma di questo che non è solo un ristorante ma una basilica di gusto e arte è infatti dello chef pluristellato Ciccio Sultano che ha ideato e oggi realizzato questo luogo di ricevimento, questi erano i “banchi ” per i romani, luogo di mercato e assemblee cittadine, di giustizia e congregazione. All’interno del locale con muri in pietra viva e inserti in acciaio, una sorta di “putia siciliana”(bottega in dialetto siciliano), pane di grani duri antichi e ricercati, focacce e vari prodotti da forno si possono acquistare nei banchi interni, marmellate, olio,salse, una accurata selezione di formaggi , tutti prodotti del territorio ibleo. All’esterno lungo la strada i tavoli dove si pranza e cena in estate, uno scorcio cittadino suggestivo nella sua semplicità ravvivato dalla musica di qualche artista di strada che completa quella che è un’atmosfera accogliente e genuina che sa fare dei sapori una vera raffinatezza.

I Banchi, il menu
I Banchi, il menu

Una sera di pieno agosto visito il locale con alcuni amici e per la cena scegliamo il menù degustazione proposto a 48 euro esclusi i vini. Il personale attento e cordiale ci delizia subito le papille gustative con una polpettina di zucchina siciliana e pomodoro con ragusano che apre subito lo stomaco a quello che verrà, ostrica al naturale e spada affumicato poi fritturina di paranza, salina e croccante, un sorso di mare che ci ricorda che questo non è lontano pur trovandoci tra le piccole montagne iblee.

I Banchi, polpetta di zucchina siciliana
I Banchi, polpetta di zucchina siciliana

 

I Banchi, frittura
I Banchi, frittura

 

I Banchi, ostrica al naturale e spada affumicato
I Banchi, ostrica al naturale e spada affumicato

Proseguiamo con Triglia Abbuttunata con Acqua di Pomodoro servito a parte (ottima la consistenza del pesce ingentilita dal brodo) e a seguire Spaghetti alle Vongole e Cozze, saporiti e fragranti.

I Banchi, triglia abbuttunata con acqua di pomodoro
I Banchi, triglia abbuttunata con acqua di pomodoro

 

I Banchi, spaghetti vongole e cozze
I Banchi, spaghetti vongole e cozze

Fuori menù avevamo chiesto un’arancina e siamo stati accontentati dallo chef, segno tangibile che tutto viene preparato al momento e c’è una grande cura e volontà di accontentare il cliente. L’Arancina dei Banchi servita su salsa di Ragusano dop da cibo da strada diventa un piatto gourmet.

I Banchi, arancina su salsa di Ragusano
I Banchi, arancina su salsa di Ragusano

Il Tonno scottato con Peperoni e Cipolle si scioglie in bocca creando un perfetto equilibrio tra la carne del pesce sapida e la dolcezza dei peperoni in un mix di sensazioni che mi ricorda l’Oriente.

I Banchi, tonno scottato con peperoni e cipolle
I Banchi, tonno scottato con peperoni e cipolle

Segue un piccolo sorbetto di fragoline dell’Etna che rinfresca magistralmente il palato per accogliere i dolci, cannolo di ricotta vaccina con gelato di mandorla e tiramisu con granita di caffè; del primo colpisce la consistenza del cannolo friabile e croccante, del secondo il sapore netto del caffè senza sbavature.

I Banchi, sorbetto di fragoline
I Banchi, sorbetto di fragoline

La carta dei vini propone lo Yin e lo Yang del vino siciliano, selezione di Chardonnay, Catarratti, Grilli e Carricanti; Nero D’Avola e Nerelli ma anche Franciacorta, Aglianico, Nebbiolo e Brunello e per il dessert un’imperdibile Moscato di Noto.

Un’esperienza da fare per poter dire di aver gustato la nuova cucina siciliana, attaccata alla tradizione e insieme innovativa e leggera.

 

I Banchi

Via Orfanotrofio, 39

Ragusa Ibla (Rg)

Tel. 0932.655000

http://ibanchiragusa.it/i-banchi/