I migliori assaggi di AMA 2014, la seconda edizione dell’Anteprima del Montepulciano d’Abruzzo

Letture: 200
Anteprima del Montepulciano d’Abruzzo

di Maurizio Valeriani

Lodevole l’iniziativa, giunta alla seconda edizione, promossa dalla Camera di Commercio di Chieti insieme all’Associazione Italiana Sommelier Abruzzo, svoltasi dall’1 al 3 Marzo 2014, di presentazione delle nuove annate di Montepulciano e non solo. Nonostante  la mancanza di diverse aziende della provincia de L’Aquila (solo 1 azienda presente) e della provincia di Teramo (solo 3 presenti) abbiamo potuto assaggiare vini di una buona rappresentanza del resto dell’ Abruzzo.

Il Tema dell’Anteprima è stato sui generis, nel senso che anziché presentare l’annata che ciascuno vedrà entrare tra poco in commercio (annata diversa per ciascuna azienda) i produttori hanno presentato un campione di vasca del 2013 ed il resto dei vini in commercio.

Vi diamo quindi conto dei nostri migliori assaggi  dei vini delle 49 cantine presenti.

I Migliori Pecorino

Pecorino 2012 Civitas – Orsogna (vino biodinamico certificato Demeter) : note di  frutta secca, nocciola, spezia. Fresco, sapido, minerale, complesso ed elegante con finale di pesca bianca .90/100

il banco di assaggio dei vini di Orsogna

Pecorino 2012 Giocheremo con i fiori – Torre dei Beati: sapido, minerale e floreale con toni fruttati e speziati. Strutturato, piacevole ed avvolgente .90/100

Pecorino Parè 2013 – Cantina D’Ubaldo:  complesso, elegante,fresco,  ha toni di frutta secca e macchia mediterranea.87/100

Pecorino 2013 Yamada – Ciccio Zaccagnini: sentori di arancia, mela e frutta secca. Pieno, armonico e complesso. 85/100

Pecorino 2013 – Il Feuduccio: olfatto contrassegnato da note di nocciola, pera e spezia, con finale floreale. 85/100

 

I Migliori Cerasuolo d’Abruzzo

Cerasuolo 2013 – Cataldi Madonna: speziato, minerale, teso con note di prugna e finale agrumato e di frutta secca. 91/100

Cerasuolo 2013 – Speranza : tutto giocato su toni fumè, teso, ma di grande prospettiva, e finale agrumato. 90/100

Con le difficoltà del caso e tenuto conto che erano dei campioni di vasca spesso non attribuibili ad un’etichetta specifica ma alla produzione aziendale vi elenchiamo,  i nostri migliori assaggi del Montepulciano 2013, senza specificare le caratteristiche organolettiche, in corso di evoluzione.

Il banco di assaggio e i vini dell’azienda Speranza

I Migliori Montepulciano d’Abruzzo Anteprima 2013

Chiusa Grande: 91/100

Collefrisio: 90/100

Rocca dei Bottari Rubirò : 89/100

La Valentina: 89/100

Agriverde Piane di Maggio: 89/100

Nicola Di Sipio: 88/100

Tenuta Arabona Mia Natura: 88/100

Fattoria Teatina: 87/100

i vini di Fattoria Teatina

Terra d’Aligi Spinelli 87/100

 

I Migliori Montepulciano d’Abruzzo di altre annate

Montepulciano d’Abruzzo Coste di Moro 2010 – -Orsogna:  : elegante e complesso, minerale, sapido, profondo, fresco e espansivo. Tannino di tessitura fine e grandissima beva. 92/100

Montepulciano d’Abruzzo Tonì 2010 – Cataldi Madonna : sentori di prugna, spezia, finale agrumato, pieno e ricco e molto elegante . 91/100

Montepulciano d’Abruzzo Mazzamurello 2010 – Torre dei Beati:  bevibilità, profondità, lunghezza, armonia sono i descrittori di questo piacevolissimo montepulciano . 91/100

Montepulciano d’Abruzzo Lalò 2009 – D’Ubaldo:  : molto minerale  e di stoffa (come l’etichetta, che è appunto fatta di stoffa) questo vino , che conquista gradualmente il palato, lasciando una bocca armonica e fresca con ricordi fruttati, ematici e di grafite. 89/100

Anteprima del Montepulciano d’Abruzzo, alcuni banchi di assaggio

Montepulciano d’Abruzzo Riserva Il Fondatore 2008 – Miglianico: potenza ed eleganza a braccetto, per un vino profondo, equilibrato ed ancora giovane e vibrante. 89/100