Verticali e orizzontali
0

I migliori Piedirosso della Guida Mangia&Bevi del Mattino

12 gennaio 2016
La Sibilla in tre generazioni: Vincenzo, Luigi e Vincenzo

La Sibilla in tre generazioni: Vincenzo, Luigi e Vincenzo

Piedirosso che passione!. Ecco i dieci selezionati dalla Guida Mangia&Bevi 2016 del Mattino

1-Piedirosso dei Campi Flegrei doc 2014
La Sibilla
Forse la migliore versione di sempre, perfettamente centrata da Vincenzo Di Meo. Il sorso è leggero, fresco, elegante, assolutamente varietae: al nasi si percepiscono con chiarezza il geranio, un cenno di ciliegia e un rimando fmé, al palato è fresco, sottile, sapido e molto lungo. Una delle migliori version idi sempre da stappare e godere il prima possibile.
www.lasibilla.com

2-Colle Rotondella Piedirosso dei Campi Flegrei doc 2014
Cantine Astroni
Siamo davvero stati indecisi se mettere il rosso di Gerardo al primo posto. Viticoltura eroica nel cuore dell’area Napoli, entusiasmo, competenza, passione. Lo mettiamo dietro di un soffio, al fotofinish evitando la salomonica decisione dell’ex aequo giusto er un filo di sottilezza in meno al palato. Buono, da bere a secchi sulal cucina di pesce, di terra, come vi pare.
www.cantineastroni.com

3-Agnanum Piedirosso dei Campi Flegrei doc 2014
Raffaele Moccia

Saremo banali, ma ormai da molti anni è chiaro come si posizionano i viticoltori dei Campi Flegrei: sempre ai primi, magari scambiandosi il podio, ma non si scappa. Anche il rosso, ciliegioso e fresco, sapido e piacevole, di Raffaele Moccia ci colpisce per la perfetta interpretazione di una annata difficile ma che nelle zone calda ha dato belle soddisfazioni nel bicchiere.
www.agnanum.it

4-7 Moggi Piedirosso Pompeiano igt
Sorrentino
Adesso ci spostiamo sul Vesuvio dove spicca senz’altro il rosso della famiglia Sorrentino che da sempre propone un bicchiere fragrante e sottile. Agricoltura biologica, belle vigne esposte a Sud, beva facile, immediata e fresca. Un Piedirosso che entra nelle nostre corde e che immaginiamo sulla cucina tradizionale napoletana, a cominciare dallo spaghetto al pomodoro.
www.sorrentinovini.com

5-Gemma Lacryma Christi 2014
Michele Romano
Grande esperienza di vinificazione, rapporto diretto e storico con i conferitori che culmina in una grande pranzo con decine di loro nela cantina. Ecco perché Michele e la figlia Gemma, in collaborazione con l’enologo Antonio Pesce, riescono sempre a beccare le uve giuste da portare in cantina. E questo Piedirosso non fa eccezione: fresco, semplice, diretto e lungo. Un vero piacere da non perdere.
www.micheleromanovini.com

6-Grucccione Piedirosso Campi Flegrei 2014
Iovino
La bella novità quest’anno è l’apertura dell’agriturismo nel cuore dei Campi Flegrei. Così è possibile godere questo Piedirosso essenziale e piacevole nel migliore dei modi: sulla cucina dell’orto-mare tipica dei Campi Flegrei. L’esecuzione è tradizionale, in acciaio come ovunque, il frutto è sostenuto da una buona vena acida e dai rimandi sapidi e amaricanti del finale. Bella eseuzione.
www.agriturismoiovino.it

7-Lacryma Christi rosso doc 2014
Casa Setaro

L’ingresso di Carmine Valentino in questa piccola azienda avviene con questa vendemmia. Il rosso è molto bene interpretato, va in direzione della bevibilità e della piacevolezza non piaciona perché resta dentro i binari classici dello stile campano: freschezza, sapidità, mineralità. Per questo è un bicchiere da abbinare facilmente a tutta la cucina di mare e di terra.
www.casasetaro.it

8-Lacryma Christi del Vesuvio doc 2014
Cantina del Vesuvio
Per godervi questo rosso frescoe beverino realizzato da Antonio Pesce abbiamo un consiglio molto semplice: andate in azienda dove verrete sempre accolti con il sorriso e bevetelo su un piatto di spaghetit al pomodoro. Non so perché si dica così, ma vi assicuro che godrete come ricci. Fresco, sapido, lungo, bevibile. Da usare con gioia insieme agli amici.
www.cantinadelvesuvio.it

9-Vipt Lacryma Christi Rosso 2014
Cantine Olivella

La prima prova di Fortunato Sebasiano con questo vitigno sul Vesuvio. Un approccio globale che parte dalla viticoltura pulita, in linea con il progetto di Cantine Olivella a nord del vulcano. Il vino è molto tipicizzato all’olfatto, con il sentore di geranio che si confonde con quello di ciliegia ben matura. Al malato è allineato con la tipologia: fresco, sapido e minerale.
www.cantineolivella.com

10-Piedirosso dei Campi Flegrei 2014
Cantine Federiciane

Ecco un altro rosso che nasce a Napoli, sui Camaldoli, dove questa bela impresa gestita da ragazzi si sta facendo onore grazie ad uno stile semplice, non strillato, assolutamente piacevole. Il Piedirosso si conferma in questa direzione, è una bottiglia da stappare in allegria e senza formalismi per godere la freschezza e la piacevolezza della beva.
www.federiciane.it