Il dolce della domenica: Tiramisù al Fiano con le uova di Maffi!

Letture: 151
Le uova di Maffi nel nuovo contenitore Iso 9000 certificato dal modico costo di 950 euro

Ormai le uova di Maffi sono una leggenda. C’è chi dice siano indispensabili dopo un sabato di bagordi, altri sostengono convinti le loro proprietà nutritive e afrodisiache. Una cosa è certa: Lello Tornatore ha fatto il Tiramisù (nomen omen) con le uova di Maffi. Tutti quelli che ne hanno provato una fetta si sono messi ad inseguire caprette e vitelline tra i boschi del Terminio.

Ma la novità è il prezioso e raro contenitore Iso 9000.
“Tutti ingredienti di prima qualità – dice Maffi – studiato per valorizzare le uova e tenerle nel migliore dei modi possibili fino al consumo. Il cestino è fatto con legnetti del fiume Mekong di 150 anni raccolti a mano, la fodera è in Tasmania da pecore che fanno centodieci chilometri al giorno. Il cuoio delle rifiniture è ricavato da stalloni di razza siriana”.
Maffi, ma il chilometro zero?
“Sostanzialmente me ne fotto”.
Da cosa nasce l’esigenza di questo contenitore così prezioso?
“Lo può ben dire. Può essere usato per metterci carte da gioco, indumenti intimi femminili e le mie uova. La cosa più importante è che è certificato Iso 9000″
No, mi scusi, Maffi. Macchisenefrega?
“L’avvocato Paga-No del Foro di Santa Maria di Capua Vetere ha fatto una istanza di fallimento all’Interpol adducendo banali scuse sanitarie, proprie di chi confonde i nomi dei vini famosi facendo ridere mezzo mondo. Dunque siamo andati alla Asl di Latina dopo aver vinto il ricorso al Tar del Lazio”.
Notizie della gallina spagnola di Francoforte?
“Cortesemente e gentilmente preferisco non rispondere a questa domanda!”

La ricetta

Il Tiramisù della Tenuta Montelaura

Ingredienti
20 savoiardi – 1 bicchiere di rum –1 bicchiere di Fiano di Avellino DOCG- ½ bicchiere di acqua – 200 gr di zucchero – 4 tuorli -2 bicchieri di latte – 100 gr di farina – la buccia di un limone grattugiata – 100 gr di cioccolata fondente al 90% di cacao.

Preparazione del la crema pasticciera
unire i 4 tuorli con 100gr zucchero e lavorare fino a che il composto non diventi spumoso. Unire il latte , la buccia del limone grattugiata e la farina poco alla volta, per evitare che si formino grumi. Quindi mettere sul fuoco e far cuocere a fuoco basso fino ad ottenere una crema morbida.
Preparazione del dolce
Far sciogliere gli altri 100gr di zucchero rimasto in un bicchiere Fiano di Avellino DOCG, aggiungere il rum e in questo sciroppo bagnare 10 savoiardi uno alla volta e disporli uno accanto all’altro su un piatto di portata. Ricoprire con la crema pasticciera e spolverizzare di scaglie di cioccolata quindi fare un altro strato con altri 10 savoiardi imbevuti nello sciroppo al rum e versarvi sopra un altro strato di crema pasticcera e completare con abbondanti scaglie di cioccolato. Tenere in frigo almeno 3 ore prima di servire.
Abbinamento
Data la particolare consistenza ed aromaticità di queste uova, si consiglia un Marsala Vergine Riserva con titolo alcolometrico di 18° ed affinamento minimo 120 mesi.

La ricetta è della Tenuta Montelaura, residenza estiva di Maffi tra il fresco dei castagni

9 commenti

  • giancarlo maffi

    (30 maggio 2010 - 09:23)

    ma lei ,dott. Pignataro, si riferisce PER CASO a quel paga-no che confonde i Castelli con i Monti quando si parla di vini -VETRANO ? ma e’ una costante non vedo perche’ si debba stupire. l’origine e’ la stessa di chi confonde spigole d’allevamento con quelle di mare…

  • luigi grimaldi

    (30 maggio 2010 - 09:24)

    Maffi, ma le sue uova dove si comprano? Le voglio subito!!!!!

  • tumbiolo

    (30 maggio 2010 - 09:58)

    Confesso di essere uno dei pochi privilegiati, che ha provato il piacere del connubio tra le superbe uova di Maffi e la splendida cucina di Lello Tornatore e di sua moglie, in quella sintesi perfetta del tiramisù che vedete nella foto.
    Esprimo a loro la mia gratitudine e ringraziamento, nella speranza che essi mi rendano ancora partecipe, pur se non degno, di simili sublimi esperienze.
    Va da sè che, senza nulla voler togliere alla cucina di Lello e signora, peraltro notevole, il merito dell’eccellenza del piatto è tutto dovuto alle uova di Maffi, che con la loro “bufalosa” delicatezza nobilitano qualunque pietanza nella quale sono presenti.

    • Lello Tornatore

      (30 maggio 2010 - 16:27)

      Saremo sicuramente ben lieti di ricevere ancora la splendida persona del notaio Tumbiolo in Lucca, di cui apprezziamo in primis la indiscutibile abilità di certificatore(peraltro” personale” del dott. Maffi), ma anche la non comune e sobria eleganza(avemmo già modo di parlare delle chicche delle sue camicie con collo alla francese stile Tajani). Ma è fuori discussione il merito dell’eccellenza del piatto, che come il Notaio conferma, va ascritto interamente alle intrinseche capacità organolettiche delle ormai mitiche uova. Chi mi conosce sa che essendo un intransigente cultore dell’eccellenza delle materie prime, sono al di sopra di ogni sospetto di piaggeria verso il noto produttore di uova al latte di bufala. Pertanto consentitemi un consiglio spassionato a chi malauguratamente per lui decidesse di competere con tali uova : levate mano, è tempo sprecato!!!

      • Giuseppe Grammauta

        (30 maggio 2010 - 18:28)

        Se serve un’ulteriore conferma eccomi…testimone della famosa maionese preparata da Lorenzo!

      • tumbiolo

        (30 maggio 2010 - 20:12)

        Egregio ed esimio benefattore, La ringrazio per la gentile risposta e per la premura che Ella riserva alla mia persona.
        Mi corre però l’obbligo di invitarLa a non associare più la mia persona a tal Tajani, a me sconosciuto, il quale, sono sicuro, tutt’al più porterebbe una camicia con vela 12 e non con vela 7 come la mia da Lei citata.
        Colgo l’occasione per rinnovare a Lei e signora i sensi della mia stima, estesa sempre anche al caro Maffi.

        • Lello Tornatore

          (30 maggio 2010 - 21:14)

          @ notaio Tumbiolo in Lucca : scusandomi per la mia grassa ignoranza in tema di vele, non ho mai posseduto alcuna camicia a vela ne 7 e ne 12,ne tantomeno barche o altri oggetti che abbiano a che fare con le vele, l’associazione a quel nome, che nemmeno ripeto, è venuta perchè era il primo venutomi in mente. Rinnovo quindi la stima e la simpatia verso la sua stupenda persona, avendo cura di evitare attentamente per il futuro tali improvvidi accostamenti. Lei sarà sempre il benvenuto nella nostra umile dimora.

          • tumbiolo

            (31 maggio 2010 - 09:23)

            Egregio amico La ringrazio per le belle parole che Ella riserva sempre alla mia persona che, immeritatamente, ha avuto l’onore di essere suo ospite nella sua Tenuta Montelaura, ove spero di ritornare, magari con il simpatico ovivendolo Maffi.
            Quanto alle vele sarà un piacere affrontare con Lei, alla prima occasione, una conversazione sul tema.

  • Gennaro Albano

    (1 giugno 2010 - 10:27)

    Domenica ho consigliato a mia moglie…perchè non andiamo a trascorrere una bella domenica, come si dice , fuori porta e andiamo sul Terminio? C’è aria salubre , silenzio , una ricca vegetazione , insomma per chi vive in città una goduria!!. !Orbene , quando , con moglie e prole , siam arrivati sul Terminio , ahimè , apriti cielo , c’era una marea di individui di sesso chiaramente maschile , che rincorrevano (come nel film anche le donne avevano la coda) , tra l’erbetta dolci e gentil caprette e pecorelle , al grido “é Maffi che lo vuole!!” Viva le uova di Maffi”. Orbene era tanta la calca che abbiam soprasseduto al pranzo domenicale per far rapido ritorno alla maison , con l’incubo : vuoi vedere che al cospetto della mia prole e consorte , qualcuno di questi invasati prende la palla al balzo come diceva quel che voleva castrare il canguro . Al contempo voci di dentro asserivano che tal effetto era dovuto alle uova particolari (del Maffi) che risultavano essere tra gli ingredienti di un tiramisù preparato in una Tenuta del Torn a Tor , in quel di Forino . Da alcuni giorni sto prendendo in considerazione la possibilità di una mia , PERSONALE , SINGOLA , presenza presso la suddetta Tenuta ,così per semplice curiosità (o forse per veder l’effetto che fà!!!).Vi terrò informati!!

I commenti sono chiusi.