Il Melograno 2009 Rosato Daunia igt

Letture: 76
Sergio Grasso e Marika

LA MARCHESA

Uva: nero di Troia
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Non ho il polso della situazione al Nord, ma vi assicuro che questo nel Mezzogiorno Il Melograno è il primo caso di successo dovuto al passaparola della rete perché la Marchesa non è presente in alcuna guida cartacea. Una folgorazione alla scorsa edizione di Radici a Monopoli capace di convincere, come sempre avviene con il rosato, gli esperti e gli amatori, le due giurie i cui giudizi si incrociavano. Poi parte il tam tam e le 12mila bottiglie prendono il volo.


Ci troviamo dunque di fronte alla 2009, il primo vino dell’ultima vendemmia che assaggiamo e ritroviamo lo stesso entusiasmo, la stessa passione del 2008. Molti hanno già cominciato a prenderlo due mesi fa, per Natale.

Cerchiamo vini che nascano dall’equilibrio delle persone, come Sergio Grasso e Marika Maggi che hanno avviato questa impresa sorvegliati da Lucera: 11 ettari di vigneto in un latifondo di 180 dedicato al grano e in parte all’olio
Cerchiamo vini che costino il giusto, come questo a 3,5 euro più iva nonostante il tutto esaurito già annunciato, vini il cui prezzo alto sia giustificato solo dall’artigianalità dell’agricoltura praticata e non dalla rapacità commerciale di intascare il più possibile raccontando qualche storiella.
Cerchiamo vini che siano scopo di vita di chi li crea, che siamo coinquilini di chi li pensa.
Cerchiamo vini unici, non i più buoni ma diversi.
Cerchiamo vini che ci ricordino i luoghi visitati, gli occhi delle persone con cui abbiamo parlato, la passione che si cura del guadagno unicamente come mezzo per essere alimentata ancor di più.
Cerchiamo vini che cambiano il paesaggio
Cerchiamo vini che cambiano gli uomini

Il mare di grano che bagna i vigneti de La Marchesa

Il rosato La Marchesa è tutto questo. Quasi cerasuolo, brillante, vivo, dal naso esuberante di fragole, lampone. In bocca acidità vibrante, tosta, ottima sapidità, lungo e intenso, capace di stare bene con molti cibi ben diversi fra loro, dal lampascione al coniglio alla cacciatora per esempio, ma come non pensarlo su una barca beccheggiante nel mare saraceno di Otranto?
Bene, questo 2009 si apre proprio con ottimi auspici.

Sede a Lucera, La Marchesa. Tel 0881.524000. Ettari: 180 di cui 11 vitati. Bottiglie prodotte: 70.000. Enologo: Mauro Cappabianca. Vitigni: nero di TRoia, montepulciano, bombino, falanghina.

3 commenti

  • […] View original here:  Il Melograno 2009 Rosato Daunia igt « Luciano Pignataro Wineblog […]

  • CIRA

    (12 febbraio 2010 - 09:12)

    NON CONOSCO IL VINO, MA LA PRESENTAZIONE E’ UNICA. COMPLIMENTI.
    E’ POSSIBILE ACQUISTARNE?

  • Giulio Cantatore

    (12 febbraio 2010 - 15:25)

    Altro vino interessante di questa giovane azienda ,e Il Nerone ,un Nero di troia in purezza.

I commenti sono chiusi.