Il menu di Pasqua di Giuseppe Daddio. Tortano e casatiello

Letture: 152
Tortano e casatiello

Ingredienti:

farina debole   gr. 1000

farina forte   gr. 500

acqua   gr. 700

uova intere fresche  n°. 3

sale  gr. 50

zucchero   gr. 15

strutto  gr. 250

pecorino grattugiato  gr. 250

pepe gr. 20

lievito di birra (compresso) gr. 25

lievito naturale  gr. 300

___________________________________

Per il ripieno:

cicoli  gr. 500

salame Napoli rigorosamente di qualità    gr. 500

Procedimento:

impastare in macchina tutti gli ingredienti, tenendo lontano il lievito dal sale. Aggiungere infine il pecorino, il pepe, togliere l’impasto dalla macchina quando risulta liscio e ben impastato. Lasciar puntare i panetti una volta divisi  in parti uguali. intrecciare e poi posizionare al centro un uovo. Cospargere lo strutto sull’impasto, lievitare e cuocere a 170°C. per circa 50 minuti. Il tortano a differenza del Casatiello si presenta intrecciato e con l’uovo sopra simbolo di religiosità Pasquale. Il Casatiello invece stendiamo la pasta con un matterello, posizioniamo al centro i salumi, arrotoliamo e poi posizioniamo nello stampo.

Questa ricetta è stata presentata da Giuseppe Daddio nel corso alla scuola di cucina Dolce&Salato di Maddaloni.

3 commenti

  • antonio

    (21 aprile 2011 - 16:24)

    Grazie della riceltta, è tutto chiaro solo il particolare delle farine (debole/forte 9 cosa significa? Auguri a tutti

  • n'zogna zò

    (21 aprile 2011 - 16:45)

    farina forte =manitoba o americana, farina debole=doppio zero

  • Luigi Larocca

    (22 aprile 2011 - 10:48)

    Ma quello con le uova fresche sopra non è il casatiello: nell’articolo il riferimento è per il tortano…è un refuso?
    Grazie.

I commenti sono chiusi.