Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio Presidio Slow Food e la ricetta di Mario Avallone

Letture: 618
Giovanni Marino, titolare di Casa Barone foto m.p.

di Monica Piscitelli
Tra le produzioni dell’area del Vesuvio, quella dei Pomodorini del Piennolo è tra le più caratteristiche. I piccoli pomodori (20-25 grammi) coltivati nella zona sono riuniti in grappoli (schiocche) e legati con cordicelle di canapa. Devono il nome piénnoli (“pendoli”), o spongilli, all’abitudine di appenderli ad asciugare alle pareti o ai soffitti.
Si tratta di una verietà da serbo riconoscibile da due solchi laterali (coste), dalla buccia spessa e resistente e dalla presenza di un “pizzo” all’estremità.

pomodorino del Piennolo le confezioni di Giovanni Marino foto mp

Si semina in marzo-aprile e matura tra luglio e agosto. All’inizio dell’estate, secondo l’antico metodo di conservazione, i Pomodorini sono raccolti a grappoli interi e messi a conservare, appesi, fino all’inverno o alla primavera successiva. Questa pratica, oltre a rendere la loro polpa soda, compatta e povera di succo, consente il loro utilizzo in cucina per condire piatti di pesce, pizze e paste della tradizione campana praticamente tutto l’anno, anche quando è impossibile conseguire i migliori pomodori fuori stagione.
Sebbene non ci sia agricoltore vesuviano che non semini una fila di pomodorini “col pizzo” e non li metta da parte per l’inverno, i terreni migliori ad essi destinabili sono difficili da raggiungere e coltivare essendo spesso a quote alte, dove le colate laviche si sono trasformate in terreni scuri e sabbiosi.

pomodorini del Piennolo freschi di Casa Barone foto mp

Il Presidio, nato per la valorizzazione del prodotto e dell’arte che gli è sottesa, e sostenuto dal Parco Nazionale del Vesuvio, è destinato a essere tra quelli che Slow Food farà crescere, specie relativamente al numero dei produttori aderenti.

AREA DI PRODUZIONE:
Comuni alle pendici del Vesuvio (provincia di Napoli).

PRESIDIO SOSTENUTO DA:
Parco Nazionale del Vesuvio

RESPONSABILE SLOW FOOD DEL PRESIDIO
Vito Trotta
tel. +39 081 8044295, +39 340 6001837
workinprogress@aliceposta.it

REFERENTE DEI PRODUTTORI DEL PRESIDIO
Giovanni Marino
tel. +39 081 7711559, +39 348 2539506
agricola@casabarone.it

PRODUTTORI
Casa Barone
Massa di Somma (NA)
Via Panoramica Sellapane
Tel. +39 081 0606007 ,+39 348 2539506
agricola@casabarone.it
www.casabarone.it

Si ringrazia Slow Food Campania e il Responsabile Vito Trotta per le info tecniche su questo Presidio.

LA RICETTA CON IL PRESIDIO – Spaghetti con il Pomodorino del Piennolo

La Stanza del Gusto
Via Costantinopoli 100
80135 NAPOLI
tel. +39 081 401578
cell. +39 348 3396161
info@lastanzadelgusto.com

Ingredienti:
500 gr. di spaghettoni; 400 gr. di pomodorini; 1 o due spicchi d’aglio; 100 gr. d’olio; qualche foglia di basilico (facoltativa)

Procedimento (alla Avallone):
Un frutto speciale. Quando penso e tocco un Pomodorino del Piennolo, lo tratto e lo considero in maniera diversa da altri pomodori. E’ metafisico. Non occorre fare nulla: se li raccogli dal piennolo e li usi subito, bisogna tagliarli in due. Quello si: qualcosa bisogna pur farlo! Quando sono leggermente avanzati nel tempo, maturi, mi piacciono interi. Bisogna “schiattarli” (ndr: schiacciarli, far esplodere) con una forchetta e con il fuoco. Poi uno spicchio d’aglio intero per profumare l’olio. Ma quest’ultimo, capitolo a parte, deve essere delicato, dolce. Adoro il formaggio con la pasta e con il pomodoro, ma con il piennolo ne faccio a meno. E’ troppo. Per me rientra tra i piatti “superiori” e forse tra i più salutari che il nostro patrimonio territoriale generosamente dispone.

In abbinamento propongo: Terre del Gragnano 2009, Penisola Sorrentina Gragnano Doc

Il locale in pillole:
Da quando Mario Avallone ha lasciato la sede storica della sua Stanza del gusto per la attuale location in Via Costantinopoli, la sua fusione con Napoli è completa e totale. Istrionico conoscitore di prodotti e ricette della tradizione, Avallone tra il Cheese Bar al piano terra, con i suoi tavoli esterni proiettati sulla vita di fuori, e il ristorante gourmet vero e proprio al primo piano, esprime la sua creatività incontenibile. Il locale è accogliente e di gusto, sede di corsi e degustazioni di ogni tipo. La cantina per l’affinamento di formaggi e salumi, il mercatino del bio completano il quadro.

3 commenti

  • denny

    (16 febbraio 2011 - 15:32)

    Grazie Monica, il Gragnano fortunatamente lo trovo (Grotta del Sole, Sannino, Astroni) mi riferivo al particolare pomodoro che fino ad oggi non ho trovato nella grande distribuzione né dai fruttivendoli.
    Magari sai darmi qualche dritta…

  • Monica Piscitelli

    (16 febbraio 2011 - 16:05)

    Denny io credo che in alcuni esercizi, Marino lo mandi coprendo tutta Italia. Ma mi sa che devi contattare loro. Grazie a te.

    • denny

      (16 febbraio 2011 - 16:40)

      Perfetto, ho trovato il sito molto esauriente e con un buon negozio in quel di Milano.
      Ancora grazie!

I commenti sono chiusi.