Il Puro 2011 Falanghina Campania igt Villa Lupara

Letture: 125
Falanghina 2011 Villa Lupara

L’ossigeno, come tutte le cose, è vita ma anche morte. Regala il respiro ma fa invecchiare, all’uomo come al vino. Ecco perché il vero nemico del vino, e di tutti i cibi, resta l’esposizione all’aria con la quale inizia il processo di decomposizione.

Questo è il motivo per cui è ancora oggi luogo comune la preferenza verso i vini freschi di annata da parte di chi non conosce la materia o non ne è appassionato. Istintivamente si pensa a qualcosa di più sicuro e naturale. In realtà non è così, perché da tempo i processi di vinificazione, dalla campagna alla cantina, sono in grado di garantire lunga, lunghissima vita ai vini, anche a quelli che prima duravano poco.

I solfiti restano però l’alleato migliore per chi si aspetta lunghe evoluzioni, ma il problema è che non sono salutari.

Raffinate tecniche hanno reso possibile abbassare sempre di più la soglia necessaria per litro. Eppure è proprio questa la sfida su cui sono impegnati molti un po’ in tutto il mondo.

Una punta di eccellenza di questa ricerca è in Campania, dove l’imprenditore Luigi Coppola, specializzato da sempre nel biologico (è leader mondiale nella produzione purea di ortaggi e frutta usate nel baby food) in collaborazione con Nicola Trabucco sembra aver centrato l’obiettivo: solfiti zero, neanche la quantità minima ammessa per poter scrivere «Senza solfiti» che si sviluppa nel processo di vinificazione.

Un vino biologico, dunque, e non da agricoltura biologica.

Che pure c’è ed è certificata a Villa Lupara, che vede impegnati la moglie Lena e i figli Domenico e Daniela. Un gioiello di agricoltura biologica sulla collina da cui si domina Salerno e il suo Golfo. Si producono uva da vino e da tavola, albicocche, arance, mele, olive da mensa e da olio, pesche e noci.

Qui nasce la Falanghina 2011, provata anche la 2010 e un Greco 2009 senza solfiti.
Spinta acida, fruttata e floreale, piena e lunga nel palato, sapida e senza dolcinerie inutili. Un bianco da abbinamento alla fresca cucina dell’estate, figlio di un progetto rigoroso e di avanguardia. La Campania del vino non finisce mai di sorprendere. In positivo.

SALERNO Via Fossa Lupara 12 Località Croce Tel. 089 228798 www.villalupara.it Enologo: Nicola Trabucco Ettari: 3,5 Prezzo: 5 ,5 euro 0,5 litri