Il Sannio Consorzio Tutela Vini protagonista al Gran Finale di Wine&thecity

Letture: 109

vino-e-napoli

Il presidente Rillo: “Valida azione di promozione su Napoli, città che storicamente rappresenta il mercato di prossimità più importante delle nostre produzioni»
I vini delle aziende aderenti al Sannio Consorzio Tutela Vini saranno protagonisti del Gran Finale di Wine&Thecity, il fuori salone del vino che si svolge a Napoli. L’appuntamento con il Gran Finale è programmato per mercoledì 20 maggio, dalle ore 19.30 alle ore 23.00. Wine&Thecity, evento che quest’anno tocca la sua settima edizione, è una festa mobile, un evento diffuso e in movimento. Un’azione collettiva che mette in rete menti creative e in moto la città. Ogni anno partecipano alla rassegna più di 100 location tra boutique, gioiellerie, gallerie d’arte e design, grandi alberghi, atelier di artisti e creativi, ristoranti, wine bar, giardini, monumenti e vigne metropolitane in una staffetta di appuntamenti intorno alla cultura e al piacere del buon vino.
Il Gran Finale di quest’anno invaderà uno dei luoghi più suggestivi e meno conosciuti del centro storico: lo Scalone monumentale di Montesanto, opera del Filangieri del 1880, cerniera tra la collina e il ventre della città. La scenografica scalinata ospiterà l’azione d’arte Living stairs del collettivo 137/A e i ritmi e le suggestioni di Swingin’ Napoli.
I vini a Denominazione di Origine del Sannio saranno invece di scena nella cornice del Q.I – Quartiere Intelligente – laboratorio sperimentale per l’ecosostenibilità e spazio di produzione artistica e verranno proposti in abbinamento a diversi prodotti locali, tra cui i taralli partenopei e le mozzarelle di bufala campana Dop, accompagnati dalle iniziative del Club Amici del Toscano.
«La città di Napoli, con il suo ampio bacino di consumatori, geograficamente rappresenta – spiega il presidente del Consorzio Sannio, Libero Rillo – il più importante mercato di prossimità dei vini sanniti, come di quelli campani. La tavola napoletana è uno scenario di consumo storico per i nettari della nostra terra, oltre a costituire un abbinamento ideale con i vini ottenuti dai vitigni autoctoni che caratterizzano la nostra produzione, a partire dalle etichette Falanghina del Sannio Doc e da quelle Aglianico del Taburno Docg. In quest’ottica – sottolinea Rillo – diventa particolarmente importante mettere in campo azioni di promozione che mirano ad esse sempre più presenti sul mercato partenopeo, considerato che parliamo anche di una meta importante per i flussi turistici italiani e stranieri. Partecipazione che diventa ancora più convinta quanto si tratta di eventi consolidati di qualità come Wine&Thecity».