Ilaria Carla Anna Borletti Dell’Acqua in Buitoni: in Italia si mangia male perché stiamo dietro ai francesi

Letture: 156
Carla Anna Borletti

Ilaria Carla Anna Borletti Dell’Acqua in Buitoni, in una intervista a Panorama ha dichiarato: “Giudico negativamente il livello degli chef italiani. In Italia si è smesso da tempo di mangiar bene. Siamo corsi dietro alle mode, ai francesi, allontanandoci dalla nostra idea di cucina”.

Non stiamo su scherzi a parte, questa signora con tre nomi e tre cognomi è il sottosegretario ai Beni Culturali. Non sta parlando della bouvette di Montecitorio, ma di una delle poche cose che funzionano in Italia.

La Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare de’ noaltri forse non sa che la qualità della cucina del Belpaese è inversamente proporzionale alla qualità dei politici.

Il resto sul mio blog del Mattino

Mi preoccupo non per la cucina italiana, che va avanti senza la politica, ma per i Beni Culturali.

13 commenti

  • Nunzia Gargano

    (20 maggio 2013 - 10:02)

    Senza parole!

  • beniamino d'agostino

    (20 maggio 2013 - 10:54)

    Leggo da qualche parte che questa illustre idiota sia stata messa a fare il sottosegretario per aver contribuito alla campagna elettorale della lista Monti con 700mila euro.

    Detto questo, che non mi pare poco per qualificare i meriti della Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare, ed astraendomi dalle facili ironie, la suddetta è l’ennesimo esempio del totale distacco che c’è tra questi “soggetti” di palazzo e la vita reale,

    Qui si passa dai ristoranti sempre pieni di Berlusconiana memoria, al politico vigneron/velista/esperto di scarpe, vestiti e cravatte su misura, D’Alema, al Bankierpremier Monti, che di quello che accade nella vita reale di tutti i giorni sanno solo quello che riportano le veline e che a loro giunge ovattato e come fosse realtà virtuale.

    Si è detto che una risata li seppellirà, io sto pensando a vanghe e forconi.

  • Antonio Mastandrea

    (20 maggio 2013 - 10:54)

    Purtroppo spesso si parla senza collegare il cervello alla lingua. Se in Italia i nostri politici avessero solo una piccola parte della capacità dei nostri chef ….. non dovremmo lamentarci tanto dei nostri guai!

  • Antonio Cacciola

    (20 maggio 2013 - 11:01)

    Mi riservo di commentare con calma, e serena documentata riflessione, ma così a naso la levata di scudi contro mi convince assai meno del giudizio impietoso del Sottosegretario. Francesi a parte… O spagnoli che siano, le mode provinciali, sempre tali restano.

  • Giustino Catalano

    (20 maggio 2013 - 11:09)

    Concordo e aggiungo che è colpa degli chef se le mura di Pompei cadono alle prime piogge. Complimenti signora Sottosegretario! Arguta e attenta.

  • leopoldo

    (20 maggio 2013 - 12:40)

    In Italia si mangia mediamente bene, in molti posti MOLTO bene, in tanti posti segnalati dietro mazzetta non si mangia bene.
    Questo il mio modestissimo parere, e posso aggiungere che ho mangiato in molti Paesi.

    Quanto a questa donna, eevidente segno di come l’italia sia alla frutta (e quella da supermercato ovviamente) evidentemente va nei Ristoranti segnalati dietro mazzetta e forse dietro ai fornelli c’è stata poco. Scapperebbe da dire una cosa politically uncorrect. ;DD

    Comunque prepariamoci, ora dirà che la moda italiana non è più quella di una volta che il rosso delle Ferrari si è sbiadito e così via.

    Gli utili idioti si sprecano di questi tempi

  • giovanna

    (20 maggio 2013 - 12:45)

    ma estrapolare un concetto da un’intervista che senso ha?quello che ha detto potrebbe essere vero almeno in parte, e visto che il buon mangiare italiano è apprezzato in tutto il mondo ed è un fatto culturale che produce ricchezza non vedo il problema! che po i ci siano importanti problemi da risolvere e che ci siano troppe trasmissioni dove si parla di cibo è pur vero. l

  • marco de amici

    (20 maggio 2013 - 12:49)

    non c’è davvero limite all’ignoranza di questa persona!!!! purgati contessa!!!!!!

  • Carmine

    (20 maggio 2013 - 16:29)

    Non c’è più morale Contessa….io te mettess’a’pane cuotto,(che poi pensandoci è una nobiltà gastronomica).

  • Arcangelo Di Chiara

    (20 maggio 2013 - 23:31)

    concordo sicuramente con te per ciò che hai scritto sul blog del mattino,
    ma per le affermazioni fatte nell’ultimo paragrafo dello stesso, sei stato grande e, a mio avviso forse troppo benevolo.
    ad maiora.

  • Annamaria Famiglietti

    (21 maggio 2013 - 11:55)

    Evidentemente la dieta mediterranea, patrimonio Unesco e la riconosciuta ed apprezzata nel mondo, cucina Italiana, non colpisce la Borletti, Buitoni perchè non è un suo “luogo del cuore”.

  • Carlo Sardo

    (22 maggio 2013 - 09:01)

    ….per lei mangiare bene, forse, significa minestre precotte della Buitoni?…

  • Felice Senatore

    (22 maggio 2013 - 14:36)

    Bravo giusta osservazione: …….forse perché è una delle poche cose che va bene nonostante i politici?

I commenti sono chiusi.