Il vino di Pasqua è…Nero Nè 2007 Taurasi Il Cancelliere!

Letture: 205
Nero Ne 2007 Il Cancelliere
Nero Ne 2007 Il Cancelliere

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: 15-20 euro circa
Fermentazione e maturazione: legno

La sintesi di questo bicchiere è presto fatta: ricorda i primi vini di Salvatore Molettieri venduti a 5000 lire nell’enoteca Santa Lucia a Napoli. La seconda osservazione riguarda senz’altro i tempi, perché adesso, e solo adesso, questo rosso ha raggiunto un equilibrio che lo rende stappabile senza dove dire la solita frase: troppo giovane.
Sono stati necessari tutti questi anni per addomesticare i tannini e l’acidità di un’annata esuberante, un estratto secco che supera i 34 grammi per litro, alcol sopra i 14,5. Ma adesso la soddisfazione è grande perché solo con questo procedimento (affinamento in botti di rovere di Slavonia per almeno due anni), nessun filtraggio e ovviamente nessuna chiarifica adesso questo vino ottenuto da piante di circa 30 anni a 600 metri su suolo argilloso calcareo riesce ad esprimere il meglio.
Annata difficile, la 2007, perché calda, ma molto amata dagli enologi per la sua essenziale faciltà di esecuzione in cantina. Il rischio all’orizzonte è sempre il tono monocorde che in questo caso è scampato perché Antonio Di Gruttola ha interpretato alla grande il millesimo conferendo complessità, potenza e freschezza al tutto.
Un vino della Pasqua, insomma, da bere in compagnia per la sua essenziale semplicità regalata dal frutto di ciliegia maturo e concentrato, ma anche con l’occhio rivolto a chi cerca toni sapidi e minerali, effetto fumé, buccia di arancia e quant’altro è tipico di questo vino.
Si tratta di un rosso della biodiversità: non può piacere a tutti, ma sicuramente esprime un carattere unico, compiuto.
Lo si può aspettare ancora a lungo.

Sede a Montemarano. Contrada Iampenne. Tel.0827.63557 www.ilcancelliere.it Enologo: Antonio Di Gruttola. Bottiglie prodotte: 26.500 Ettari: 7 di proprietà. Prezzo in enoteca 30 euro