Impeto 2003 Beneventano igt

Letture: 32

TORRE DEL PAGUS

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Ricordiamo così e salutiamo per sempre Luigi: con l’ultima annata del vino a cui ha dedicato i maggiori sforzi nella sua brevissima vita: l’Impeto. Dobbiamo dire nelle ultime degustazioni coperte per la guida Touring che aveva interpretato alla grande l’annata 2006 della Falanghina piazzando sia la Beneventano igt che la Taburno doc ad alta quota sfiorando l’ingresso in finale con la prima. Ma è questo rosso la sintesi migliore del suo impegno enologico perché ad esso concentrava la sua massima attenzione, sopattutto dopo l’exploit dell’annata 2001 e la buona prestazione della 2002. Giunto alla terza edizione, Luigi ha dovuto far fronte ad un’annata particolarmente difficile per i rossi di lungo invecchiamento perché spesso privi di quella spinta acida necessaria alla frutta per potersi esprimere al meglio: un problema che riguarda relativamente anche l’Aglianico la cui vendemmia è comunque tardiva e ha potuto usufruire delle ultime escursioni termiche, soprattutto in questo terroir collinare. Il risultato è un rosso più potente dei precedenti, un po’ meno fresco ma sicuramente più pronto e pieno di frutta, una buona esecuzione destinata comunque ad evolversi nel corso degli anni. Una evoluzione che il nostro giovane amico non potrà vedere, ma che noi, se avremo la possibilità, gli racconteremo. Ciao Luigi.

Sede a Paupisi, via Cirasiello 20-21. Tel. 0824.886084. torredelpagus@email.it. Enologo: Luigi Rapuano. Ettari: 5 in proprietà e 4 in conduzione. Bottiglie prodotte: 20.000. Vitigni: aglianico, falanghina.