Impeto 2004 Aglianico Beneventano igt

Letture: 26

TORRE DEL PAGUS
Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Vino del cuore
E così abbiamo provato la 2004, vedemmiata dal giovane Luigi Rapuano scomparso nell’estate 2007 e completata da Maurizio De Simone. Un Aglianico in perfetta continuità con le versioni precedenti e, a proposito dei dibattiti in corso che segnano le uscite delle guide specializzate in questo momento, terribilmente moderno perché antico: il colore infatto è un bel rosso rubino non concentrato con unghia sfumata, il naso presenta sentori di frutta rossa appena appena speziata dall’uso parsimonioso di un legno ben usato e ben digerito. In bocca l’attacco è brusco, ruspante, con la freschezza padrona della beva sin dai primi secondi, nessuna concessione dolce nemmeno all’inizio, segnalata da grande struttura, equilibrio fra alcol e tannini, chiusura pulita ed efficace. Un rosso insomma capace di convincere la tavolata finale della serata di presentazione della guida ai vini del Sannio che abbiamo tenuto a Cerreto alla Trattoria Masell su in montagna. Personalmente sono convinto che questa debba essere la strada da imboccare per l’Aglianico del Taburno che non ha i picchi acidi e minerali di quello Irpino ed è sostanzialmente più tondo. Comunque un’altra osservazione da fare riguarda l’annata: anche qui la 2004 è stata parrticolarmente fortunata per i rossi grazie all’annata che da sola ha riequilibrato tecniche impostate sulla concentrazione diluendole con le giuste piogge e la forte escursione tecnica di una estate sostanzialmente fresca. Devo dire che è mi ha fatto molto piacere vedere che l’azienda di Luigi va avanti grazie al padre, alla sorella e all’amicizia disinteressata di persone come Maurizio De Simone e Massimo Di Carlo, ex presidente della Cantina Sociale di Solopaca, che cura l’aspetto commerciale. Il vino, nonostante tutto, riesce ancora ad esprimere dei valori di solidarietà umana e di impegno etico difficilmente riscontrabile in altri prodotti. Chi ama l’Aglianico un po’ tradizionale ma non vecchio, non abbia dubbio: faccia scorta di questo rosso e lo conservi perché la sua longevità è praticamente infinita.

Sede a Paupisi, via Cirasiello 20-21
Tel. 0824.886084
Email: torredelpagus@email.it
Enologo: Maurizio De Simone
Bottiglie prodotte: 20.000
Ettari: 5 in proprietà e 4 in conduzione
Vitigni: aglianico, falanghina