In pizzeria con quattro Comunità del cibo del Medio Volturno per Terra Madre Campania

Letture: 132


Da sinistra Manuel Lombardi, Pasqualino Rossi e Antonio Puzzi

di Antonella D’Avanzo

Con l’anno nuovo puntando lo sguardo verso il futuro e alla ripresa del nostro Paese insieme alla gioia di vivere e alla voglia di non arrendersi mai con una grande forza propositiva Slow Food Volturno e Pro Loco Alvignanese, presso la pizzeria-osteria “Elite Rossi” di Alvignano, hanno promosso la presentazione del libro “Terra Madre in Campania” realizzato da Slow Food a cura di Antonio Puzzi.

Antonio Puzzi durante presentazione di Terra Madre in Campania

 

Il libro

Occasione in cui sono state presentate le quattro Comunità del cibo presenti nel Medio Volturno: gli Agricoltori Custodi Colline del Caiatino, la Comunità Castagna Ufarella dei Monti Trebulani, la Comunità dei Produttori dell’Oliva Caiazzana, i Produttori delle Colline del Medio Volturno.

Il tavolo dei produttori

 

Un momento della serata con Rita Abagnale

 

L'intervento di Manuel Lombardi e Carmine Bonacci

L’evento è stato organizzato per portare la viva voce di chi questa terra ce l’ha dentro, con il racconto di piccole e grandi storie di resistenza contadina che narrano di persone, le quali, difendono e tutelano la cultura rurale, la memoria, la tipicità e le tradizioni. Uomini con le mani rovinate dalla terra e bruciate dal vento, di grandi passioni e di forte vitalità, che hanno dovuto adeguare i propri ritmi di vita con quelli dettati dai tempi moderni, uomini che, quotidianamente, nel loro lavoro impiegano il cuore e ci mettono la faccia per presentare i propri prodotti e le proprie idee. Agricoltori e produttori, artisti del saper aspettare.

Nicola Sorbo durante il suo intervento

Ad aprire e a presentare la serata è stato Nicola Sorbo, fiduciario Slow Food Condotta Volturno, il quale si è soffermato sul lungo e prezioso lavoro profuso negli anni in quest’area, sull’importanza del valore delle relazioni ovvero il contatto diretto dal produttore al consumatore che consente la promozione e la valorizzazione del territorio; ha inoltre sottolineato che i giovani devono credere fino in fondo nell’agricoltura, perché rappresenta un comparto per la ripresa economica per la nostra Nazione.

Angelo Mastroianni durante il suo intervento

È stato seguito da Antonio Puzzi, Consigliere Nazionale Slow Food, il quale ha definito questo libro “vivente” perché ha come protagonisti gli attori e le storie della Terra Felix ed afferma che questo tema parte dallo slogan “Cibi che cambiano il mondo” usato nell’edizione 2012 del salone del gusto di Torino: il significato è raccontare la straordinaria diversità agroalimentare di ogni continente dando voce a tutti i piccoli produttori che danno vita a cibi la cui qualità è definita dalla bontà organolettica, dalla sostenibilità e dalla giustizia sociale.

La presentazione si è conclusa con gli interventi dei produttori appartenenti alle quattro Comunità che hanno portato le loro appassionanti, emozionanti ed avvincenti storie, il loro amore per questa grande terra madre e i loro prodotti.

Assaggio di tagliarielli e ciceri di Castel di Sasso

 

zuppa di fagioli cerati di Alife con castagne Ufarelle

 

Formaggio caprino, pancetta di maiale razza casertana, peschiole

Un plauso è andato alle istituzioni presenti vicine a queste realtà: Stefano Giaquinto, sindaco di Caiazzo e assessore all’Agricoltura della Provincia di Caserta e Angelo Di Costanzo, sindaco di Alvignano.

Stefano Giaquinto

A deliziare gli ospiti dell’evento sono stati i piatti del noto e gioviale pizzaiolo Pasqualino Rossi e sua madre Rita che hanno offerto un menù preparato con i prodotti delle Comunità del Cibo accompagnato dalla birra artigianale del birrificio Karma di Alvignano.

Pasqualino e sua madre Rita

 

Pasqualino Rossi inforna le sue pizze
Pizza Volturno (con provola affumicata, olive caiazzane e rape sfritte)

 

Birra Karma

Una grande famiglia con il culto dell’eccellenza e della qualità dei prodotti che riesce a garantire un cibo buono, giusto e pulito.

 

Foto di Antonella D’Avanzo


Elenco dei produttori:

Agricoltori Custodi Colline del Caiatino (pomodori e legumi)

– Michele Barbiero, Villa Santa Croce – Piana di Monte Verna – cell. 333.6081701

– Assunta Zullo, via Lavone 12 – Ruviano – tel. 0823.860275

– Antonio Parillo – Castel di Sasso

– Francisca De Marco – Castel di Sasso

– Rosa Coppola – Ruviano

 

Comunità Castagna Ufarella dei Monti Trebulani

– Giovanbattista Sabino, via Roma 15 – Treglia di Pontelatone – cell. 347.7874031

– Giuseppe Parillo, Treglia di Pontelatone – cell. 349.6784365

 

Comunità dei Produttori dell’Oliva Caiazzana

– Antonio Sangiovanni, via Monte Milo 3 bis – Caiazzo – cell. 339.3275628

– Antonio Buono (az. Selvanova), via Selvanova – Squille di Castel Campagnano – tel. 0823.867261

 

Produttori delle Colline del Medio Volturno

Mario Parente (az. I Verticelli), via Marconi – Vairano Scalo – cell. 335.1342254 (prodotti orticoli freschi e conservati, peschiole)

– Mario Cipriano (az. Karma), corso Umberto I – Alvignano – cell.346.8592002 (birra)

– Tommaso Mastroianni, Villa Santa Croce – Piana di Monte Verna – cell.338.6958238 (olio e vino)

– Angelo Mastroianni, Villa Santa Croce – Piana di Monte Verna – cell.329.7296897 (miele, legumi, pomodori)

– Carmine Bonacci, via Curti – Giano Vetusto – cell. 327.3358473 (formaggi)

– Angelo Aiezza (az. Amico Bio) – Giano Vetusto – cell. 340.3979196 (carni e insaccati di suino casertana)

– Gennaro D’Andrea – Pietravairano – cell. 335.241998 (funghi, tartufi, nocciole, legumi)

– Lorenzo Pascarella – Bellona – cell. 3332561702 (pizza figliata)