Inaugurata a Caiazzo la prima Ristobottega ed enoteca di vini Pallagrello: P.A.M. 1870, vino e gastronomia della Terra del Buono

Letture: 490
P.A.M. 1870 Ristobottega. I protagonisti del progetto (foto AD)

di Antonella D’Avanzo

Storia, tradizione, amicizia, classe e buon gusto hanno dato vita alla  Ristobottega “P.A.M. 1870”, inaugurata lo scorso lunedì sera in via Latina a Caiazzo alla presenza del sindaco Tommaso Sgueglia, dell’assessore al commercio Antonio Ponsillo, di giornalisti, produttori, appassionati del settore e numerosissime persone attratte da questo progetto unico, originale ed innovativo.

Un “opening in gran stile” che ha riscosso uno strepitoso successo, dove ogni momento, è stato curato nei minimi particolari.

P.A.M. 1870 Ristobottega. L’ingresso (foto di Alessandro Santulli)

“P.A.M. 1870” è la prima ristobottega dell’alto casertano e prima enoteca di vini Pallagrello. Un Ristorante – Bottega capace di emozionare, gratificare, preservare tradizioni, promuovere e tutelare il territorio, dove si unisce la vendita di prodotti tipici sfruttando i vantaggi della filiera corta con i piccoli produttori locali alla ristorazione.

Il progetto, un sogno che diventa realtà, è nato da incontri casuali e messo in piedi dalla forza e dalla tenacia di due giovani, Antonio Di Tucci e Daniele Ricca, che hanno deciso di mettersi gioco investendo sul territorio, la “Terra del Buono”. Il loro obiettivo? Diffondere le tradizioni e la cultura della terra in cui nasce.

P.A.M. 1870 Ristobottega. La presentazione del progetto (foto di Alessandro Santulli)

Molto apprezzata è stata la bellezza e la sacralità del luogo: un incantevole frantoio del 1700, riportato alla luce grazie al lavoro e alla passione del mastro falegname Salvatore Ciaramella e dell’architetto Angelo Rossolino. Due amici, grandi professionisti, con una bella storia da raccontare.

P.A.M. 1870 Ristobottega. La sala ristorante con cucina a vista (foto AD)

Durante il rinfresco inaugurale a base di mozzarella di bufala aversana e Asprinio di Aversa, pasta zucca e salsiccia, dolci natalizi e tanto altro ancora preparato dallo chef Gianluca Peluso, i protagonisti della ristobottega si sono presentati ed hanno esposto il progetto e parlato della ricerca delle tipicità casertane.

P.A.M. 1870 Ristobottega. I dolci natalizi preparati dallo chef Gianluca Peluso. (foto AD)

 

P.A.M. 1870 Ristobottega. I dolci natalizi preparati dallo chef Gianluca Peluso. (foto AD)

È un locale che si differenzia da tutti i locali presenti sul territorio. Qui, si possono provare i piatti della tradizione casertana, gli affettati e i formaggi locali oppure, molto più semplicemente, si può bere un aperitivo in compagnia. Il tutto in un ambiente bello, autentico e confortevole sia nelle decorazioni che nella scelta dell’arredamento.

P.A.M. 1870 Ristobottega. Alcune etichette di vini Pallagrello (foto AD)

E la particolarità, qual è? La particolarità è che possiamo conoscere e acquistare le eccellenze della provincia di Caserta e degustare tutte le etichette di vini Pallagrello.
P.A.M 1870 Ristobottega

Via Latina, 72

81013 Caiazzo (Ce)

www.pam1870.it

pam1870ristobottega@gmail.com

Fb: Pam1870 #ristobottega

Tel. 0823.1879355

Antonio Di Tucci 328.7292745

Aperto la sera. Dal 1° gennaio 2015, chiuso il martedì.