Irenico Salice Salentino 2006 doc

Letture: 101

LOMAZZI E SARLI
Uve: negroamaro (70%), malvasia nera
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

LOMAZZI E SARLI
Eccomi qui, mentre mi dedico a un rosso. E’ il Salice Salentino Rosso Irenico 2006 della cantina Lomazzi e Sarli. Siamo in Puglia e più precisamente in terra brindisina. La zona è Latiano, proprio nel cuore del Salento. L’azienda nasce nel 1896 e viene acquisita dalla famiglia Dimastrodonato nel 1980 mantenendo il nome, quale etichetta già conosciuta nella viticoltura regionale.
Negli anni, per fortuna, sviluppa la sana voglia di dedicarsi ai vitigni autoctoni della propria terra rendendo centro l’amore per il proprio territorio e indirizzando al biologico il loro lavoro.
Questo Irenico 2006 è composto di Negroamaro (70%) e Malvasia nera (30%): per questo è ovvio che ci si aspetti determinate caratteristiche che, in effetti, nel corso della degustazione non tardano ad arrivare, anche se alcuni tratti sono percorsi, per dir così, “a grandi linee”.
Certo non delude: alla vista ha uno splendido colore rubino intenso, brillante, carico ma decisamente ancora vivo. Al naso è ricco ma non eccessivamente complesso. Subito la confettura e piccoli frutti rossi maturi attirano l’attenzione. Noto un sentore di foglie di tabacco chiuso ma gradevole, tipico. Avverto poi la classica amarena sotto spirito. Al palato ha una bella forza. Ritornano alcune delle sensazioni retro olfattive che vanno subito amalgamandosi alla prepotenza del bicchiere. E’ irruento, caldo, alcolico; risulta pieno nella struttura.
Lo trovo pulito e gradevole, di buona beva, magari con una piccola mancanza sull’eleganza che non pregiudica però la piacevolezza di questo bicchiere. Buona la persistenza e davvero sorprendente la freschezza che riesce a esprimere. In tavola l’ho provato con una tagliata di manzo, di quelle vere, al sangue con del sale affumicato e un giro d’olio pugliese aromatizzato dal cuoco al rosmarino. L’abbinamento può spostarsi anche verso formaggi piccantini e ben stagionati. Bel bicchiere che unitamente alla qualità rivendica il suo prezzo molto contenuto e accessibile.

Questa scheda è di Sara Marte

La sede è in contrada Partemio, strada statale 7 Brindisi-Taranto, in Latiano, in provincia di Brindisi.
Tel.e Fax: 0831 725898.
www.vinilomazzi.it .
lomazzi-sarli@vinilomazzi.it
Ettari: 108
Enologo: Nicola Laricchiuta
Vitigni: negroamaro, malvasia nera, primitivo, montepulciano, aleatico, susumaniello, malvasia bianca, fiano.