Ityos Moscato Basilicata Igp 2013 | Voto 84/10, winner a Radici del Sud

Letture: 125
Ityos Moscato Basilicata Igp 2013 Tenute Iacovazzo

Tenute Iacovazzo
Uva: moscato
Fascia di prezzo: 10,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 25/30 – Palato 25/30 – Non omologazione 29/35

La viticoltura della Basilicata non è soltanto circoscritta all’Aglianico del Vulture, che resta comunque sempre il fiore all’occhiello dell’eccellenza vitivinicola regionale, ma per fortuna negli ultimi tempi si spinge ben oltre valicando i confini provinciali, passando da Potenza a Matera. E proprio qui si dà libero sfogo ad ogni sorta di sperimentazione ampelografica.

Prendiamo per esempio Le Tenute Iacovazzo, dei fratelli Giuseppe e Carlo, che sull’abbrivio di una consolidata e storica esperienza maturata già dal lontano 1897 dal loro trisavolo Vitantonio, dal 2006 hanno ripreso la tradizione vitivinicola familiare, utilizzando proprio alcune specie varietali che poco hanno da spartire col territorio lucano: primitivo, montepulciano, aleatico, cabernet sauvignon, merlot, moscato, greco e sauvignon blanc.

Col moscato in versione secca è stata confezionata l’etichetta Ityos Moscato Basilicata Igp 2013, che si è piazzata al primo posto all’ultima edizione di Radici del Sud, decretato dalla giuria internazionale, nella categoria “Vini Bianchi Autoctoni di Puglia e Basilicata”.

Controetichetta Ityos Moscato Basilicata Igp 2013 Tenute Iacovazzo

Colore giallo paglierino, attraversato da riflessi dorati. Intensità olfattiva tipicamente e primariamente aromatica, con spiccate fragranze di fruttato di agrumi, albicocche e litchi, floreale di rosa appassita, glicine e lavanda, speziato di cannella e poi si percepiscono anche sentori muschiati.

In bocca il vino è lieve, perché è poco alcolico. Il palato è denso e compatto, con uno sviluppo teso, armonico, seducente, vellutato, elegante, morbido e sapido. Insistente il vezzo fruttato di pesca bianca, sostenuto poi da un’ottima spalla acida che conferisce infinita freschezza. Finale profumato e godibile. Prezzo conveniente. Da spendere su piatti a base di pesce, anche crudo, risotto di mare e formaggi teneri. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede legale a Via Saragat, 42 – Matera
Tel. 099 8277331 – Fax 0835 389054
info@tenuteiacovazzo.itwww.tenuteiacovazzo.it
Enologo: Piero Artuso – Ettari vitati: 5
Vitigni: primitivo, montepulciano, aleatico, cabernet sauvignon, merlot, moscato, greco e sauvignon blanc