La Città del Vino festeggia 30 anni

7/4/2017 1.1 MILA
La Citta' del Vino festeggia 30 anni
La Citta’ del Vino festeggia 30 anni

di Antonio Di Spirito

Il 21 marzo, primo giorno di primavera, cade l’anniversario dell’Associazione Nazionale Città del Vino, che nasceva il 21 marzo 1987 a Siena, ad opera di 39 comuni d’Italia, fra i più famosi territori di vino, come risposta delle pubbliche amministrazioni alla crisi che aveva colpito il settore con lo scandalo del metanolo dell’autunno del 1986.

E Roma ha riservato una bellissima giornata di sole per godere di una vista mozzafiato del panorama che si gode dal Campidoglio. Infatti i sindaci dei territori vitivinicoli si sono ritrovati nella sala Protomoteca del Campidoglio per celebrare il Trentennale dell’Associazione.

In un breve intervento, il Prof. Attilio Scienza ha illustrato i nuovi orizzonti della viticoltura italiana grazie ai recenti risultati raggiunti con gli studi sul DNA e con i nuovi portainnesti, creati dall’università di Milano, resistenti a siccità, calcare, sale ed elementi minerali.

La Citta' del Vino festeggia 30 anni
La Citta’ del Vino festeggia 30 anni

Durante il convegno sono state ricordate tutte le attività svolte in questi trenta anni che hanno permesso cambiamenti (cementificazione arginata dalla crescita dei vigneti, tasso di disoccupazione più basso di 3 punti, grazie all’enoturismo; e, poi, i tanti progetti promossi dalle Città del Vino legati all’etica, alla professionalità ed alla diffusione di pratiche enologiche ) e crescita dell’Associazione: oggi i comuni aderenti all’Associazione sono oltre 400.

Negli anni “La Selezione del Sindaco” ha saputo valorizzare e premiare le eccellenze enologiche fortemente legate al territorio.

Quest’anno il concorso enologico “La Selezione del Sindaco” si svolgerà a Tramonti (SA), in costiera Amalfitana, nella nuova “Casa del Gusto” dal 25 al 28 maggio 2017.

Il Concorso è aperto a tutti i Paesi produttori, dal Brasile al Portogallo, dalla Francia all’Armenia e, quest’anno, si avvale del patrocinio di Unione Italiana Vini, che apre nuove prospettive al Concorso con la condivisione di un’associazione di produttori che raccoglie il meglio dell’enologia italiana.

Altra grossa novità introdotta quest’anno è rappresentata dalla partecipazione di un gruppo di distributori stranieri per promuovere l’internazionalizzazione del concorso stesso ed aprire canali di vendita per alcune cantine.

A settembre, inoltre, ci sarà uno stand con i vini vincitori di medaglie alla fiera del vino di Daejeon in Corea del Sud.

Le iscrizioni online per partecipare al concorso enologico “La Selezione del Sindaco” sono aperte e c ’è tempo per iscriversi e far pervenire i campioni fino al 23 maggio; informazioni, modalità di iscrizione e tariffe si trovano sul seguente sito:

http://www.cittadelvino.it/iscrizioni_2017.php

In base al punteggio ottenuto, saranno premiati tutti i vini di ogni categoria secondo le seguenti distinzioni generali:

  • Gran Medaglia d’Oro (Punteggio oltre 92/100)
  • Medaglia d’Oro (Punteggio oltre 87/100)
  • Medaglia d’Argento (Punteggio oltre 82/100)
  • Medaglia di Bronzo (Punteggio minimo 80)

Oltre ai “vini fermi”, sono state individuate due ulteriori categorie: i “vini spumanti” ed i “vini biologici”.

La cerimonia di premiazione, con consegna delle Medaglie e dei Diplomi ai Comuni e alle Aziende vincitrici, sarà effettuata a ROMA entro la prima decade di luglio 2017 nella Sala della Protomoteca in Campidoglio o in altra sede.

 

Un commento

    VALTER MORIERI

    (8 giugno 2017 - 17:38)

    Gentile Sig. Pignataro ,
    Scrivo per conto dell’ azienda Fietri in Gaiole in Chianti ( Siena) dove produciamo Vini Docg Chianti Classico e Igt Rosso , Bianco e Rosato . Abbiamo partecipato alla XVI Ed. Concorso Enol. Internaz. “la Selezione del Sindaco” con i ns due segenti Vini :
    – Rosato di Sangiovese Igt Tosc. 2015
    -“Kallistè” Spumante Brut Met. Class. Rosè da Sangiov. mill 2011 ( affinato 48 mesi sui lieviti ).
    Per favore come possiamo fare potrebbe informarsi circa l’ esito ? Grazie mille
    Valter Morieri

I commenti sono chiusi.