La Guardiense, il voto premia il successo degli ultimi anni

Letture: 86
L’amministratore della Guardiense Domizio Pigna e Riccardo Cotarella

Il più votato è stato Domizio Pigna con 407 voti di preferenza, seguito da Silvio Di Lonardo (358) e Concetta Pigna (271)

  Netta affermazione della lista del Circolo Viticoltori nella tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio di Amministrazione de “La Guardiense”. Il sodalizio cittadino, con una lista guidata da Domizio Pigna, ha espresso ben otto candidati.

Questi i voti riportati da ciascun candidato.

 

Domizio Pigna voti 407 – (Circolo Viticoltori);

Silvio Di Lonardo voti 358 – (Circolo Viticoltori);

Concetta Pigna voti 271 – (Circolo Viticoltori);

Salvatore Garofano  voti 257 – (Presidente uscente);

Italo Maffei voti 231 – (Circolo Viticoltori);

Mario Sebastianelli  voti 184;

Ildo Romano voti 175 – (Circolo Viticoltori);

Gino Gambuti voti 174 – (Circolo Viticoltori);

Giuseppe Conte voti 170 – (Circolo Viticoltori);

Pellegrino Pica voti 166 – (Circolo Viticoltori);

Enzo Ferrigno voti 165;

Pasquale Nando Foschini voti 126 – (non eletto).

 

Con tale risultato si dà continuità a un percorso di sviluppo e di crescita della cooperativa sociale, i cui esiti sono tangibili e le prospettive per andare oltre la crisi sono la ragione di un impegno senza soste. Un cammino che guarda all’innovazione, alla promozione internazionale dei vini sanniti, allo sviluppo di nuovi mercati, su una visione aperta dell’impresa agli altri soggetti del territorio.

 

Il programma del Circolo Viticoltori, per il prossimo esercizio amministrativo de La Guardiense, quindi, si caratterizzerà nel dare stabilità e sviluppo alle azioni strategiche intraprese. Che riguardano: il potenziamento della funzione commerciale; la messa a punto di servizi finanziari innovativi per sostenere i soci nei loro progetti di sviluppo aziendale; la formazione per l’accrescimento delle competenze; la diversificazione produttiva; la multifunzionalità e il turismo enogastronomico; la realizzazione d’interventi di sistema per affrontare le maggiori minacce fitosanitarie e la valorizzazione energetica dei residui legnosi delle potature di vite attraverso la produzione di cippato e pellet.

 

Sandro Tacinelli

ufficio stampa: Circolo Viticoltori

mob.: 3392073143