Portineria a Porta Pia: la migliore colazione del Lazio per il Gambero Rosso. Confermiamo

Letture: 206

di Virginia Di Falco

La notizia – notiziona direi – è che per la Guida ai Bar del Gambero Rosso 2015 si fa qui la colazione più buona del Lazio. Si. Avete letto bene. Il primato assoluto nell’intera regione.
E poi dicono che le guide cartacee non servono. Insomma, capisco il passaparola, però un posticino così bello ma nascosto rischiava di non esser conosciuto dai più se il Gambero Rosso non gli dava la giusta ribalta.
E’ anche vero che la Portineria si chiama così proprio perché il nome e il posto non vogliono dare nell’occhio e come ogni guardiania che si rispetti, se non sapete che sta li’ non la trovate.

La Portineria, uno scorcio della sala

Aperta solo nel gennaio di quest’anno, in una strada che incrocia la Nomentana in zona Porta Pia (a pochi metri dal MACRO), questa ex galleria d’arte è passata tra le mani di due giovani e bravi disegnatori d’interni, Veronica Tamburella e Daniele Diamanti. Ma soprattutto è passata nella testa di Ciro Caldieri, napoletano di origine e romano d’adozione che si è subito innamorato degli spazi, degli archi e di un open space che gli ha permesso di far venire fuori tutto il suo estro e la sua passione. Cruciale il suo incontro con Gian Luca Forino, campione mondiale juniores di pasticceria, solo 25 anni, solide esperienze in giro per l’Italia, tra le quali Cristalli di Zucchero a Roma e il passaggio come demi chef al Quisisana di Capri.

Gian Luca Forino

Idee, coraggio, passione e mestiere. Parecchi ingredienti, ma tutti indispensabili per un’operazione del genere, tanto più in una fase di depressione come quella che stiamo attraversando.
La convinzione che ha guidato la giovane squadra della Portineria è che anche la pasticceria più elegante e raffinata non dovesse trasformarsi in una gioielleria, e che la produzione artigianale non può che trarre vantaggi accompagnandosi alla tecnologia.
Il locale si sviluppa lungo una galleria ad archi dipinta di bianco, con alle pareti oggetti molto semplici ma – ovviamente – molto studiati. Il messaggio è quello del recupero, dal legno delle vecchie porte alle pareti, ai frustini da pasticceria e le grattugie che fanno da lampadari, ai pentoloni di alluminio che coprono le sedute degli sgabelli.

La Portineria, uno scorcio
La Portineria, uno degli sgabelli
La Portineria, i tavoli

Ma soprattutto, scendendo i gradini da via Reggio Emilia, più che la luce della sala vi colpirà quella del sorriso delle ragazze che lavorano al banco. Evviva. Non c’è benvenuto più gradito di questo.
I dolci in esposizione sono tutti molto belli a vedersi, eleganti, e anche nelle riproposizioni dei classici come i profiteroles, il tiramisu, la piccola cake al cioccolato, si capisce che dietro c’è sempre un’idea. E veniamo ai dolci della colazione. Il croissant è davvero un signor croissant, con il burro (di Normandia) che fa il suo dovere, lieve, dorato, buonissimo.

La Portineria, il croissant

In esposizione tutta la famiglia (allargata, per fortuna) di sfoglie e brioche, dai cornetti ripieni alle bombe con la crema; dalle ciambelle alle crostate, ai ‘ventagli’, alle ‘ciavattone’. I prodotti utilizzati sono tutti selezionati con cura e si è scelta la via della lievitazione naturale.

La Portineria, i ventagli
La Portineria, le ciavattone
La Portineria, il cornetto alla crema

Ritmi rilassati ma servizio dai tempi giusti, personale molto più che cordiale, colori chiari e mai aggressivi. Gli ingredienti ci sono tutti, dunque, per mantenere l’invidiabile pole position di migliore colazione, e bisogna ricordare che c’è anche il reparto delle focacce e del salato, tutto da scoprire (sono aperti, infatti fino alle 21, per un pranzo leggero fino all’aperitivo).

La Portineria, i biscotti
La Portineria, il tiramisu’
La Portineria, le piccole capresi
La Portineria, la tortina con cioccolato e cereali croccanti

 

La Portineria, Via Reggio Emilia 22 (zona Porta Pia)
Aperti dalle 7 alle 21
Chiusi la domenica
Tel. 06.95218864
www.laportineria.it

4 commenti

  • Enzo

    (5 ottobre 2014 - 12:12)

    Bellissime foto e bellissimo posto. Da andare quanto prima. Grazie Virginia per queste bellissime opportunità.

    • virginia

      (5 ottobre 2014 - 14:25)

      grazie a te Enzo, come BEN SAI qualche abbaglio lo prendo eccome ;) Ma con questo andiamo sul sicuro.

  • Angelina

    (5 ottobre 2014 - 14:10)

    Il “tiramisu'” ha un aspetto “divino”! Mi sembra anche un “luogo” molto originale! Ho proprio voglia di provarlo… Poi vi farò sapere!

  • daniela @senzapanna

    (5 ottobre 2014 - 18:21)

    ottimo consiglio, grazie! il croissant con vero burro non me lo perdo.

I commenti sono chiusi.