La Morella di Fabio Miletto Granozio a Battipaglia

Letture: 215
Fabio Miletto Granozio

La Morella
Strada Provinciale 8
84091 Battipaglia (Sa)
Tel: 0828.51008
http://www.la-morella.it
info@la-morella.it

Ettari: 32 di cui 2 vitati
Enologo: Mario Mazzitelli
Agronomi: Pasquale Martone
Allevamento e densità di impianto: guyot monolaterale, 5000 piante per ettaro
Composizione chimica-fisica del terreno: argilloso, ricco di scheletro
Produzione Kg/pianta: 1,5
Esposizione vigne: pianura
Epoca di impianto delle vigne: 2008
Altezza media: sul livello del mare
Lavorazione del terreno: inerbimento
Conduzione: biologica
Lieviti: selezionati
Mercati di riferimento: Campania
Bottiglie prodotte: 5.000
Percentuale di uve acquistate: 20% falanghina
Uve coltivate:
aglianico (tutto di proprietà)

______________________

Clicca qui per leggere tutto quello che è stato pubblicato su La Morella su questo sito

____________
LA STORIA
___________

Fascino antico e fuori dal tempo caratterizzano questa struttura del Settecento nella bella campagna di Battipaglia, centro pulsante della Piana del Sele, che da metà dell’Ottocento è di proprietà della famiglia di Fabio Miletto Granozio che la ha ereditata dal padre.

La Morella

Fabio, fisico del CNR di Napoli, trasforma tutto il complesso rurale in un agriturismo e una decina di anni fa decide di dar vita alla produzione vinicola.

La struttura comprende 45 posti letto in 6 appartamenti e 7 camere e un ristorante con 120 posti a sedere per i clienti e per eventi.

Qui si produce, in regime completamente biologico, rucola, basilico, scarola, radicchio, pan di zucchero, zucca, melone, conserve di pomodorini interi e di pomodori pelati, passate di pomodori e di pomodorini, marmellate artigianali.

__________
LE VIGNE
__________

Le vigne, impiantate nel 2008, sono sul livello del mare. Fino al 2010 si è coltivato l’aglianico invecchiato in botti di rovere francese, poi nel 2012 a questo vino, che rimane il top aziendale, si sono aggiunte altre tre tipologie, il Bianco da falanghina e il Rosso e il Rosato da aglianico, tutti e tre vinificati in purezza.

La Morella, la vigna

La bella cantina del Settecento non è usata per la vinificazione ma per eventi e banchetti.

La Morella, la cantina – immagine fornita da La Morella

La superficie sotto serra, pari a circa 50.000 mq, è utilizzata per la coltivazione di rucola, spinacino e bietoline a foglia rossa, prodotti destinati anche alla grande distribuzione agroalimentare in Gran Bretagna.

La restante superficie dell’azienda in pieno campo, di circa 270.000 mq, è a sua volta utilizzata per un’ampia varietà di colture tra cui erbe aromatiche, periodicamente tagliate e vendute in rametti, destinate ad essere utilizzate come prodotto fresco sottovuoto, come prodotto secco e anche come talee per i vivai. Tra queste salvia e rosmarino e, in quantità minori, lavanda, timo, origano, maggiorana, echinacea, menta, melissa, issopo e ruta.

La Morella

_____
I VINI
_____

Aglianico Ascolto Colli di Salerno igt

Aglianico Ascolto La Morella

Uva: aglianico 100%
Bottiglie:  4000
Prezzo in enoteca: 11 euro
Vinificazione: acciaio e legno

Da queste vigne sul livello del mare, coltivate su un terreno moderatamente argilloso e molto ricco di scheletro nasce l’aglianico in purezza Ascolto. Color rosso rubino con toni violacei, al naso presenta note di frutti rossi, in prevalenza ciliegia sotto spirito, ribes e fragola che lasciano poi spazio alla spezia, al cioccolato e al tabacco. In bocca è voluminoso, sapido e di carattere, giusto equilibrio tra la freschezza e il corpo.

Questo Aglianico ha una personalità ben definita ed è il frutto del lavoro dell’enologo Mario Mazzitelli. E’ in un certo senso sui generis poiché in questo caso il vitigno è coltivato in pianura piuttosto che in collina dove di solito trova il suo habitat più adatto poiché il clima è meno afoso e più temperato e le escursioni termiche favoriscono la maturazione ottimale dell’uva e contribuiscono a dare smalto al suo profilo organolettico.

La fermentazione avviene in acciaio per 16 giorni seguita dalla macerazione per 12 giorni, sempre a temperatura controllata. Dopo la malolattica si ha l’affinamento per 12 mesi in barrique di secondo passaggio e l’affinamento in bottiglia per 8 mesi. La gradazione alcolica va da 12,50% a 13,50% a seconda dell’annata.

Rosso Campania igp

Rosso La Morella

Uva: aglianico 100%
Bottiglie: 750
Prezzo in enoteca: 5,50 euro
Vinificazione: acciaio

Rosso vivo e di buona trasparenza, naso di ciliegia e piccoli frutti rossi del sottobosco, con sentori di pepe nero, al gusto è ampio in freschezza e con tannini sottili.

La Morella, il patio

Falanghina Bianco Campania igp

Bianco La Morella

Uva: falanghina 100%
Bottiglie: 1000
Prezzo in enoteca: 6 euro
Vinificazione: acciaio

Colore giallo con riflessi verdolini, al naso si distinguono note floreali e di frutta bianca, tipiche del vitigno. Al palato si presenta diretto e sapido con chiusura dolce.

Rosato Campania igp

Rosato La Morella

Uva: aglianico 100%
Bottiglie: 500
Prezzo in enoteca: 5 euro
Vinificazione: acciaio

Alla vista si presenta con un rosa sfumato che tende alla buccia di cipolla. L’impatto olfattivo è fragrantemente vinoso, delicatamente fruttato e floreale, con sentori di rosa tenue. In bocca il sorso scorre lieve, fresco, pulito. Chiude su una base minerale.

____________

CONCLUSIONI
____________

La Morella è un punto di partenza per visitare i tanti bellissimi dintorni: dalla fertile Piana del Sele, infatti, a soli 7 km dal mare e a 3 km dall’autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria, è possibile raggiungere il Golfo di Salerno, la Costa d’Amalfi e il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano nonché le aree archeologiche di Pompei ed Ercolano.

La tenuta, che include tra l’altro una piscina e un orto biologico, è anche fattoria didattica.

La Morella, caprette in posa

I  prodotti dell’azienda agricola sono acquistabili in loco o nello shop on line www.morellabio.it.

 

Novella Talamo

 

Foto di Novella Talamo