La Mozzarella Dolce di Chicco Cerea e il Piccione Fuggito. Ma rimane il bacalà

Letture: 193
Chicco Cerea e il Piccione Viaggiatore

di Tommaso Esposito

Chicco Cerea ce la metta tutta e porta con sé un video per rendere quaggiù l’atmosfera della sua cucina Da Vittorio in quel di Bussaporto nel bergamasco.
Ma lo sguardo coglie l’orizzonte della sala dove il ruscello scorre e il cielo comincia a essere sempre più terso.
Cosicché il profumo delle bufale prossime alla mungitura attraversa la grande tersa vetrata  insieme ai raggi del sole riapparso al tramonto.

Il sole compare al tramonto

Luigi Cremona dice la sua sulla storia dei Cerea, che è bella e appassionante.

Luigi Cremona e Chicco Cerea

Poi si prepara la Mozzarella Dolce.
Che sta lì beata nel piatto.

La Mozzarella Dolce di Chicco Cerea

Ma non è bufala.
Pare, ma non è.
Nasce dalla nappatura del latte che diviene maccaturo in cui raccogliere l’essenza semifredda.
L’accompagna un pomodoro confit e qualche linea di rosso lampone.
Complessa manovra.

Poi c’è il viaggio del piccione da Est a Ovest che viene appena descritto e veloce passa tra i tavoli.

Il Piccione Viaggiatore di Chicco Cerea
Il Piccione Viaggiatore di Chicco Cerea
Il Piccione Viaggiatore di Chicco Cerea

Non si riesce ad accoglierlo né si assaggia.

Il Cremoso di patate con bufala, baccalà e le sue trippette al pomodoro invece sì.

Il Bacalà di Chicco Cerea
Le Trippette di Bacalà di Chicco Cerea
Cremoso di patate e Bacalà di Chicco Cerea

Ed è buono.
Piacione.

Cerea tra Luigi Cremona, Enzo Vizzari e Fiammetta Fadda

Un commento

  • Sergio Cima

    (10 maggio 2012 - 06:57)

    Devo dire che la mozzarella dolce della foto, rispetto a quella che ho visto fare da Naru, il loro pasticciere giapponese (dall’Oriente, infatti, arriva la tecnica dei fogli di caseina), lascia un po’ a desiderare all’aspetto. A Cuochi in scena, due settimane fa a Bergamo, molti l’hanno trovata geniale, altri disgustosa per la consistenza della pellicola esterna.

I commenti sono chiusi.