La pasta e patate irpina di Franca De Filippis

Letture: 309
pasta e patate...gesualdina (porzione pignatica)
pasta e patate…gesualdina (porzione pignatica)

di Lello Tornatore

La pasta e patate è uno di quei piatti della tradizione contadina che meglio rappresenta la cultura delle popolazioni dell’entroterra campano. Naturalmente, come in altre preparazioni così diffuse, ogni campanile ha la sua specificità.

Antonio Ferrante
Antonio Ferrante

La caratterizzazione irpina, ma soprattutto quella gesualdina, tende a seguire la classica filosofia rurale del  “cchiù ‘nci mitti…cchiù ‘nci truovi”, e quindi insieme alla pasta e alle patate,  possiamo annoverare numerosi altri ingredienti, ma sempre di connotazione orticola.

fiori di zucca disidratati e fritti
fiori di zucca disidratati e fritti

 

il fondo per la pasta e patate
il fondo per la pasta e patate

Si perché Franca De Filippis, chef e titolare insieme al marito Antonio Ferrante e al fratello Roberto del ristorante La Pergola di Gesualdo, è gesualdina doc e quindi ci propone questa interessantissima ricetta da noi testata ultimamente nel corso del buffet organizzato da “ I Mesali” (l’associazione dei ristoratori irpini) per il press-tour a Taurasi di Radici Wines.

Coda di Volpe Argenziano di Masseria Murata
Coda di Volpe di Masseria Murata

 

vitigno coda di volpe
vitigno coda di volpe

 

da sx, Franca De Filippis e Luciano
da sx, Franca De Filippis e Luciano

Di norma, sulla pasta e patate andrebbe meglio un greco, ma la presenza del rafano negli ingredienti ci suggerisce un abbinamento più rassicurante: Coda di Volpe 2008 di Masseria Murata.

 

 

Pasta e patate

Di
Ricetta raccolta da Lello Tornatore

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr. di patate
  • 150 gr. di zucchine
  • 100 gr. talli
  • 30 gr. di sedano di Gesualdo
  • 50 gr. di fiori di zucca
  • 200 gr. di tubettoni
  • Radice di zenzero
  • Cacioricotta del Cilento (presidio slow food) dosi a piacere *
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva (meglio se Ravece)
  • 1 spicchio d’aglio dell’Ufita
  • *…e poi dicono che noi irpini siamo campanilisti…non è vero utilizziamo anche prodotti esteri :-)

Preparazione

Pulire i talli privandoli dei filamenti esterni e lavarli.
Tagliare le zucchine e le patate a cubetti
Far soffriggere l’aglio nell’olio quando risulta dorato versare 4 lt. d’acqua.
Portare ad ebollizione, aggiungere le patate e il sedano.
Dopo 10 minuti aggiungere i talli e far cuocere per altri 5 minuti, salare q.b.
A parte in una padella antiaderente soffriggere le zucchine in un cucchiaio d’olio extra vergine d’oliva. Frullare ¼ di zucchine , talli, patate e sedano e unire il tutto.
Cuocere la pasta e scolarla al dente.
Mantecare il tutto unendo zucchine fritte e i fiori di zucca.
Servire in un piatto fondo e terminare grattugiando lo zenzero, il cacio ricotta e i fiori di zucca disidratati e fritti.

Vini abbinati: Coda di Volpe 2008 di Masseria Murata

3 commenti

  • Marcello

    (16 giugno 2015 - 20:53)

    vabbe’ ma di pasta e patate ha solo il nome, chest’ e’ na zupp’

  • redrok

    (17 giugno 2015 - 15:33)

    ottima, ma non è pasta e patate

  • antonio

    (18 giugno 2015 - 09:47)

    Beh, ad ogni modo, io di Franca de Filippis, mi fido perchè più volte ho potuto apprezzare la sua cucina, sempre convincente

I commenti sono chiusi.