La pastiera mangia e bevi di Pietro Parisi e il passito di catalanesca di Cantine Olivella

Letture: 130
La pastiera mangia e bevi di Pietro Parisi

di Marina Alaimo

Le nuove generazioni stanno dando una bella scrollata al torpore dal quale l’area vesuviana è avvolto oziosamente da troppo tempo. Lo chef contadino Pietro Parisi sente forte l’orgoglio vesuviano ed ha smania di tradurlo in energia produttiva e comunicativa che faccia conoscere ed apprezzare al pubblico i prodotti e le tradizioni eno gastronomiche del Vesuvio. Anche le Cantine Olivella sul Monte Somma sono animate dalla stessa smania riuscendo a produrre vini molto espressivi ed interessanti.

In occasione della Pasqua le due realtà vesuviane hanno felicemente pensato di unirsi nella proposta di due prodotti che ben interpretano la Pasqua vesuviana in questo territorio: la pastiera ed il passito VO da uva catalanesca. Pietro Parisi propone una succulenta e profumata pastiera mangia e bevi,al passito di catalanesca, in una formula quindi che sa farsi gustare ma anche divertire. Rappresenta inoltre uno dei must dei suoi piacevolissimi boccaccielli protagonisti del Caffè Letterario de Teatro Mercadante di Napoli. Vo è un passito di catalanesca e ha tutta l’energia vitale del Vesuvio e del suo suolo vulcanico. È suadente nei profumi di albicocche, miele e ginestra e in bocca si fa apprezzare per l’agilità del sorso e la dinamicità dei sapori giocata tra la dolcezza ben calibrata, la freschezza succosa e una buona sapidità.

Ciro Giordano con VO, il passito di catalanesca di Cantine Olivella

Ecco la ricetta della pastiera mangia e bevi di Pietro Parisi, patròn e chef del ristorante Era Ora di Palma Campania.

Pastiera  Napoletana in versione mangia e Bevi
1kg farina
400 gr zucchero
400gr burro
4 uova
Vaniglia
Bucce arancia e Limone

Ripieno di pastiera
600 grammi grano cotto
500 grammi ricotta
500grammi zucchero
5 uova
Vaniglia
Arancia buccia e limone buccia

Pastiera innovativa Aromatizza al passito di Catalanesca Olivella
1 litro latte
500gr  grano senatore cappelli cotto
200gr zucchero
250gr ricotta
150 passito di Catalanesca Olivella

Procedimento :
Fare una classica pasta frolla e farla risposare per circa 4 ore in frigo.
Preparare il ripieno con 600 gr. di grano cotto precedentemente  messo in ammollo per circa 24 ore e cotto nel latte. Aggiungere la ricotta setacciata, zucchero e uova e mescolare bene con delicatezza. Stendere la pasta frolla di uno spessore di circa 3 mm, foderare uno stampo e farcirlo con la farcia ottenuta, fare delle strisce sopra a modo di rete  e infornare per 35 minuti. A 175 gradi. Sfornare e spolverare con zucchero a velo

Per preparare la pastiera mangia e Bevi
Far bollire latte insieme al zucchero senatore cappelli già ammollato e cotto precedentemente , una volta bollito aggiungere la ricotta e frullare il tutto ed aggiungere il passito di Catalanesca.
Far raffreddare e servire

Servire la pastiera tiepida accompagnata da un bicchierino di bevanda a Latte Nobile, passito VO di catalanesca e grano  Senatore Cappelli.