La pizza napolitana fa ingrassare, meglio indicare le calorie?

Letture: 402
pizza margherita appena uscita dal forno

Gli americani, si sa, prima danno sfogo agli istinti adolescenziali che ci portiamo dietro tutta la vita. Poi impongono le regole protestanti per l’autocontrollo.

E così se una pizza napoletana con il panetto da 280 grammi circa difficilmente può superare le 750 calorie, la pizza media americana chiamata Napolitana del Big 4 (Pizza Hut, Domino’s Pizza, Papa John’s e Little Caeser) a cui si aggiunge adesso Goodfather’s Pizza amministrata da un nemico di Obama, Herman Cain, vale, pensate un po’, circa 2000 calorie.

Pizza Hut

Per il Big 4 l’Amministrazione ha fatto arrivare l’obbligo di esporre le calorie nell’ambito della battaglia contro l’obesità lanciata su idea di Michelle.
Il provvedimento nasce da uno studio dell’Università di Stanfors secondo il quale basta esporre le calorie di un alimento per ridurre bruscamente del 6 per centov il consumo, a prescindere. Cosa che con me ha funzionato al 100% con i gelati industriali, belli ricchi di grassi idrogenati che mettono sullo stesso piano un cornetto con un piatto di spaghetti al pomodoro.
 Angelo Aquaro ha scritto oggi su Repubblica un articolo sul’argomento ricordando come sono stati ingenui i napoletani, che invece vivono nel mito di Ulisse, dell’astuzia, come i loro progenitori greci, a non tutelare il termine Pizza. Oggi pioverebbero miliardi.
Mi è venuto da pensare che adesso che ci sarà da qualche parte un pirla che vorrà fare la stessa cosa con la pizza napoletana.

Magari lo stesso che voleva impedire la cottura del pane con il forno a legna o che ha vietato di fare vino nei palmenti dopo tremila anni di pratica.

2 commenti

  • Piera

    (22 giugno 2012 - 17:31)

    Gli Americani fanno delle crociate senza senso perchè dovrebbero incominciare a ridurre e controllare porizioni e i cibi dei fast food. Basti pensare che la nostra “Big size” è la loro “Small”. In ogni caso, sono favorevole all’esposizione di indicazioni nutrizionali, ma non solo calorie, per tutti i cibi. Sia con l’obbligo di informare che di prevenire sovrappeso ed obesità. Tra l’altro non è solo l’eccesso di calorie ad essere dannoso, ma anche quello di grassi e di condimenti/alimenti non sani. La pizza napoletana è un alimento “sano” perchè fatto con farina, acqua, mozzarella e pomodoro, ma per chi vuole tenersi in forma non è certo indicato. Va bene una volta ogni tanto, ma è scorretto pensare di poter sostituire sempre il pasto con una pizza, ad esempio, se si parla di corretta alimentazione.

  • Sergio Cima

    (23 giugno 2012 - 07:41)

    Preferisco l’esposizione delle tabelle nutrizionali delle pizze al divismo dei pizzaioli, alla mania della pizza fatta con ingredienti introvabili, alla trasformazione di un simbolo genuino che è sempre stato popolare in un cult per gli ostentatori della propria ricchezza…

I commenti sono chiusi.