La ricetta Cult: os bus e risott a la milanes. Con Maffi-quiz a premio: chi è l’esperta di vino che fa impazzire Totti?

Letture: 154
Risotto e ossobuco alla milanese

di Giancarlo Maffi

Autunno. Tempo  perfetto per un ritorno alle  (quasi ) origini : ossobuco di vitellone  con classico risotto alla milanese.
Non ho né tempo né voglia di descrivervi tutti gli ingredienti e la preparazione. Cercatevela in giro. Il web ne è pieno. Bonilli ne ha appena proposta una sul papero giallo, per esempio anche se in questo caso non vi assicuro il risultato.

Vi dirò solo che mia nonna lo faceva infarinando un poco la carne. Non è corretto. Ma molti lo fanno. Il sugo del trito  ai tre gusti passepartout cipolla-sedano-carota  ne esce più goloso.

Cipolla, sedano e carota per il trito

Del risotto non vi dico nulla se non che per me è cosa maniacale, quindi il brodo va fatto il giorno prima e si usano rigorosamente PISTILLI DI ZAFFERANO E NON POLVERE , (IO USO PISTILLI ABRUZZESI MA QUA OGNUNO LA PENSA ALLA SUA MANIERA), che non sapremo mai che ci hanno aggiunto.

Nei negozi un grammo di zafferano costa 18 euri. La cocaina fra un po’ costerà meno. Quindi regolatevi di conseguenza. Ricordatevi al momento della mantecatura di darci di gomito, con la casseruola. Altrimenti mangerete uno di quei banali risi  tirati a falso risotto che quasi sempre si trovano cinquanta chilometri a sud della linea del grande fiume.

Vi faccio notare  un particolare . Il piatto di servizio è stato creato APPOSITAMENTE DALLA VILLEROY & BOCH PER LELLO TORNATORE: SI CHIAMA “PEZZOGNA“.

Il piatto Pezzogna

Direte voi a questo punto che c’entra questa foto scattata dal vostro Maffi-barillari alla cena delle Tre Forchette?

C’entra, Eccome. Gli occhi di TUTTI  i giovani sous-e sous sous chef presenti ormonavano pesantemente alla vista della folgorante mise della suddetta.

Allora facciamo un giochino: noi vi mettiamo qui un bel video dove la dama misteriosa fece sbarellare Totti da giovane.


Vogliamo nome e cognome!
Chi indovina per primo vince (Bocchetti non è ammesso:-)
La prima copia autografata dei vini francesi del Guardiano del Faro stampata in carta di Amalfi
Il secondo avrà l’onore di essere mio ospite all’Enoteca Pinchiorri
Il terzo si becca due uova di Parisi, certo non le mie, con un bicchiere di Chianti all’Enoteca Marcucci

37 commenti

  • roberto

    (17 ottobre 2010 - 15:44)

    Villeroy, ma anche Boch, se ti beccano ti querelano per malversazione, nel senso di distrazione o di uso indebito e illegittimo di nobile materiale normalmente utilizzato per vere pezzogne :-)

  • luigi grimaldi

    (17 ottobre 2010 - 15:56)

    Un aiutino, vi prego. E’ una velina che poi ha fatto il corso con l’Ais Roma?

    • Alessandro bocchetti

      (17 ottobre 2010 - 16:06)

      Alla faccia della velina… È il miglior assaggiatore di vini che io conosca! Pensate che è più brava e intelligente, che bella…
      Ciao A
      Ps a questo punto Giancarlo tremo al pensiero di cosa potrai fare con la foto insieme a mia moglie che mi hai scattato nella stessa serata ;-)

      • giancarlo maffi

        (17 ottobre 2010 - 16:12)

        la foto con tua moglie è decisamente migliore.

        la signora in questione ho dovuto fotografarla da lontano, per due motivi: stava seduta ad un tavolo vicino a persone che hanno voltato la faccia dall’altra parte appena mi hanno visto e…. soprattutto TU NON ME L’HAI PRESENTATA . poi ho capito che si trattava di gelosia , diciamo cosi’, PROFESSIONALE. e ,naturalmente…. l’ho trovata una motivazione accettabile :-)))

        poi, cosi’ sgranata, la signora lascia qualche dubbio in piu’ … e ci fa gioco.

        • Lello Tornatore

          (17 ottobre 2010 - 16:38)

          Potrò anche confondere un dentice con una pezzogna, e quindi non essere competente in materia ittica, ma tu, che scambi la signora della foto con quella del filmato di scherzi a parte, dai enorme dimostrazione di incompetenza in materia di …ocche, la qual cosa è molto più grave !!! ;-))))

          • roberto

            (17 ottobre 2010 - 17:17)

            Lello, posa la sigaretta, e non bruciarti le dita, perchè dieci minuti con la lingua fuori sono tanti per qualsiasi cicca, il fumo davanti allo schermo ti deve aver dato un effetto fumè confondente. Fidati, La Chérie è bravissima a mandare in tilt i maschietti, da Cernilli a Totti :-))

          • Lello Tornatore

            (17 ottobre 2010 - 19:04)

            Sigaretta o non sigaretta, insisto, a me questa signora non sembra la stessa della foto, tra l’altro sfocata, di Maffi. Ma nemmeno quella del filmato di scherzi a parte!!! Verificate…
            http://www.vinaliavini.it/intro/index.html

          • giancarlo maffi

            (17 ottobre 2010 - 19:44)

            a questo punto, roberto, molla il colpo. delle due l’una : o tornatore ci marcia ,e speriamo sia cosi’ per il livello della sua intelligenza, oppure non è in grado ci capire che il video è di qualche anno fa , visto che totti ha la faccia da bambino. tra l’altro secondo me la lauro ha piu’ fascino ora .

    • giancarlo maffi

      (17 ottobre 2010 - 17:41)

      qualche traccia la stiamo dando .la battuta di roberto su cernilli riguarda infatti una trasmissione tivi….

  • Giuseppe Grammauta

    (17 ottobre 2010 - 17:43)

    Diciamo che sono fuori concorso perchè lo sapevo già. Si chiama Cristiana Lauro e dovrebbe aver a che fare con Vinalia s.r.l. che distribuisce alcune note case su Roma. Nelle note di presentazione del sito dimostra anche di avere autoironia dicendo:
    “E’ proprio sul finire del decennio che Cristiana, grazie ai buoni uffici di un amico ispiratore, Silvano Prompicai, decide di lasciare il teatro (che a tutt’oggi non mostra pena per l’abbandono!) per seguire la sua vera vocazione: il buon vino.”
    Sulle capacitò enologiche lascio a chi ne sa più di me.

    • giancarlo maffi

      (17 ottobre 2010 - 17:48)

      non sono d’accordo : a me nel video pare BRAVISSIMA :-)

      • Giuseppe Grammauta

        (17 ottobre 2010 - 17:49)

        Chiederemo un parere ad Aldo Grasso…

        • Alessandro Bocchetti

          (17 ottobre 2010 - 18:24)

          Non è che ha a che fare… È la domina e inventrice di Vinalia, società di distribuzione di primo piano su Roma, ma oggi sempre più orientata sulla comunicazione di aziende vinicole (e che aziende)… Grande palato e signora di rara simpatica e piacevolezza. Nonché da qualche giorno sodale mia e di Paolo Trimani su scattidivino…
          Confermo, senza tema di smentita, che è lei quella che fece girare la testa al capitano nel video… Cosa peraltro comprensibilissima ;-)
          Ciao A

          • beppe

            (17 ottobre 2010 - 18:28)

            Compro TUTTO!

  • Cristiana Lauro

    (17 ottobre 2010 - 19:46)

    Totti, buongustaio!
    Quindi chi ha vinto? Mi avete molto divertita.
    Cristiana Lauro

    • roberto

      (17 ottobre 2010 - 19:56)

      Io di più! :-)

    • giancarlo maffi

      (17 ottobre 2010 - 20:04)

      buonasera Cristiana. complimenti a prescindere. avrebbe vinto l’avvocato grammauta, comunque. tornato a casa da roma gli ho dato solo il seguente input : BELLA ,BOLOGNA ,VINO e la foto ,sfocata . dopo tre minuti il nostro google personale ha sputato il risultato. poi il guardiano del faro è partito con la ricerca sui video perchè sono partiti dei ricordi sul suo nome.
      io invece l’ho vista la prima volta l’altra sera.

      quindi a questo punto comunque , sperando di farle cosa gradita, le faremo avere una copia con il suo numero preferito ( da 11 a 99 ) del prezioso libro che andiamo ad editare sui vini francesi del guardiano del faro. e poi , visto che pare che di vino lei ne capisca, la si vorrebbe invitare in un luogo sicuramente atto alla bisogna : l’enoteca pinchiorri. lasciamo a lei la scelta del cavaliere :-)

  • Cristiana Lauro

    (17 ottobre 2010 - 20:42)

    Il libro sarà un omaggio gradito. Sulla cena da Pinchiorri sconsiglio vivamente…bevo come un alpino! Complimenti ancora per le simpatiche e garbate facezie. Cristiana Lauro

  • Giuseppe Grammauta

    (17 ottobre 2010 - 22:02)

    Giancarlo ti devo correggere. La risposta l’ho data senza neppure vedere la foto.

  • Antonio Scuteri

    (18 ottobre 2010 - 10:42)

    Io purtroppo non ho potuto partecipare, visto che sapevo già di chi si trattava

    Anzi, Maffi mi renderà merito: dalla sommaria ma appassionata descrizione di Cristiana che mi ha fatto al telefono ho risposto a colpo sicuro individuando subito il nome :-D

    • giancarlo maffi

      (18 ottobre 2010 - 11:27)

      “appassionata” mi sembra tanta roba, diciamo “non indifferente” , questo si :-))

    • alessandro bocchetti

      (18 ottobre 2010 - 12:24)

      Antonio, non oso pensare “la sommaria, ma appassionata descrizione” di Giancarlo… ;-)
      ciao A

  • roberto

    (18 ottobre 2010 - 11:31)

    Si tratterebbe di aprire una rubrica biografica da titolare ” Le infatuazioni settimanali di Maffi” . ;-)

    • Lello Tornatore

      (18 ottobre 2010 - 12:06)

      Tutto il blog non basterebbe!!! ;-))))))

  • Enzo Vizzari

    (18 ottobre 2010 - 13:23)

    Ma che schifezza dev’essere quell’ossobuco!

    • Antonio Scuteri

      (18 ottobre 2010 - 13:38)

      Pietra tombale sulle velleità culinarie di Maffi :-D

      • Luciano Pignataro

        (18 ottobre 2010 - 13:47)

        Non ti credere: c’è sempre Bernardi il paranoico che dopo questa presa di posizione farà il post: l’ossobuco di Maffi ennesima svista della Guida Espresso:-)))
        Boccone ghiotto visto che in 766 pagine e 1500 euro di bolletta telefonica per fare le verifiche ha trovato solo da dire su un ristorante che apre a dicembre:-)

  • ALBA

    (18 ottobre 2010 - 13:42)

    No no, secondo me cucina bene, non potrebbe essere altrimenti… tuttavia se fossi in te Giancarlo, mi iscriverei al corso di mise en place la prossima volta che lo fanno perchè è la presentazione che è scoraggiante nelle tue ricette. Sembra sempre che stai preparando la pappa ai cani.

  • Enzo Vizzari

    (18 ottobre 2010 - 13:46)

    …vero, per cani, cani…

    • Giuseppe Grammauta

      (18 ottobre 2010 - 14:51)

      In verità la presentazione di uno straordinario piatto di crudo di pesce che Giancarlo mi ha offerto l’estate scorsa in occasione della colazione a casa sua in compagnia di Aldo Fiordelli non era poi così male.
      Per ‘inverno ci sta lavorando…

      • Lello Tornatore

        (18 ottobre 2010 - 15:29)

        Io consiglierei di attenersi, nelle tentate performances , al proprio circoscritto campo avicolo, onde evitare figuracce di questo tipo… ;-))

  • leo

    (19 ottobre 2010 - 12:09)

    Qualche brava persona riesce ad avvisare e mettere in guardia la inconsapevole Cristiana Lauro dalla pericolosità di un Maffi lanciato in un tête-à-tête pinchiorrano ? :-))

    altro che farina, Jack Nicholson e Jessica Lange ! Maffi per movimentare il rapporto è uso spaccare le uova di Parisi sul tavolo di cucina, far venire da Modena la sfoglina personale di Bottura ad impastare la farina buratto del Molino Marino, creare i tortellini, darli da mangiare a Dino (eccerto, con le uova di Parisi, scherziamo ?) e poi, forse, si diverte !!

    • giancarlo maffi

      (19 ottobre 2010 - 13:54)

      Ahahahhahhahaah , carina :-) . Non ti preoccupare. Ci pensa l’ avvocato paga-no ‘ a infangarmi.@Scarpato : dino’ mangia solo le mie , naturalmente. E solo con il caviale, iraniano pero’ ,non quello buzzurrissimo dell’ acquitania:-))

  • fabrizio scarpato

    (19 ottobre 2010 - 13:06)

    Dinò: les oeufs de Paris(i), jamais.

  • giancarlo maffi

    (19 ottobre 2010 - 15:39)

    Poteva andare peggio:-)

  • richebourg

    (20 ottobre 2010 - 10:33)

    Egregio signor Maffi,
    siamo ritornati all’espediente editoriale della bella foto in copertina ,di moda negli anni ’90 eh!

    • giancarlo maffi

      (20 ottobre 2010 - 12:29)

      Se proprio le interessa per la precisione dal 89′ al ’99. Poi se vuole anche i particolari sa dove e come trovarmi.

I commenti sono chiusi.