La ricetta cult. Le chiacchiere di Carnevale di nonna Giacomina

Letture: 213

Questa versione del dolce più goloso del nostro Carnevale viene dai Picentini. Annotata tra le ricette di una nonna vera, non di fantasia, Giacomina Cesaro, che oltre ai tanti sorrisi e ricordi ha lasciato alle figlie e a tutti noi anche questa preziosa eredità.

Ingredienti

350 g di farina
80 g di zucchero
3 uova di cui 1 intero e due tuorli
2 cucchiai di grappa o anice
50 g di burro morbido
2 cucchiai di latte
un pizzico di sale
zucchero a velo

Disporre la farina a fontana su una spianatoia, aggiungere le uova e lo zucchero e mescolare il tutto con una forchetta, incorporando a mano a mano la farina. Quando l’impasto prende consistenza, aggiungere il burro, la grappa, un pizzico di sale e i 2 cucchiai di latte, continuando a lavorare la pasta con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo. Disporre in un canovaccio e lasciar riposare per un’ora.
Stendere la pasta in sfoglie sottili e tagliare con la rotella dentata.
Friggere le chiacchiere in olio bollente e disporle su fogli di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.


7 commenti

  • Monica

    (6 marzo 2011 - 10:41)

    e se la mettiamo così una bella “chiacchierata” con tutta la famiglia di nonna Giacomina me la farei subito! Che delizia :)
    Queste si che sono le vere chiacchiere!

  • Luciano

    (6 marzo 2011 - 10:48)

    Che buone che sono. Non sapevo che hanno un’origine molto antica risalente agli antichi Romani che con la scusa del “Carnem levare”, oggi Carnevale, cioè dii escludere dalla dieta la carne ne approfittavano per fare man bassa di golosità tra le quali appunto le chiacchiere che loro chiamavano frictilla che venivano fritte in grasso di maiale e che altrove oggi assumono altri nomi come …bugie, frappe, cenci, crostoli, rosacatarre, zonzelle, pampuglie, grostoli, sfrappole, galani, lattughe, lasagne…
    A Salerno c’era un ristorante a Pastena molti anni fa che si chiamava “Il muto” che, ironia di un nome , tra le sue specialità a Carnevale aveva … le chiacchiere.

  • Valentina

    (6 marzo 2011 - 11:11)

    monica,quando vuoi ti attendiamo per la chiacchierata,anche oggi ! :D

  • Carla

    (6 marzo 2011 - 21:55)

    Per delle…..chiacchiere così….sarei disposta a zittire per ore…Buon Carnevale a tutti i golosi come me e ,soprattutto,ai parenti di nonna Giacomina….

    • Ilaria

      (7 marzo 2011 - 16:09)

      :-)

  • Ilaria

    (7 marzo 2011 - 16:10)

    e questa sì che è un’eredità! Rubabile sì, speriamo anche di sortire lo stesso effetto!!!

  • Bionda

    (8 marzo 2011 - 15:57)

    ….grazie per aver pubblicato questa ricetta…..non vedo l’ora di sperimentarla…….vado…corro a preparare le mitiche chiacchiere di nonna Giacomina!

I commenti sono chiusi.