Lambrusco? Ecco la guida dei migliori

Letture: 390
I premiati

PRESENTATA LA GUIDA DEI LAMBRUSCHI

Al Castello di Bianello la Cerimonia di premiazione

del Concorso enologico “Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco”

Si è tenuta sabato 30 giugno, nella splendida cornice del Castello di Bianello (RE) la Cerimonia di premiazione del Concorso enologico “Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco” giunto quest’anno alla sua terza edizione.

Introdotti con competenza, bravura e simpatia dal noto critico enogastronomico e conduttore tv Edoardo Raspelli, i rappresentanti delle 26 aziende produttrici hanno ritirato il Diploma di merito relativo ai migliori 55 vini selezionati e inseriti nella Guida.

Al tavolo dei relatori, a fare gli onori di casa, erano seduti il presidente della Camera di Commercio di Reggio Emilia Enrico Bini, il sindaco di Quattro Castella Andrea Tagliavini, il consigliere provinciale Dumas Iori, il componente della Giunta camerale Ermes Annigoni e il presidente di Assoenologi Emilia Sandro Cavicchioli.

Prima del suo intervento, il presidente Enrico Bini ha voluto ricordare la figura di Riccardo Lombardini (Cantine Lombardini), recentemente scomparso. “Un amico e un grande protagonista del mondo del Lambrusco – ha detto Bini prima di iniziare il suo intervento – Siamo molto orgogliosi di presentare quest’oggi la terza edizione della Guida che diventa sempre più importante anno dopo anno. Siamo sulla strada giusta: quella di puntare sulla qualità. In questo caso la qualità del vino italiano più esportato al mondo. Il Lambrusco è un patrimonio e rappresenta un biglietto da visita per un’intera Regione, e non solo. Attraverso questa Guida promuoveremo il meglio del Lambrusco tradizionale in ogni occasione, in Italia e all’estero. Per questo motivo la guida è tradotta in quattro lingue ed è supportata da un sito internet rinnovato e ancora più completo”.

Anche il sindaco Andrea Tagliavini ha voluto ribadire l’importanza della qualità di questa manifestazione. “E’ un grande merito quello della Camera di Commercio e del suo presidente Enrico Bini: il merito di aver puntato sulla qualità come valore per promuovere il territorio all’estero. In questo senso siamo onorati di essere stati scelti per la cerimonia di premiazione del Concorso enologico. Quattro Castella è un comune a vocazione prevalentemente agricola. Un’agricoltura, la nostra, che è stata capace in questi ultimi anni di rinnovarsi profondamente sfruttando le conoscenze e le competenze, anche tecnologiche, delle nuove generazioni. La Guida può essere uno stimolo e uno strumento per sfidare il mercato consapevoli del fatto che il nostro lambrusco non ha nulla da invidiare ai migliori vini del mondo”.

Ermes Annigoni, della Giunta camerale, ha parlato di “qualità come stimolo per la ripartenza dell’economia in province duramente colpito dal terremoto”. A tal proposito Dumas Iori ha portato il saluto della Presidente della Provincia Sonia Masini, impossibilitata a partecipare proprio a causa degli impegni sul fronte del terremoto, mentre Sandro Cavicchioli ha sottolineato l’importanza del contributo di Assoenologi al Concorso enologico Matilde di Canoossa-Terre di Lambrusco.

A seguire sono stati chiamati i rappresentanti delle aziende selezionate cui è stato consegnato il Diploma. Ben 55 i vini inseriti nella Guida a seguito delle prove di selezione tenutesi lo scorso 17 e 18 maggio.

Abilitato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, il concorso è promosso e organizzato dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Reggio Emilia e del Comune di Quattro Castella in collaborazione l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani e l’Associazione Italiana Sommeliers, con il contribuito del Consorzio Vini Reggiani, il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, il Consorzio Volontario Lambrusco Mantovano Doc e il Consorzio Tutela Vini Colli di Parma Doc

Queste le 26 aziende premiate (tra parentesi il numero dei vini selezionati):

Ariola Vigne e Vini SRL (1)

Azienda Agricola Garuti Elio ed eredi Garuti Romeo (2)

Azienda Agricola Moro di Rinaldini Paola (1)

Cà De’ Medici SRL (3)

Cantina di Carpi SAC (1)

Cantina di Santa Croce SAC (4)

Cantina di Sorbara Sca (1)

Cantina Settecani – Castelvetro SAC (2)

Cantina Sociale Centro di Massenzatico SCA (1)

Cantina Sociale Cooperativa Prato di Correggio (1)

Cantina Sociale di Arceto SCA (1)

Cantina Sociale di San Martino in Rio SCA (1)

Cantina Sociale Formigine Pedemontana SAC (2)

Cantine Ceci SPA (2)

Cantine Due Torri nella Val d’Enza SCA (1)

Cantine Lebovitz SNC (1)

Cantine Riunite & Civ SCA (14)

Casali Viticultori SRL (1)

Cavicchioli U. e Figli SRL (3)

Donelli Vini SPA (6)

Ferrarini SPA (1)

Medici Ermete & Figli SRL (1)

Monte delle Vigne (1)

Società Agricola Zucchi (1)

Terre del Po SRL (1)
Villa di Corlo di M. Antonietta Munari & C. SAS (1)
Per informazioni: www.concorsolambrusco.it o info@concorsolambrusco.it.

3 commenti

  • Rino

    (6 luglio 2012 - 20:20)

    Non ci posso credere!!!
    Luciano, sei venuto a Quattro Castella e non hai raccolto l’invito, di un paio di mesi fa, di venirmi a trovare
    alla congrega dei liffi la cui sede è proprio Quattro Castella.
    Evidentemente non credi che anche dove non c’è il mare si può cucinare del buon pesce.
    Rinnovo i complimenti per il tuo blog, leggerti è per me un appuntamento serale irrinunciabile.
    Saluti, Rino.

  • luciano pignataro

    (7 luglio 2012 - 07:59)

    Non son ovenuto io Rino,questo è solo il comunicato ufficiale. Stai tranquillo che passo:-)
    Baci

  • vincenzo busiello

    (7 luglio 2012 - 15:06)

    tenuta pederzana di francesco gibellinim dov’è?

I commenti sono chiusi.