Le dieci Falanghina dei Campi Flegrei della guida Mangia&Bevi del Mattino

Letture: 129
Giuseppe Fortunato...apicultore
Giuseppe Fortunato…apicultore

1-Falanghina 2013
Contrada Salandra
Lui, l’artigiano silenzioso che insegue le api, stavolta si riprende lo scettro perché questo bianco è davvero troppo buono e inarrivabile. Brucia tutti grazie al tempo di attesa, presentandosi con un’annata bella e ricca che si allunga al palato in modo magnifico e insuperato. Tra l’altro una Falanghina che evolve nel tempo in modo straordinario e imperdibile.
www.dolciqualità.it

2-Colle Imperatrice Falanghina 2014
Cantine Astroni
Una vera sofferenza non fare l’ex aequo con la precedente, ma arriva sempre il momento della scelta e il bianco di Gerardo Vernazzaro è solo appena un po’ più sottile, ma dipende dall’annata. Sottile, ma pieno di nerbo ed elegante, capace di evolvere, come abbiamo visto, per un tempo infinito. Comprate e poi o bevete o conservate.
www.cantineastroni.it

3-Falanghina 2014
La Sibilla
Cambiano le posizioni, ma i fattori non cambiano: alla fine nei primi posti trovate tutti gli attori di questa magico bianco dei Campi Flegrei. Vincenzo Di meo conferma la terza posizione con una bottiglia semplice ed essenziale, molto gratificante al palato e con una attenzione sempre più accentuata alla freschezza.
www.sibillavini.com

4-Agnanum Falanghina 2013
Raffaele Moccia
Come vedete non cambia molto la scelta rispetto alla scorsa edizione. Questo bianco contadino si presenta ricco, minerale, in bocca c’è tanta bella frutta croccante in un corredo sulfureo e quasi gessoso. La chiusura è praticamente infinita, lunghissima, davvero piacevole.
www.agnanum.it

5-Cruna Delago Falanghina 2013
La Sibilla
Una interpretazione molto elegante della falanghina, si tratta della vigna che circonda la cantina ed è tutta a piedefranco. L’attesa premia la bottiglia e dobbiamo dire che il sentore di frotta a pasta bianca con un rimando fumé è davvero piacevole. Una Falanghina importante, che noi amiamo molto e che è destinata a crescere.
www.sibillavini.com

6-Falanghina 2014
Cantine Federiciane di Monteleone
Migliora anno dopo anno il lavoro in vigna e cantina di questo produttore a ridosso di Napoli. Questa esecuzione regala freschezza e un bell’agrumato al naso, fuso a fiori bianchi. Al palato ha corpo ed è molto ben caratterizzata. Da spendere sulla cucina di mare, sulle carni bianche e sui legumi.
www.cantinefedericiane.com

7-Grande Farnia Falanghina 2014
Iovino
Grande novità per questa piccola cantina flegrea con l’apertura dell’agriturismo. Le bottiglie di questo produttore regalano un sorso di territorio molto ben caratterizzato e piacevole. Un buon lavoro del giovane Gianluca Tommaselli. Tanta freschezza, al naso agrumi e fiori bianchi, al palato buona sapidità che lo rende adatto alla cucina di mare.

8-Falanghina 2014
Cantine del Mare
Un buon bianco di carattere, piacevole, più ricco del precedente millesimo. Lungo e appagante sia al naso che in bocca. Nasce nei vigneti sparsi tra Monte di Procida, Bacoli e Pozzuoli. Da spendere sulla cucina marina del territorio flegreo grazie alla sua bella e convinta acidità
www.cantinedelmare.it

9-Falanghina 2013
Cantine Babbo
Solo due ettari a Pozzuoli, ma da incorniciare. La Falanghina esprime  finezza fruttata, ben supportata dalla giusta acidità. Il tutto in un contesto ben equilibrato.
www.cantinebabbo.it

10-Falanghina 2014
Carputo
Dalla vinificazione in acciaio ogni anno esce una Falanghina pulita e precisa, senza grilli per la testa, ma buona ed efficace. Una versione semplice e diretta, da abbinare alla leggera e saporita cucina di mare flegrea.
www.carputovini.it

2 commenti

  • Leonardo Ciampa

    (19 dicembre 2015 - 10:27)

    Conosci la falanghina di Feudi di San Gregorio? È fenomenale!

  • rocco metallo

    (19 dicembre 2015 - 10:54)

    e Cantine dell’Averno?

I commenti sono chiusi.