Le Olimpiadi della Pizza. Qui si studia la Pizza con SlowFood e Attilio Bachetti. E si gode

Letture: 288
Un boccone di ripieno sul mare

di Tommaso Esposito

In riva al mare che fatica questi seminari di Slow Food sulla Pizza.
Oggi c’è Vito Trotta, esperto Slow Food, e Attilio Bachetti Pizzaiolo alla Pignasecca.

I seminari di Slow Food sulla Pizza. Vito trotta, Attilio e Mario Bachetti

Si parte dalla farina.
Le sue varietà e le sue qualità.

Vito Trotta. Le farine per la pizza

Poi si passa all’impasto.

L'impasto di 24 ore di Attilio Bachetti
L'impasto di 24 ore di Attilio Bachetti

L’acqua, il sale, il lievito.
Le ore della crescita e del riposo.
Le differenze.
Il tatto.
L’olfatto.
Il gusto.
Attilio è bravo.
Gioca con il piccolo Mario.

Mario Bachetti pizzaiuolo in erba

E mentre Vito racconta le sue conoscenza.
C’è l’ansia dell’assagggio.
A mala pena trattenuta.
Il ripieno.

Il ripieno di Attilio
Il ripieno di Attilio. Con Mario e Vito

E poi la Margherita.

La Margherita di Attilio
La Margherita di Attilio
La Margherita di Attilio con Mario

Con l’impasto a ventiquattro ore.
E quello a dodici.
Vince il primo e non poteva essere diversamente.

3 commenti

  • Sergio Cima

    (5 luglio 2012 - 14:37)

    Che capolavoro, ragazzi! Avvisate Bonilli, che nella sua classifica non lo menziona neanche, Attilio! (A dire il vero, nei commenti, Cortese gliel’ha fatto notare)…

  • Romualdo Scotto di Carlo

    (6 luglio 2012 - 10:41)

    Perfettamente d’accordo, la pizza di Attilio Bachetti è, a mio avviso, paradigmatica: per questo mi sono imposto di gustarla almeno una volta a settimana!! ;-)

    • Sergio Cima

      (6 luglio 2012 - 11:46)

      Beato lei, io da Bergamo faccio un po’ più di fatica, ma quando torno a Napoli non manco…

I commenti sono chiusi.