Le ricette di Nicola di Filippo alla scuola di cucina Mise en Place | Il ragù del guardaporta

Letture: 140
Le pettole con il ragù

Ingredienti per 10 persone:

1.2 kg. carne (manzo, maiale o vitello)

2 coste di sedano

Due carote

Una cipolla

1 bicchiere di vino rosso

Olio extra vergine di oliva

50 gr. sugna

50 gr. concentrato di pomodoro

2 l. pomodoro passato crudo

Procedimento:

prendere una pentola e mettere l’olio, lasciar soffriggere il sedano, le carote e la cipolla e aggiungere la carne tagliata a pezzi non molto grandi e lasciar rosolare per un po’.

Bagnare con il bicchiere di vino rosso e lasciar evaporare dopo di che aggiungere la sugna e il concentrato di pomodoro facendoli sciogliere ed infine aggiungere il pomodoro passato e portare a cottura con fuoco molto lento e lasciar cuocere per un paio di ore.

Cuocere le pettole e condirle con il ragù.

La ricetta è stata eseguita durante la lezione alla scuola di cucina Mise en Place e raccolta da Novella Talamo

Foto di Novella Talamo


3 commenti

  • ANTONIO

    (13 aprile 2011 - 22:36)

    Grazie della ricetta , le pettole sono come le lavane , farina uove e un pizzico di sale?

  • RobertaRaja

    (14 aprile 2011 - 01:23)

    Con la ricetta e la tua impeccabile foto…mi lasci un ricordo di una divertente serata all’insegna del gusto, della professionalità e della rivalutazione dei piccoli piaceri conviviali.
    ti abbraccio
    Roberta.

  • dario iori

    (15 aprile 2011 - 12:46)

    Ma il ragù del Guardaporta di mia madre (via dei Tribunali 56) cuoceva 6/8 ore. Anzi la carne veniva cotta la sera del sabato, e la pippiata della salsa la domenica mattina. Diciamo che questa è una versione moderna, e senz’altro più leggera. Ma non è il Ragu del Guardiaporta, che del resto anche a Napoli è introvabile. Abbracci.

I commenti sono chiusi.