Le Strade della mozzarella: dove mangiare a Paestum e dintorni

Letture: 1093
Paestum, uno scorcio dei templi

di Barbara Guerra

In arrivo a Paestum dal 5 al 9 maggio di un nutrito gruppo di appassionati ed addetti ai lavori per seguire il  congresso Le Strade della Mozzarella e scoprire i tanti grandi prodotti presenti nel suo Taste Club. Ecco allora una personalissima traccia per seguire #LSDM anche a tavola. Di seguito le proposte di alcuni ristoranti da Paestum al Cilento.  Se sarete arrivati fin qui varrà la pena anche tuffarsi in queste belle tavole.

Le Trabe, Via Capo Fiume 4, tel 0828 724165,  un vecchio mulino ristrutturato,  un’architettura del verde studiata e ricercata,  da quest’anno nuova stella per la guida Michelin. Un luogo incantato, una cucina di territorio rivisitata e alleggerita:  da provare assolutamente la tartare di bufalo, i fusilli pomodoro giallo olive e caciocavallo, ricotta di bufala e lamponi.  Domenica 5 maggio a pranzo o giovedì 9 a cena  perché dal giorno 6 al giorno 9 sarà la location di #lsdm

Osteria Arbustico Valva, Contrada Deserte, Tel.  0828.796266, Cristian Torsiello uno dei cuochi giovani più interessanti del panorama gastronomico campano, vi stupirà in cucina, con una cucina pulita ed elegante, vale la pena di una visita: spaghetti cime di rapa aringhe e peperoncino, trota marinata leggermente affumicata e cavolfiore, uovo con pane alle acciughe crema di lattuga dragoncello e mandorle tostate.

Locanda Severino Largo Re Galantuomo  11, Caggiano Tel.  097 5393905, la bella la locanda a cavallo tra Campania e Lucania è il regno di Vitantonio Lombardo. La tradizione quella dei pranzi della festa e l’utilizzo di tecniche moderne il mix: minestra di scarola con polpettine di carne e mollica di pane casereccio, pasticcio Caggianese, baccalà Islandese in crosta di carbone su crema di piselli ed anelli di cipolla di Montoro.

Il Papavero, Corso Garibaldi 112, Eboli, Tel. 0828 330689, una casa-salotto, arredata con gusto e divisa in tre stanze. il giovane Fabio Pesticcio ai fornelli, l’idea del buono è il connubio tra i prodotti della Piana del Sele e del Cilento: “peperone dentro e fuori” risotto con fichi bianchi del Cilento  pistacchi e provola affumicata, Carciofo di Paestum ripieno di Gamberi.

Nonna Sceppa,  Via Laura 45, tel. 0828 851064, uno dei locali storici di Capaccio Paestum, all’insegna della tradizione in cucina. In sala troverete l’amabile Luigi Mastrocinque ad accogliervi, da provare assolutamente oltre a vari paitti con il carciofo di Paestum,  i fritti iniziali, le lagane e ceci con l’olio sfritto e la sfogliatina calda con ricotta di bufala e marmellata.

Tre Olivi, via Poseidonia, Paestum, Tel. 0828 720023, raffinato ed elegante l’ambiente di questo ristorante all’interno del  Savoy Beach Hotel. Un servizio professionale vi farà sentire coccolati, da provare: gnocchetti con fondo di ricottina di bufala fresca, colatura di alici di Cetara e pomodorini, soufflè al cioccolato, gelato alla vaniglia e crema al Grand Marnier.

La Pergola, Via Magna Grecia, Capaccio Scalo, Tel. 0828.723377, L’impressione è quella di entrare in una casa linda e curata con le belle tovaglie ad uncinetto, la cucina è la sintesi dell’anima terragna del Cilento coniugata ad un pescato fresco e ben cucinato: calamaro farcito con broccoli e passata di zucchine, passata di fagioli ci Controne con seppie e pane croccante.

Brezza Marina, Via F. Gregorio  52, Laura di Paestum, Tel.  0828 851017, un ristorante, due fratelli accumunati dalla stessa passione il pescato del Cilento. Dina in sala, Rico in cucina, ottima la materia prima:  zuppetta di sconcigli con biscotto di granone, e le linguine di Gragnano con polpa di ricci e bottarga di muggine.

Il Ghiottone, Via Nazionale 24, Santa Marina Tel. 0974 984186, Maria Rina è l’antesignana dei ristoranti di qualità del Cilento. Il Pescato del golfo di Policastro e la tradizione cilentana la fanno da padrone in questo ristorante:   la panzanella Cilentana, Le alici fritte, il pescato del giorno,

NB. Nei giorni delle Strade della Mozzarella è preferibile prenotare.

 

6 commenti

  • Giuseppe

    (1 maggio 2013 - 13:42)

    Forse avete dimenticato di dimenticare due ristoranti a Paestum dove si mangia una vera ed autentica cucina pesce eccellente ed è Ristorante Mandetta,l’altro invece è un’agruturismo dove si assaporano tutti i sapori di una vera cucina cilentana ed è il Podere Rega dove tutti gli ingredienti provengono dal loro orto un’ottima cucina . Non menzionate sempre gli stessi ristoranti date spazio anche ad altri che meritano a Paestum e dintorni .Siamo alle solite sempre gli stessi….

    • Napoleone Franco.

      (4 maggio 2013 - 10:05)

      é giusto quello che dice Giuseppe,siamo alle solite preferenze,Capaccio capoluogo è stato proprio dimenticato!!!chissà perchè.

      • barbara

        (5 maggio 2013 - 09:49)

        Ciao Franco, perchè non segnali tu in questo spazio i ristoranti che suggerisci a Capaccio Capoluogo? Sicuramente farai un servizio utile a tutti i lettori.Ciao

  • Roberta Gavioli

    (4 maggio 2013 - 10:57)

    Che bella Paestum, non sono mai stata.. Mi tengo i nomi dei ristoranti e la prossima vacanza magari ci passo!

  • mauro gnazzo

    (4 maggio 2013 - 10:57)

    Vorrei segnalarti il lido il Girasole in località Laura di Paestum …dove stiamo tentando di promuovere i prodotti esclusivi della nostra terra ai numerosi turisti che vengono a mare da noi ….sia al ristorante che alla pizzeria ….complimenti x il tuo lavoro..Mauro

  • barbara

    (5 maggio 2013 - 09:48)

    Ciao Mauro, questa estate ti prometto che vengo a trovarti.

I commenti sono chiusi.