Le ultime dalla Campania raccontate da un giornalista americano

Letture: 85

Riceviamo, traduciamo e volentieri pubblichiamo le impressioni del bravo e importante giornalista di Chicago. Faccio notare agli animali (vabbé, mi rendo conto che è difficile far notare qualcosa agli stessi esseri umani) che per tutti i bianchi, COMPRESE le Falanghina, il nostro amico consiglia di aspettare minimo tre anni. Persino per il rosato di Apicella dice di aspettarsi il meglio tra due anni. Sui rossi si attesta mediamente tra i 7 e i dieci anni. Il che la dice lunga di come sia basso il livello del consumo consapevole. Bere un Fiano, o un Greco, la primavera successiva alla vendemmia è esattamente come tirare la pasta dopo un minuto di cottura, capito il senso?
Buona lettura

Tom Hyland

di Tom Hyland

Amo i vini campani, sia i rossi che i bianchi, così ho approfittato del tempo trascorso in Italia lo scorso maggio dopo la settimana di degustazioni di Barolo e Barbaresco ad Alba per viaggiare gustando le ultime novità. I migliori rossi sono fatti con Aglianico mentre i migliori bianchi sono ottenuti da molte uve comprese Greco, Fiano e Falanghina. Come sono rinfrescanti questi bianchi del 2008 – soprattutto dopo così tanti vini rossi tannici in Piemonte! Anche questa è un’eccellente vendemmia che ha fruttato vini che sono un po’ più leggeri di quelli del 2007, ma con un carattere varietale molto buono ed eccellente acidità.

FEUDI DI SAN GREGORIO – Sorbo Serpico

Questa è una delle più importanti cantine in Campania e in Italia. Dopo più di 20 anni Feudi è ancora una delle migliori proprietà dell’area e la qualità si manifesta specialmente nei vini bianchi come Cutizzi, Campanaro e Pietracalda.
Falanghina 2008
Giallo chiaro con aromi di mela e fiori bianchi. Mediamente corposo con buona concentrazione. Acidità, buon carattere varietale. Godibile dopo i successivi due anni.
*** (16 dollari)

Fiano di Avellino docg 2008
Giallo chiaro con deliziosi aromi di giallo pesca, un tocco di albicocca e di pera Bosc. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Buono a metà palato, acidità molto buona e finale fragrante. Di grande effetto – da gustare dopo i successivi 2-3 anni.
*** (23 dollari)

Greco di Tufo docg 2008
Giallo chiaro con aromi di limone e mela cotogna. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Acidità vivace e bella persistenza di frutta con un tocco di mineralità nel finale. Da gustare dopo i successivi 2-3 anni.
*** (23 dollari)

Falanghina 2008 Serrocielo (Sannio doc)

Giallo paglierino chiaro con deliziose note aromatiche di mela cotogna, lime e pera Anjou. Mediamente corposo con una concentrazione da molto buona a eccellente. Lungo finale con vivace acidità e una leggera mineralità. Vino magnificamente strutturato – una meravigliosa interpretazione della Falanghina. da gustare dopo i successivi 3-5 anni.
***** (33 dollari)


Fiano di Avellino 2008 Pietracalda (docg)

Giallo chiaro con aromi di pesca bianca e albicocca. Mediamente strutturato con una concentrazione da molto buona a eccellente. Lungo finale con grande persistenza di frutta e vivace acidità. Consumo piacevole dopo i successivi 3-5 anni.
**** (33 dollari)


Greco di Tufo 2008 Cutizzi (docg)

Giallo chiaro brillante con aromi di scorza di limone, peonia, acacia, kiwi e un tocco di zenzero. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Struttura deliziosa e un finale molto lungo con eccellente persistenza di frutta, vivace acidità e distinta mineralità. Bella complessità. Godibile dopo i successivi 3-5 anni.
**** (33 dollari)

Campanaro 2007 (Campania igt)
Un blend di Greco e Fiano. Giallo chiaro con aromi di kiwi, mela verde, tè verde e camomilla. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Lungo finale con eccellente persistenza di frutta e una punta di acidità. Ora di grande effetto, ma migliorerà solo con altri 3-5 anni in bottiglia.
***** (48 dollari)


Rubrato 2006 (Campania Aglianico igt)
100% Aglianico. Porpora chiaro con aromi di ciliegia nera, prugna e liquirizia. Mediamente corposo con concentrazione molto buona. Frutta matura e molta quercia. Buona acidità e tannini raffinati. Finale terroso con note di catrame. Bel carattere varietale. Da consumare dopo i successivi 3-5 anni.
*** (16 dollari)

Taurasi 2004 (docg)
Profondo rosso rubino con aromi di cioccolata amara, ciliegia nera, vaniglia e catrame. Mediamente corposo con frutta estratta, vivace acidità, quercia e tannini giovani e abbondanti. Al meglio fra 10-12 anni.
**** (45 dollari)

Taurasi Piano di Montevergine 2002 docg
Porpora chiaro con aromi di ciliegia nera, cioccolato amaro e liquirizia. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Ricco a metà palato, eccellente profondità di frutta, vivace acidità e tannini raffinati. La 2002 non è stata un’annata che ha prodotto vini vigorosi ma questo è ben fatto e sarà al meglio fra 7-10 anni.
**** (68 dollari)

Serpico 2005 (Irpinia Aglianico doc)
100% Aglianico. Porpora vivace con aromi di lavanda e lampone nero. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Maturo con quercia, acidità equilibrata e tannini ricchi. Persistenza di frutta di grande effetto ma mi piacerebbe di più se avesse meno note evidenti di quercia. Al meglio fra 10-12 anni.
**** (90 dollari)


Privilegio 2005 (Campania Bianco igt)

Un blend di Fiano e Falanghina da vigneti di 40 anni; le uve sono raccolte e poi asciugate e fermentate in uno stile da passito. Giallo scuro con aromi di ananas e uvetta dorata. Mediamente corposo con concentrazione molto buona. Buon livello di maturazione e acidità con una finale moderatamente dolce. Godibile dopo i successivi 3-5 anni.
*** (64 dollari per 500 ml)
Importato da Palm Bay Imports, Port Washington, NY

I vini spumante dei Feudi
Uno dei progetti più unici nel campo dei vini italiani è la linea dei vini spumante prodotti dai Feudi di San Gregorio con il loro partner Selosse di Champagne. Chiamati DUBL in onore delle due aziende, questi sono vini spumante ottenuti da varietà tradizionali campane – Falanghina, Greco e Aglianico – con il tradizionale metodo Champagne.
Questi vini non sono importati negli Stati Uniti ma ho avuto occasione di assaggiarli durante la mia visita alla cantina lo scorso maggio. La Falanghina 2008 ha un’eccellente acidità e delicati aromi di mela e fiori bianchi; è il più leggero dei tre. Il Greco 2005 offre intriganti aromi di ananas, albicocca secca e pesca bianca ed è mediamente corposo con acidità e complessità molto buone.
L’Aglianico 2006 esibisce aromi di ciliegia maraschino e fragola con leggere note di lievito. Mediamente corposo, è abbastanza elegante con un’acidità molto buona e un ricco finale con una leggera terrosità.

MASTROBERARDINO – Atripalda

In una regione in cui tradizione e storia giocano un ruolo così importante, Mastroberardino è la cantina storicamente più importante della Campania. Già negli anni 40 Antonio Mastroberardino conservava antiche varietà compresi Greco, Fiano e Aglianico e oggi, sotto la leadership di suo figlio Piero, la cantina prospera come uno dei migliori produttori di questi vini. Il giovane Mastroberardino ha introdotto nuovi macchinari nella cantina e ha assemblato una squadra per la ricerca dei migliori cloni e delle tecniche di piantagione, e nello stesso tempo ha conservato l’approccio di suo padre.

Falanghina 2008 Morabianca (Irpinia doc)
Giallo chiaro con aromi di mela cotogna, pera e acacia. Mediamente corposo con un metà palato generoso con frutta fresca, deliziosa e un finale rotondo e fresco con un leggero tocco di mineralità. Da bere dopo i successivi 2-3 anni.
*** (20 dollari)

Greco di Tufo 2008 Nova Serra (docg)
Giallo chiaro con sfumature dorate; aromi deliziosi di peonia, lillà, lime, mela cotogna e pera Bosc. Mediamente corposo con concentrazione molto buona. Finale lungo con eccellente persistenza di frutta, brillante acidità e un po’ di spezie gialle. Semplicemente un meraviglioso Greco di Tufo con impeccabile equilibrio e notevole complessità. Da consumare dopo i successivi 3-5 anni.
***** (30 dollari)

Fiano di Avellino 2008 Radici (docg)
Profondo giallo con sfumature dorate; aromi di miele, olio di limone e un tocco di kiwi. Mediamente corposo con un metà palato generoso. Vivace acidità e grande persistenza di frutta con distinta mineralità. Da bere dopo i successivi 3-5 anni.
**** (30 dollari)

Aglianico 2007 (Campania igt)
Rosso rubino chiaro con aromi di cioccolato amaro, more, un tocco di sassofrasso e pepe. Mediamente corposo con buona concentrazione. Tannini morbidi e un finale rotondo ed elegante. Acidità molto buona e un bel carattere varietale. Al meglio fra 3-5 anni.
*** (25 dollari)

Taurasi 2005 Radici (docg)
100% Aglianico. Rosso rubino profondo con aromi complessi di cioccolato amaro, noce moscata, pepe della Giamaica, pepe nero e ciliegia nera. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona, buona acidità, tannini raffinati e buon equilibrio. Ora accessibile sebbene offrirà una complessità più grande fra ulteriori 5-7 anni e offrirà la bevibilità ottimale per altri 3-5 anni dopo questo periodo.
**** (60 dollari)

Taurasi Riserva 1999 (docg)
100% Aglianico. Profondo rosso rubino con aromi di ciliegia rossa, caramello e tabacco. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Ricco a metà palato con un’entrata elegante. Finale leggermente aggressivo con tannini aspri. Tutto sommato bello stile ma diamogli tempo per arricchirsi. Al meglio fra 7-10 anni.
**** (75 dollari)

Taurasi 2004 Naturalis Historia (docg)
Questa è la seconda vendemmia in cui Naturali Historia è stato etichettato come Taurasi; rappresenta uno stile più moderno. 100% Aglianico. Rosso rubino brillante con aromi di vaniglia, ciliegia nera e cioccolato nero. Mediamente corposo con concentrazione da molto buona a eccellente. Acidità molto buona, tannini giovani e sodi e un ricco finale. Dategli tempo – al meglio fra 10 -12 anni.
**** (90 dollari)
Importato da Winebow, Montale, NJ

RADICI RESORT

Se state progettando di visitare la provincia di Avellino e volete soggiornare in un piccolo resort nel cuore di quest’area vinicola, provate il Radici Resort di Mastroberardino, situato nel piccolo paese di Mirabella Eclano. Ci sono alcune stanze arredate elegantemente (con bagni sorprendenti!), in cima il Ristorante Mirabella che presenta una eccellente cucina locale come anche una grande selezione di vini di Mastroberardino (ovviamente), comprese diverse vecchie annate di Taurasi. Nella proprietà c’è anche un campo di golf a nove buche.

VINOSIA – Luogosano

Vinosia è il progetto dei fratelli Mario e Luciano Ercolino, co-fondatori dei Feudi di San Gregorio. Producono vini nella cantina Vinosia da circa cinque anni e fanno più di una dozzina di vini che coprono varie fasce di prezzo. I rossi tendono a superare i bianchi.

Malvasia 2008 (Salento Bianco igt)
Questo 100% Malvasia proviene dall’area del Salento in Puglia. Giallo dorato con aromi di mele golden, ananas e un tocco di miele. Mediamente corposo con una buona concentrazione. Bella freschezza, vivace acidità e un finale pulito e rotondo. Da bere dopo 1-2 anni.
*** (16 dollari)

Falanghina 2008 (Beneventano igt)
Giallo dorato con aromi di olio di limone, ananas e fiori gialli. Mediamente corposo con buona concentrazione. Acidità molto buona, frutta vivace e un finale gustoso e ben equilibrato. Da bere dopo 1-2 anni.
*** (16 dollari)

Fiano di Avellino 2008 (docg)
Giallo dorato con aromi di limone fresco, peonia e lillà. Mediamente corposo, ha buona acidità e freschezza e sarà al meglio dopo 1-2 anni.
*** (22 dollari)

Greco di Tufo 2008 (docg)
Giallo chiaro con sfumature dorate; aromi di limone, pera gialla e un tocco di mandorla. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Acidità molto buona, buona persistenza di frutta e un lungo finale con frutta vivace e un tocco di mineralità. Abbastanza stile, da consumare dopo i primi 2-3 anni.
**** (22 dollari)

Doceassaje 2008 (Campania igt Bianco)
Un blend di Fiano e Greco. Giallo dorato con aromi di ananas, banana e olio di limone. Mediamente corposo con buona lunghezza al palato e buona persistenza di frutta. Acidità molto buona sebbene non ricco come il 2007, il suo stile elegante è emozionante. Da consumare dopo i primi 2-3 anni.
*** (26 dollari)


Negroamaro 2008 (Salento igt)

100% Negroamaro dalla Puglia. Intenso rosso porpora con essenza di aromi di mora, note di catrame, violetta e lampone nero. Mediamente corposo con frutta molto matura, buona acidità e tannini moderati. Facilmente bevibile e è un eccellente valore. Da bere dopo i successivi 2-3 anni.
*** (12 dollari)

Irpinia Aglianico 2008 (doc)
Rosso porpora scuro con aromi di ciliegia nera, mora e torta al cioccolato. Mediamente corposo con buona concentrazione, tannini moderati e buona acidità. Abbastanza gustoso; da bere dopo i successivi 5-7 anni.
*** (18 dollari)

Irpinia Aglianico 2006 Marziacanale (Campania igt)
100% Aglianico. E’ una versione più ricca e complessa del vino succitato. Rosso porpora brillante con aromi di tè Earl Grey, mora e vaniglia. Mediamente corposa con una concentrazione molto buona. Grande e generoso a metà palato, tannini eleganti, acidità molto buona e una eccellente persistenza di frutta. Buon equilibrio. Al meglio fra 7-10 anni.
**** (Non importato nel mercato statunitense)

Taurasi 2005 (docg)
Rosso porpora scuro con aromi di vaniglia, mora, ciliegia nera, lavanda e liquirizia. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Persistenza di frutta molto buona, acidità molto buona e tannini ricchi e giovani. Finale grande e fragrante – non così grande e complesso come il meraviglioso imbottigliamento 2004, ma ben fatto. Al meglio fra 7-10 anni.
*** (27 dollari)


Taurasi Riserva Rajamagna 2002

Rosso porpora scuro con aromi di tè nero, ciliegia nera e liquirizia. Mediamente corposo con concentrazione da molto buona a eccellente. Bella profondità di frutta, specialmente per una vendemmia meno che stellare, acidità molto buona e tannini ben equilibrati. Solo 7000 bottiglie prodotte. Al meglio fra 7-10 anni.
**** (48 dollari)
Importato da Domaine Street Wine Estates, New York, NY

GIUSEPPE APICELLA – Tramonti

E’ una delle migliori proprietà della Costa Amalfitana DOC. La maggior parte dei vigneti appartenenti ad Apicella sono vicini al paese di Tramonti e sono abbastanza vecchi. Si specializza – come la maggior parte dei produttori di vini qui – nelle varietà tradizionali di quest’area.

Tramonti Bianco 2008 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di Biancolella, Falanghina e Repella. Colore paglierino con belle note aromatiche di camomilla, guava e rose arancio – abbastanza caratteristico! Concentrazione e persistenza di frutta molto buone, vivace acidità ed eccellente complessità. Abbastanza di stile. Da consumare dopo i successivi 2-3 anni.
****

Rosato 2008 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di Sciascinoso e Piedirosso. Colore rosa tenue con deliziose note aromatiche di fragola, ciliegia rossa ed erica. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Ricco a metà palato e vibrante acidità con un finale asciutto e terroso con una buona persistenza di frutta. E’ uno dei miei rosati preferiti italiani. Da bere dopo 1-2 anni.
****

Tramonti rosso 2007 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di Aglianico, Piedirosso e Tintore. Porpora chiaro con aromi di ciliegia nera, aglio e rose rosse. Mediamente corposo con buona concentrazione. Vivace acidità, frutta e note speziate di pepe nel finale. Un rosso affascinante con tannini moderati da godersi dopo i successivi 2-3 anni.
***


A’ Scippata Riserva 204 (Costa d’Amalfi doc)

Un blend di 70% Tintore e 30% Piedirosso da vigneti di 70 anni. Il nome “A’ Scippata” può essere vagamente tradotto come “rubato” e si riferisce ai pendii su cui sono state piantate queste varietà. Colore rosso rubino scuro e porpora chiaro con aromi di pepe nero, ciliegia nera, cioccolato amaro e catrame. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Vivace acidità, tannini giovani e compatti e una eccellente persistenza di frutta. Abbastanza ricco e meravigliosamente concentrato, ha bisogno di un po’ di tempo per esprimere un po’ della sua giovinezza tannica; questo dovrebbe avvenire al meglio tra 10-12 anni. Un vino delizioso di una vendemmia eccellente e un’eccellente rappresentazione del suo terroir.
*****

Importato da Wine Emporium, Brooklyn, NY

MARISA CUOMO – Furore

Marisa Cuomo e suo marito e produttore di vino Andrea Ferraioli producono alcuni dei migliori bianchi e rossi della Campania ottenuti dai vigneti meravigliosi sulla collina di Furore. Qui tutto è eccellente con il Fiorduva che è uno dei più famosi bianchi campani.

Ravello Bianco 2008 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di Falanghina e Biancolella. Giallo chiaro con deliziosi aromi di pera anjou, nido d’api e lillà. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Lungo finale, acidità vibrante ed eccellente persistenza di frutta. Da consumare dopo i successivi 3-5 anni.
****

Furore bianco 2005 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di Falanghina e Biancolella. Giallo chiaro con aromi di scorza di limone, buccia di mela e lillà. Mediamente corposo con buona concentrazione. Vivace acidità, buona freschezza e buon equilibrio. Da bere dopo 1-2 ani.
***

Furore Bianco 2007 Fioduva (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di Ripole, Fenile e Ginestra invecchiato in barrique. Giallo scuro con aromi esotici di banana, limone e acacia. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Succoso a metà palato, vivace acidità e un ricco finale con eccellente persistenza di frutta e una distinta eleganza. Vino delizioso – meravigliosa complessità. Da bere dopo i successivi 5-7 anni.
***** (45 dollari)

Furore rosso 2008 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di 50% Aglianico e 50% Piedirosso. Porpora chiaro con aromi di lampone rosso e un tocco di color rosa. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Vivace acidità, tannini moderati e finale complessa con belle note speziate rosse. Persistenza di frutta molto buona. Al meglio fra 5-7 anni.
***

Ravello Rosso Riserva 2005 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di 70% Piedirosso e 30% Aglianico. Rosso rubino scuro con deliziose note aromatiche floreali – lampone rosso, rose rosso e un tocco di cioccolato amaro. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Finale ricco con eccellente persistenza di frutta. Acidità vivace e tannini raffinati. Una vera bellezza! Da consumare dopo i successivi 7-10 anni.
*****

Furore Riserva 2005 (Costa d’Amalfi doc)
Un blend di 50% Aglianico e 50% Piedirosso. Rosso scuro granato- rubino chiaro con aromi di more nere e cioccolato amaro. Mediamente corposo con una concentrazione molto buono. Maturo e ricco con tannini solidi e vivace acidità. Finale ben strutturato con eccellente persistenza. Al meglio fra 7-10 anni.
****

Importato da Livio Panebianco, New York


LA SIBILLA- Bacoli

Collocata a nord-ovest di Napoli nella zona dei Campi Flegrei DOC, questa è una meravigliosa proprietà di Luigi Di Meo che è specializzato nella Falanghina.

Falanghina 2007 (Campi Flegrei DOC)

Giallo chiaro con aromi intensi di scorza di limone e pera. Mediamente corposo con una concentrazione molto buona. Acidità vibrante e una forte nota di mineralità nel finale. Abbastanza di stile per un regolare imbottigliamento di Falanghina. Da consumare dopo i successivi 2-3 anni.
**** (18 dollari)

Cruna del Lago 2007 (Campi Flegrei DOC)
100% Falanghina da vigneti di 50 anni di età. Giallo chiaro paglierino con deliziosi aromi di crisantemo, pera e lime. Mediamente corposo con eccellente concentrazione. Una distinta mineralità, quasi acciaio nel finale con vibrante acidità e eccellente persistenza di frutta. Si dovrebbe bere bene per 3-5 anni.
***** (30 dollari)
Importato da Oliver McCrum, Oakland, CA

Traduzione di Novella Talamo