Lefkòs 2005 Ischia bianco superiore doc

Letture: 80

CENATIEMPO

Uva: biancolella, forastera
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

La settima edizione del VinIschia è stata l’occasione buona per passare in rassegna un po’ tutti i vini prodotti dalle aziende isolane. Sempre più interessanti sono i vini prodotti dal giovane Pasquale Cenatiempo che si occupa dell’azienda fondata dal padre nell’immediato Dopoguerra dal 1992: il merito naturalmente è nella selezione delle uve da acquistare capaci di fare la differenza rispetto al passato. Il Lefkòs ha colpito piacevolmente un po’ tutti per essere sicuramente vino riconoscibile, di carattere, concentrato ma non troppo, quasi imprecettibilmente passato in legno dopo la vendemmia tardiva. Ecco dunque un bicchiere tipico, dobbiamo dire che tutta la batteria dei bianchi anche dei marchi varietali abbastanza definiti e riconoscibili, da spendere sulla cucina di mare appena scostata, uno di quelli che io definisco bicchieri operai perché non hanno alcuna pretesa di stupire, ma solo di fare il proprio lavoro a tavola in abbinamento ai cibi. Un bianco estivo, già pronto da bere senza aspettare molto alto tempo perché ha già raggiunto il suo equilibrio.  Il carattere dell’isola emerge dalla gentilezza di questo blend, c’ è infatti anche un po’ di forastera, e del suo giovane produttore.

Sede a Ischia, via Baldassarre Cossa 84. Tel. 081.981107, fax 081.981203. www.vinicenatiempo.it Enologo: Santolo Buonaiuto. Ettari: 0,8 di proprietà. Bottiglie prodotte: 60.000. Vitigni: biancolella, forastera, piedirosso, guarnaccia.