Lettere 2004 Penisola Sorrentina doc

Letture: 86

CANTINE BORGO SANT’ANNA
Uva: aglianico, piedirosso
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Un po’ fresco, d’estate sulla pizza: ecco un rosso della tradizione adatto al bere scanzonato con la margherita, la marinara, lo stesso panuozzo pancettoso. Viene prodotto nell’unica azienda che lavora a Lettere, comune confinante con Gragnano il cui vino ha sostanzialmente le stessa caratteristiche nel blend e nella lavorazione. La storia della famiglia Sorrentino è simile a quella di altri produttori del territorio, il nonno costruiva le botti per i grossisti che venivano a fare la tratta di cui ci ha raccontato Alberto Consiglio nel racconto di una memorabile mangiata che si fece con Giovanni Ansaldo negli anni ’50 riproposto in pubblicazione dai cugini Giugliano di Mimì alla Ferrovia. Come molti costruttori di botti la famiglia passò alla vinificazione e questa attività viene portata avanti ormai da più di un secolo. Siamo dunque nel cuore della tradizione antica che rispettata: i profumi sono ancora floreali con note vinose, in bocca la beva è allegra, fresca, di buona struttura, intensa, capace di fornteggiare anche piatti storicicome gli ziti al ragù. Il rapporto tra la qualità e il prezzo sicuramente è tutto vantaggio di noi consumatori. Forza allora, viva il Lettere.

Sede a Lettere, corso Vittorio Emanuele 99
Tel. e fax 081.8021148
Enologo: Giovanni Vincenzo Sorrentino
Bottiglie prodotte: 100.000
Vitigni: aglianico, primitivo, olivella, falanghina, nerello, mascalese